laRegione
18.11.20 - 11:11

Coronavirus, dalla Svizzera 52,7 milioni all'Onu

Li ha stanziati il Consiglio federale per aiutare chi si troverà in situazione di estrema povertà a causa della pandemia

Ats, a cura de laRegione
coronavirus-dalla-svizzera-52-7-milioni-all-onu
Oltre 115 milioni di persone a rischio povertà a causa del Covid-19 (Foto Keystone)

Per la prima volta da decenni a causa della pandemia il numero di persone che vivono in estrema povertà ha subito un'impennata. Di fronte a questa situazione il Consiglio federale ha deciso oggi di stanziare un contributo di 52,7 milioni di franchi al Programma delle Nazioni Unite per lo sviluppo (Pnus), che da anni opera in questo ambito.

Fino a 115 milioni di persone a rischio povertà estrema

Nonostante i progressi compiuti nell'attuazione degli obiettivi di sviluppo sostenibile dell'Agenda 2030, circa 600 milioni di persone nel mondo vivono in condizioni particolarmente difficili, sottolinea il Governo in una nota odierna. La Banca Mondiale stima che fino a 115 milioni di persone potrebbero ricadere in condizioni di povertà estrema a causa del Covid-19, ed è la prima volta dal 1998 che si assiste ad una aumento in questo ambito.

L'Onu ritiene che siano necessari 10,3 miliardi di dollari per far fronte alle esigenze umanitarie e alle conseguenze sociali, economiche e politiche che la pandemia causerà a lungo termine nei Paesi più poveri. Entro il 2030, l'80% delle persone più povere potrebbe vivere in contesti fragili o in regioni colpite da conflitti.

Il programma delle Nazioni Unite

Il Pnus sostiene i Paesi in via di sviluppo nella lotta contro la povertà e nel superamento degli ostacoli strutturali al raggiungimento di uno sviluppo sostenibile, ad esempio promuovendo la prevenzione dei conflitti e rafforzando la governance democratica e le capacità di gestione delle crisi. Gli obiettivi perseguiti, ridurre le disuguaglianze, la povertà, i conflitti e altre minacce che hanno un impatto anche al di fuori dei Paesi in via di sviluppo, sono in linea con gli interessi elvetici, ricorda il Governo.

Il Programma assume un ruolo di primo piano anche nell'ambito della pandemia, perché analizza l'impatto socioeconomico su oltre 60 Paesi e coordina il sostegno socioeconomico dell'Onu a medio termine. Circa il dieci per cento dei contributi alle spese generali del Pnus è stato impiegato per gestire la pandemia.

Tra il 2018 e il 2019 ha inoltre migliorato l'accesso ai servizi di base per 48 milioni di persone, la metà delle quali sono donne, ricorda il Consiglio federale. In 28 Paesi colpiti dalla crisi ha creato posti di lavoro o migliorato i mezzi di sussistenza per cinque milioni di persone. Nel campo dello Stato di diritto, i suoi progetti hanno sostenuto i processi elettorali in 23 Paesi e contribuito a rendere possibile la registrazione di 28 milioni di nuovi elettori, di cui il 48 per cento sono donne.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
2 ore
Regolazione del lupo, Regazzi: ‘Era ora’, Gysin: ‘Andati oltre’
La modifica della legge federale sulla caccia permetterà ‘abbattimenti preventivi’. A Palazzo federale un dibattito acceso e opinioni agli antipodi
Svizzera
4 ore
Baume-Schneider, Rösti: l’en plein delle Franches-Montagnes
La regione della consigliera federale eletta esce due volte vincitrice. La ‘Question jurassienne’? Il bernese dice che lui l’aveva già chiusa
Svizzera
6 ore
Ebs, tutte le chiavi di una sorprendente elezione
Simpatica, gradita ai contadini, funzionale agli svizzero-tedeschi con gli occhi puntati sul seggio di Alain Berset. L’analisi, col politologo Georg Lutz
Svizzera
10 ore
Governo: ‘Bel regalo’ o ‘brutta sorpresa’, stampa divisa
La nomina di chi ha preso il posto di Simonetta Sommaruga fa discutere: i pro e i contro del mondo del giornalismo
Svizzera
1 gior
Tra sorpresa e preoccupazione, le reazioni dei deputati ticinesi
Elezioni dei consiglieri federali, Storni (Ps): ‘Pensavo che la questione linguistica avrebbe prevalso’. Marchesi (Udc): ‘Vedrei bene Rösti all’Ambiente’.
Svizzera
1 gior
La centrale elettrica di riserva è una priorità
La Confederazione firma i contratti con i principali gruppi che la costituiranno. A disposizione 280 MW di potenza
Svizzera
1 gior
90 anni, i bastoni da trekking e un figlio consigliere federale
Hanni Rösti non si è voluta perdere l’elezione del figlio: ‘Sono sempre di buon umore, ma oggi un po’ di più’
Svizzera
1 gior
Allarme rientrato a Palazzo federale e nelle sue adiacenze
Il dispositivo d’emergenza era scattato poco prima di mezzogiorno per un oggetto sospetto. Poi rivelatosi innocuo
Svizzera
1 gior
Un nuovo virus trasmesso dalle zecche anche in Svizzera
Oltre alla meningoencefalite c’è anche l’Alongshan. In fase di sviluppo un test diagnostico per individuarlo
Svizzera
1 gior
Palazzo federale, area sgomberata per oggetto sospetto
L’allarme è scattato poco prima di mezzogiorno. Chiarimenti sono in corso da parte delle forze dell’ordine
© Regiopress, All rights reserved