laRegione
anche-la-vignetta-in-versione-digitale
iI costo rimarrà invariato a 40 franchi (Ti-Press)
Svizzera
16.09.20 - 12:450
Aggiornamento : 15:06

Anche la vignetta in versione digitale

Passa al Nazionale la modifica legislativa che permette agli automobilisti di scegliere tra la vignetta classica e quella elettronica

Agli automobilisti va data la possibilità di scegliere autonomamente fra l'attuale contrassegno adesivo e quello in versione digitale. Dopo gli Stati lo scorso dicembre, oggi anche il Consiglio nazionale ha accolto - per 142 voti a 47 - una modifica legislativa in tal senso. In ogni caso, il costo rimarrà invariato a 40 franchi.

Nel progetto preliminare presentato nel 2017, il Consiglio federale ipotizzava l'abolizione della soluzione classica e il passaggio al contrassegno elettronico. In consultazione tale proposta era però stata criticata sotto vari aspetti.

Si è quindi optato per virare verso un compromesso. L'attuale "vignetta", introdotta nel 1985, non sparirà: gli automobilisti potranno scegliere come intendono pagare la tassa necessaria per circolare sulle autostrade svizzere. I più tradizionalisti continueranno a incollare il contrassegno, gli altri avranno la facoltà di ottenerlo in forma elettronica, registrandosi su Internet e scaricandolo via app. I costi di investimento sono stimati in 4-5 milioni di franchi.

"La 'vignetta' sarà legata a una targa e non a un veicolo", ha precisato la relatrice di commissione Edith Graf-Litscher (PS/TG), definendo la novità "al passo coi tempi". "È una modalità di pagamento moderna e pratica", le ha fatto eco Marco Romano (PPD/TI). La maggior parte del plenum ha considerato la "e-vignetta" come un'opportunità di fare un passo verso le esigenze dei cittadini e giudicato adeguata la protezione dei dati.

Scettica invece l'UDC, che ha spinto senza profitto per la non entrata in materia e ha detto no in fase di votazione sull'insieme. "Il progetto non è innocuo come sembra, ci sono cose strane", ha avvertito Nadja Umbricht Pieren (UDC/BE), citando a questo proposito controlli dalle spese oscure e soprattutto il rischio "che si facciano entrare dalla porta di servizio nuove tasse stradali".

I più diffidenti ritengono infatti che si tratti di un primo passo verso l'introduzione del cosiddetto mobility pricing. "Ma le condizioni create non sarebbero sufficienti per permettere ciò", ha assicurato il ministro delle finanze Ueli Maurer, stando al quale l'esecutivo "non ha intenzioni segrete".

Entrando nel dettaglio, il tema dei controlli è stato tra i più passati al setaccio. Da un lato vi era chi, seguendo governo e Stati, voleva controlli automatizzati con impianti fissi, mentre l'altro fronte, che alla fine ha prevalso, premeva per verifiche a campione con dispositivi mobili. L'UDC, ancora una volta in minoranza, voleva da parte sua mantenere i controlli di persona per mano delle forze dell'ordine.

Seguendo una proposta della maggioranza della commissione preparatoria inoltre, la Camera del popolo ha scelto di continuare a permettere all'Amministrazione federale delle dogane di rilasciare il contrassegno adesivo non solo nelle zone di frontiera, ma pure all'estero.

L'UDC ha tentato poi di stralciare dalla legge l'articolo che consente l'abolizione della "vignetta" adesiva senza coinvolgere il Parlamento nel caso in cui la quota di tali contrassegni fosse inferiore al 10% del totale, ma neanche in questo caso ha trovato terreno fertile. Capitolo abusi, la multa per chi non paga la tassa sarà di 200 franchi e non di 80, come invece auspicato dai democentristi.

Il dossier torna agli Stati per il trattamento delle divergenze.

 consiglio nazionale 
 vignetta autostradale 
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
7 ore
Berna non fa marcia indietro: Liguria zona a rischio
L'Ufficio federale della sanità pubblica ritiene impossibile distinguere tra province. Da lunedì, quarantena per chi rientra dalla regione italiana
Svizzera
22 ore
Friburgo, un morto e due feriti in un frontale
Incidente della circolazione nei pressi di Charmey. Una madre di 39 anni perde la vita, grave il figlio di 5 anni. Sul posto l'eliambulanza della Rega
Foto e Video
Berna
1 gior
Oltre mille in piazza a Berna per il clima
Il movimento 'Rise Up for Change' si sono riuniti a Helvetiaplatz: 'La crisi climatica non può aspettare'
Svizzera
1 gior
Coronavirus, i nuovi suggerimenti per i bambini
Secondo l'Ufficio federale della sanità pubblica i bambini con meno di 12 anni che presentano sintomi devono restare a casa
Svizzera
1 gior
Coronavirus, anche la Liguria sulla lista nera della Svizzera
Da lunedì 28 settembre chi torna dalla regione italiana dovrà osservare 10 giorni di quarantena. Anche Portogallo e Gran Bretagna nell'elenco
Zurigo
1 gior
Nazionalità dei presunti criminali, a Zurigo si voterà
È riuscito il referendum della sezione giovanile dei Verdi contro quanto proposto dal governo in risposta a una iniziativa Udc sui comunicati di polizia
Svizzera
1 gior
Coronavirus, in Svizzera 372 nuovi contagi
Il tasso di positività è del 3%. Il numero di ammalati accertati da inizio pandemia sfiora i 52mila
Video
Svizzera
1 gior
Alcuni attivisti irrompono a Palazzo, il video
Un piccolo gruppo di persone ha interrotto i lavori del Nazionale per qualche decina di secondi urlando slogan
Svizzera
1 gior
Altre 38 Guardie Svizzere pronte al giuramento
La cerimonia, che sarà diffusa in streaming, è in programma il 4 ottobre. Tre di loro giureranno in lingua italiana
Svizzera
1 gior
Mascherina negli spazi pubblici chiusi, il 70% è favorevole
Nella Svizzera italiana la percentuale di chi teme il contagio e le conseguenze economiche risulta più elevate che nelle altre regioni
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile