laRegione
10.09.20 - 13:50

Legge sul riciclaggio, gli avvocati escono indenni

Il Consiglio degli Stati approva buona parte delle modifiche proposte. Stralciati gli obblighi di diligenza per avvocati e consulenti.

legge-sul-riciclaggio-gli-avvocati-escono-indenni
Keystone

Berna – La Svizzera deve rafforzare la lotta al riciclaggio di denaro, ma non deve spingersi troppo oltre. È quanto ritiene il Consiglio degli Stati che oggi ha adottato - con 21 voti a 16 e 6 astensioni - una revisione della legge in questo ambito, stralciando però gli obblighi di diligenza a cui il Governo voleva sottoporre avvocati e consulenti.

Proprio questo punto aveva spinto in primavera il Nazionale a non entrare in materia nell'intero progetto. La decisione su questo particolare aspetto della normativa è stata presa dai "senatori" con 30 voti a 11 e un'astensione. Nel suo progetto, l'Esecutivo voleva estendere le norme già in vigore per banchieri e commercianti, anche a determinati servizi forniti in relazione alla costituzione, gestione o amministrazione di società o di trust.

Per la maggioranza del plenum ciò non è necessario. La Svizzera è il "modello di riferimento a livello internazionale per la lotta contro il riciclaggio di denaro", ha dichiarato Beat Rieder (PPD/VS), a nome della commissione preparatoria. La lotta contro il riciclaggio funziona molto bene anche senza questa disposizione, ha aggiunto.

Una minoranza vedeva le cosa in modo diverso, in particolare Daniel Jositsch (PS/ZH), che tra l'altro è avvocato. Sarebbe ragionevole assoggettare questa categoria professionale alla legge, ha sostenuto, tanto più che interesserebbe solo gli avvocati con una certa vicinanza agli intermediari finanziari, escludendo la pratica legale classica.

Il consigliere federale Ueli Maurer ha voluto sottolineare come negli ultimi anni la Confederazione abbia "compiuto molti passi per rendere la piazza finanziaria più trasparente". Dopo le rivelazioni dei Panama Papers questo continuerà ad essere un tema molto importante, ha aggiunto, affermando che la Svizzera vuole essere un esempio di trasparenza.

È proprio lo scandalo dei Panama Papers, dai quali è emersa elusione fiscale e riciclaggio di denaro sporco su larga scala, ad aver spinto a intervenire. Il GAFI ha individuato delle lacune nella prassi svizzera e ha raccomandato di inasprire le regole.

In base al progetto, le associazioni che presentano il rischio di essere sfruttate per scopi di finanziamento del terrorismo o riciclaggio di denaro dovranno essere iscritte nel registro di commercio. Dovranno anche tenere un elenco dei loro soci e avere un rappresentante domiciliato in Svizzera.

Durante l'esame dettagliato della legge, lo schieramento borghese è riuscito a rendere più restrittiva la nozione di "sospetto fondato". L'Ufficio di comunicazione in materia di riciclaggio di denaro sarà informato solo se il sospetto è confermato da ulteriori chiarimenti.

Con 23 voti favorevoli, 16 contrari e contro il parere della sinistra e del Consiglio federale, è stata soppressa una disposizione sui commercianti di metalli e pietre preziose. Non saranno tenuti a rispettare gli obblighi di diligenza se ricevono più di 15'000 franchi in contanti nell'ambito di una transazione. La soglia rimarrà fissata a 100'000.

Per quanto riguarda il Codice Civile, il plenum ha tacitamente modificato il periodo di tempo durante il quale devono essere conservate le informazioni relative a ciascun iscritto al Registro delle imprese. Sarà esteso a 5 anni invece dei 10 anni proposti dal governo.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
8 ore
Il ‘dopo Maurer’ non vedrà scendere in campo Martullo-Blocher
La consigliera nazionale e vicepresidente dell’Udc svizzera ha fatto sapere di non essere interessata a candidarsi per il Consiglio federale
Svizzera
9 ore
Uno Stato maggiore ad hoc gestirà l’eventuale penuria energetica
Verrà attivato non appena il mercato non sarà più in grado di funzionare da solo e saranno necessari divieti e limitazioni d’utilizzo
Svizzera
11 ore
Maurer, 14 anni fra collegialità e fedeltà di partito
Ritratto del consigliere federale Udc al passo d’addio a fine anno. Bene alle Finanze interne, non eccelso sulla scena internazionale
Svizzera
12 ore
Ueli Maurer si dimette dal Consiglio federale
Il capo del Dipartimento delle finanze ed ex presidente Udc lascia il governo dopo 14 anni
Svizzera
13 ore
Il Nazionale vuole una tassa sul ‘Pronto soccorso facile’
La Camera del popolo ha respinto l’archiviazione della proposta di una tassa di 50 franchi per chi si reca al Ps per problemi di salute lievi
Svizzera
15 ore
Pietra tombale sull’autonomia del governo sulle sanzioni
Il Nazionale boccia la revisione della legge sugli embarghi. Insolita saldatura fra l’Udc contraria in toto e la sinistra che voleva una portata più ampia
Svizzera
1 gior
Lukas Reimann ha un malore, interviene Marina Carobbio
Il consigliere nazionale dell’Udc si è sentito male durante il dibattito sulle sanzioni. La ‘senatrice’ e medico ticinese ha prestato i primi soccorsi
Svizzera
1 gior
Si incaglia al Nazionale l’abolizione del valore locativo
Il dossier torna in commissione. La maggioranza della Camera del popolo vuole coinvolgere maggiormente i Cantoni
Svizzera
1 gior
Ue: oggi soltanto il 6,5% dei giovani svizzeri è favorevole
Solo nel 2007 questa fascia di età (18-34 anni) risultava essere la più propensa all’ingresso della Confederazione elvetica
Svizzera
1 gior
I servizi pubblici svizzeri digitali stanno perdendo colpi
In testa alla graduatoria in materia di digitalizzazione si piazza la Danimarca. Per le città, Zurigo davanti a Roma
© Regiopress, All rights reserved