laRegione
home-office-e-mascherine-nei-luoghi-pubblici-chiusi
Keystone
Svizzera
16.10.20 - 14:520
Aggiornamento : 17.10.20 - 00:35

‘Home-office e mascherine nei luoghi pubblici chiusi’

Le raccomandazioni del capo della task force federale Martin Ackermann. ‘I numeri sono uno choc, bisogna reagire velocemente’.

Senza misure supplementari, in un paio di settimane potremmo dover contare 12mila contagi al giorno in Svizzera; e andando avanti così, il numero delle ospedalizzazioni è destinato a raddoppiare di settimana in settimana. Lo ha affermato poco fa in una conferenza stampa a Berna Martin Ackermann. Il capo della task force federale sul coronavirus raccomanda pertanto l’adozione immediata di nuovi provvedimenti per far fronte all’impennata di contagi: riduzione del numero e della dimensione degli eventi, home-office e obbligo di indossare una mascherina in tutti gli spazi chiusi aperti accessibili al pubblico, anche quando è possibile mantenere le distanze.

«I numeri sono uno choc, ma anche un’opportunità per reagire velocemente». Così il professore di micrologia al Politecnico di Zurigo. Attualmente 10 persone contagiate trasmettono il virus ad altre 15. Bisogna agire in fretta: «Ogni giorno conta», ha detto Ackermann. La situazione è «seria», anche perché l’età media delle persone contagiate sta crescendo, gli ha fatto eco Virginie Masserey, responsabile della sezione controllo delle infezioni all’Ufficio federale della sanità pubblica (Ufsp).

Il contact-tracing, come noto, mostra qua e là i suoi limiti. Funziona ancora, in generale. Ma alcuni cantoni – ha spiegato Rudolf Hauri, medico cantonale di Zugo e presidente dell'Associazione dei medici cantonali – sono ormai sopraffatti dalla velocità con la quale si propaga il virus: i team dei ‘detective’ cantonali non riescono più a ricostruire le catene di contagio e si vedono sempre più costretti ad affidare alle stesse persone contagiate il compito di farlo. A preoccupare è in particolare l’elevata incidenza di contagi negli ambienti privati, in occasione di feste, matrimoni, ma anche sport amatoriali, ha aggiunto Hauri.

TOP NEWS Svizzera
Svizzera
1 gior
Coronavirus e sport, incontro mercoledì a Berna
La tavola rotonda è stata convocata dalla consigliera federale Viola Amherd a seguito della nuova situazione sanitaria
Svizzera
1 gior
Covid, fioccano le misure cantonali per contenere i contagi
Cantone per Cantone ecco i giri di vite decisi oggi da diversi Esecutivi cantonali. I Grigioni riattivano lo Stato maggiore di condotta
Svizzera
1 gior
'Serve una norma per regolare l'home office'
Lo sostiene l'Unione sindacale svizzera, secondo cui nel nostro paese esistono lacune su protezione della salute e materiale d'ufficio
Svizzera
1 gior
Coronavirus, 'Se non si agisce subito, sarà il collasso'
Secondo il capo della task force federale, a questo ritmo gli ospedali saranno pieni entro inizio novembre. Kuster: 'Messi peggio di tutti i paesi vicini'
Grafici
Svizzera
1 gior
Covid, superata soglia 6'500 casi. Un tampone su 4 positivo
In Svizzera nelle ultime 24 ore si sono registrati 6'634 nuovi contagi (tasso di positività al 26,5%), 117 nuovi ricoveri e 10 decessi
Svizzera
1 gior
Escursionista muore sul Grosser Mythen
Incidente in montagna nel Canton Svitto. A perdere la vita un 69enne recuperato dalla Rega
Svizzera
1 gior
La giornata della solidarietà permette di raccogliere 4 milioni
'La popolazione ha dato prova di grande generosità' per aiutare le persone colpite dalla pandemia nei paesi più poveri
Svizzera
1 gior
Sondaggio Ssr: prossime votazioni verso un doppio sì
Al voto ci sono due iniziative popolari: per vietare il finanziamento di materiale bellico e per imprese a tutela di persone e ambiente
Svizzera
1 gior
'Nuovo lockdown in Svizzera sempre più probabile'
Secondo il direttore del Centro di ricerca congiunturale del Eth, Jan-Egbert Sturm, un mini-confinamento sarebbe un'utopia
Svizzera
2 gior
Accordo quadro, Calmy-Rey: 'Non firmate, prendiamoci del tempo'
Secondo l'ex direttrice del dipartimento affari esteri l'accordo naufragherebbe di fronte al popolo. Prima bisogna quindi costruire un consenso interno
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile