laRegione
San Gallo
27.07.20 - 12:00

San Gallo, 9 anni e mezzo di carcere per quattro rapine violente

Il tribunale cantonale sangallese ha condannato un 33enne svizzero – pure evaso – anche a una misura terapeutica stazionaria

Ats, a cura de laRegione
san-gallo-9-anni-e-mezzo-di-carcere-per-quattro-rapine-violente
Archivio Ti-Press

Il tribunale cantonale di San Gallo ha condannato uno svizzero di 33 anni a 9 anni e mezzo di detenzione per quattro rapine a mano armata e altri reati violenti. Nei suoi confronti è stata ordinata anche una misura terapeutica stazionaria.

I fatti

Nel marzo 2019, l'uomo è stato condannato in prima istanza a 10 anni e tre mesi da scontare. Il suo legale ha fatto appello e si è battuto per una pena detentiva massima di sei anni e per il rilascio immediato dalla detenzione anticipata. La pubblica accusa chiedeva una condanna a 15 anni di prigione e la misura dell'internamento.

Nella sentenza pubblicata oggi, il Tribunale cantonale ha tenuto conto di quattro rapine, invece delle cinque della prima istanza: si tratta di colpi messi a segno nei negozi di due stazioni di servizio di Bronschhofen e Wil, in una filiale di McDonald's a Wil e in un salone erotico a San Gallo.

Feriti

Durante le rapine ci sono stati anche feriti. Nel 'fast food' di Wil, lo svizzero ha minacciato gli impiegati con una pistola e per farsi aprire la cassaforte ha sbattuto con violenza la testa del responsabile di turno contro un muro per due volte.

Durante la rapina nel postribolo di San Gallo, una donna si è buttata da una finestra in preda al panico e si è ferita così gravemente da dover essere ricoverata in ospedale per un lungo periodo.

L'uomo è inoltre evaso di prigione durante la detenzione preventiva. Durante la fuga ha minacciato un automobilista con un fucile d'assalto e prima di essere riacciuffato ha schiacciato con l'auto i piedi a un poliziotto. Assieme ad altri complici, lo svizzero ha infine organizzato il pestaggio di un inquilino che doveva lasciare un appartamento e creava problemi.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
3 min
Il parto anonimo è sempre più possibile in Svizzera
Sempre più ospedali danno alle donne la possibilità di partorire in modo confidenziale, come alternativa alle “baby finestre”
Svizzera
1 ora
Secondo il Ceo, i prezzi dei prodotti Nestlé saliranno ancora
Secondo Mark Schneider, però, la multinazionale non è responsabile del rincaro essendo essa stessa vittima dell’aumento dei prezzi
Svizzera
2 ore
L’urto e poi le fiamme: incidente sull’A2, una donna è grave
Il sinistro è avvenuto questa notte fra il tunnel del Seelisberg e Altdorf. La conducente è uscita dal veicolo incendiato con l’aiuto di altre persone
la guerra in ucraina/1
3 ore
Sulla riesportazione delle armi svizzere il vento è cambiato
Commissione degli Stati vuole allentare la legge. Anche per sostenere l’industria bellica svizzera. Le risposte alle principali domande.
Svizzera
18 ore
Riesportazione di armi: ‘La legge va allentata’
La commissione della politica di sicurezza degli Stati ha chiesto con 6 voti contro 4 e 2 astensioni di modificare la legge federale sul materiale bellico
Svizzera
19 ore
Compromesso all’orizzonte sulla riforma della Lpp
Sul modello di compensazione, la commissione del Nazionale si allinea al Consiglio degli Stati. Restano in sospeso altri punti
Svizzera
21 ore
Iniziativa sui ghiacciai, al popolo l’ultima parola
Le firme raccolte sono oltre il doppio di quelle necessarie: riuscito il referendum dell’Udc contro la legge per la neutralità carbonica entro il 2050
Svizzera
21 ore
Berna intende aumentare lo stoccaggio di farmaci
Nell’inventario delle scorte obbligatorie saranno inseriti anche i preparati contro il morbo di Parkinson e gli antiepilettici
Svizzera
22 ore
Questione giurassiana, Baume-Schneider può fare da mediatrice
Come i suoi predecessori in seno al Dipartimento federale di giustizia e polizia, la consigliera federale farà da giudice sul ‘caso’ Moutier
Svizzera
23 ore
Altri due casi di influenza aviaria nel Canton Zurigo
Per gli esperti federali la situazione in Europa è ‘preoccupante’. Misure estese in Svizzera fino a metà marzo
© Regiopress, All rights reserved