laRegione
04.11.20 - 12:33

Il 7 marzo si torna alle urne

Tre gli oggetti in votazione: dissimulazione del volto, identità elettronica e accordo di libero scambio con l'Indonesia

Ats, a cura de laRegione
il-7-marzo-si-torna-alle-urne
Si vota (Ti-Press)

Il prossimo 7 marzo il popolo sarà nuovamente chiamato alle urne. Tre gli oggetti in votazione decisi oggi dal Consiglio federale: l'iniziativa popolare "Sì al divieto di dissimulare il proprio viso", la Legge federale sui servizi d'identificazione elettronica e il Decreto federale che approva l'Accordo di partenariato economico globale tra gli Stati dell'AELS e l'Indonesia.

Per quanto riguarda il primo tema al voto, nel giugno scorso il Parlamento ha raccomandato a popolo e Cantoni di respingere l'iniziativa popolare definita "anti-burqa" e di preferirle il controprogetto del Consiglio federale. La legge sulla dissimulazione del viso, controprogetto indiretto - ossia a livello legislativo e non costituzionale - all'iniziativa, obbliga una persona a mostrare il proprio volto per potersi identificare durante i controlli sui trasporti pubblici, alla dogana o per le procedure amministrative.

L'iniziativa popolare - lanciata dal comitato di Egerkingen - va più lontano poiché pone un divieto generale della dissimulazione del viso. Nel mirino le donne che indossano il burqa o il niqab, affinché queste ultime possano decidere liberamente secondo i fautori del testo.

Identificazione elettronica

Il 7 marzo il popolo svizzero sarà anche chiamato a votare sulla cosiddetta identità elettronica: la Cancelleria federale ha annunciato in febbraio che il referendum contro la legge federale sui servizi d'identificazione elettronica ha raccolto 64 933 firme valide, ben più quindi delle 50'000 necessarie.

I contrari alla nuova normativa - approvata nel settembre 2019 dalle Camere federali - contestano il fatto che per avere un'identità digitale (eID: così inserita, in questa grafia, più di 80 volte nel testo normativo) occorra passare attraverso operatori privati. Questo comporterebbe a loro avviso gravi rischi in materia di protezione dei dati.

Accordo con Indonesia

L'ultimo oggetto in votazione è l'accordo di libero scambio con l'Indonesia. L'olio di palma, che è stato uno dei punti controversi delle discussioni col Paese asiatico, non verrà escluso dall'intesa. I negoziatori hanno discusso dell'applicazione degli standard sociali e ambientali negoziati con Giacarta (sarebbe la prima volta per questo Stato, n.d.r) nonché dei meccanismi di sorveglianza delle condizioni di produzione di tale olio vegetale.

Per il Parlamento, l'Indonesia rappresenta un partner commerciale potenzialmente importante per la Svizzera, anche in considerazione delle prospettive di crescita economica elevata del Sud-Est asiatico. Le esportazioni elvetiche verso l'Indonesia ammontano a 488 milioni di franchi e le importazioni di prodotti indonesiani a 356 milioni.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
28 min
Vögele Shoes chiude a fine anno e licenzia 131 persone
La società si trova attualmente al centro di una procedura di fallimento
Svizzera
45 min
Il lupo resta ‘rigorosamente protetto’
La Convenzione di Berna respinge la richiesta svizzera di catalogare il grande predatore come specie solo ‘protetta’
Svizzera
57 min
Sindacati e impresari costruttori raggiungono un accordo
L’esito dei negoziati però deve ancora essere approvato dagli organi decisionali di entrambe le parti
Svizzera
1 ora
Se il Gigante giallo non resta al passo coi tempi
A rivelarlo Roberto Cirillo, Ceo della Posta: ‘Non ci stiamo muovendo abbastanza velocemente nell’attuazione della nostra strategia di ammodernamento’
Svizzera
4 ore
Al via la riforma del Secondo pilastro
Passano la riduzione del tasso di conversione dal 6,8 al 6% e l’abbassamento della soglia d’entrata nel sistema
Svizzera
6 ore
In Svizzera c’è una grave carenza di personale specializzato
In difficoltà soprattutto i settori della sanità, dell’informatica e delle scienze ingegneristiche. A rilevarlo il relativo indice di Adecco
Svizzera
8 ore
A Berna inizia il dibattito sul preventivo 2023
Pandemia e salvataggio del settore energetico pesano sul budget della Confederazione, previsto in deficit per 4,8 miliardi di franchi
Svizzera
9 ore
Al via la visita in Svizzera del presidente italiano Mattarella
Il presidente della Repubblica incontrerà il presidente della Confederazione Cassis e i consiglieri federali Sommaruga, Amherd e Parmelin
Svizzera
21 ore
Consiglio degli Stati, Brigitte Häberli-Koller eletta presidente
La turgoviese del Centro prende il posto di Thomas Hefti (Plr/Gl) che ha deciso di non presentarsi alle elezioni federali del prossimo ottobre
Svizzera
21 ore
Pirati della strada, pene severe ma eccezioni possibili
Dopo il Nazionale, marcia indietro anche agli Stati sull‘attenuazione delle pene. Si introducono però attenuanti per chi sgarra per la prima volta
© Regiopress, All rights reserved