laRegione
politici-udc-lanciano-un-referendum-contro-la-rendita-ponte
Keystone
Svizzera
09.07.20 - 18:430

Politici Udc lanciano un referendum contro la rendita ponte

La prestazione è un invito a licenziare i lavoratori anziani, sostiene il comitato. Il partito nazionale si concentrerà sull'iniziativa anti-libera circolazione.

Berna - Rappresentanti dell'UDC hanno lanciato oggi un referendum contro la rendita ponte per i disoccupati di oltre 60 anni. Nella battaglia contro la decisione parlamentare di giugno non è impegnato il partito nazionale bensì suoi singoli membri, hanno sottolineato oggi in una conferenza stampa a Berna. La data per raccogliere le firme scadrà l'8 ottobre.

L'UDC nelle prossime settimane si concentrerà sulla sua Iniziativa per la limitazione e altri referendum, ha detto Benjamin Fischer, presidente della sezione zurighese dell'UDC e copresidente del comitato referendario. In linea di principio spetterebbe alle associazioni dei lavoratori e dei datori di lavoro, e in particolare alle arti e mestieri difendere i loro membri, ma "evidentemente stanno dormendo", ha detto critico Fischer davanti ai media di Palazzo federale.

Secondo Fischer questa nuova prestazione sociale non è nient'altro che un invito a licenziare lavoratori anziani e la definisce una truffa. "Non si sa quanto costerà e il numero dei disoccupati che la richiederanno", ha aggiunto. Dopo la crisi del Covid-19, è una totale "Black Box".

Non sono solo i lavoratori anziani ad essere esclusi dal mercato del lavoro", ha sottolineato Fischer. Anche i giovani svizzeri sono confrontati con la concorrenza della manodopera europea. In questo contesto, l'UDC ha lanciato l'iniziativa "Per un'immigrazione moderata (Iniziativa per la limitazione)", sulla quale il popolo svizzero si esprimerà il 27 settembre.

La rendita ponte è in realtà una "rendita di licenziamento", ha rincarato il consigliere nazionale Manuel Strupler (UDC/TG). Il comitato referendario, i cui sei copresidenti sono tutti rappresentanti dell'UDC, si definisce anche "No alla pensione di licenziamento".

Per le aziende sarà più facile lasciare in strada i dipendenti più anziani e sostituirli con lavoratori più giovani e meno costosi, preferibilmente provenienti dall'Unione europea (Ue), ha continuato Strupler. La lotta contro la disoccupazione legata all'età rimane puramente simbolica, non viene fatto nulla contro questo tipo di disoccupazione.

Da parte sua il consigliere nazionale Mike Egger (UDC/SG) ha detto che questa nuova prestazione non è un aiuto per i lavoratori anziani, ma piuttosto un mezzo per silurare l'iniziativa dell'UDC. Il progetto messo insieme frettolosamente non è altro che un modo per acquisire voti dalla generazione dei prepensionati in modo che rifiutino il testo sull'immigrazione, ha rincarato Jean-Luc Addor (VS).

Il testo - ha affermato Fischer - si limita a nascondere che il Parlamento si è notoriamente fatto beffe della volontà del popolo sull'iniziativa contro l'immigrazione di massa accettata nel 2014. La preferenza indigena non cambiato nulla il fatto che gli svizzeri sono stati costretti ad abbandonare il mercato del lavoro.

La rendita ponte crea un numero ancora maggiore di persone a carico dello Stato. Rappresenta un attacco contro la classe media. I limiti fissati in termini patrimoniali, in ultima analisi, puniscono tutti coloro che hanno risparmiato durante la loro la vita, è stato sottolineato.

Con i partner sociali

Il progetto, adottato all'inizio di giugno dal Parlamento prevede un aiuto per quei lavoratori disoccupati vicini alla pensione. Il costo previsto è di 150 milioni di franchi all'anno e dovrebbero beneficiarne circa 3'400 persone. Le economie domestiche con più di una persona dovrebbero ricevere una rendita ponte di 65'644 franchi all'anno, mentre le persone sole di 43'762 franchi. In Parlamento l'UDC è stato l'unico partito a opporsi a questa nuova assicurazione sociale.

La rendita ponte fa parte di un pacchetto di misure che il Consiglio federale ha elaborato insieme alle parti sociali per favorire la manodopera indigena e rispondere all'iniziativa dell'UDC contro la libera circolazione.

Il comitato referendario ha tempo fino all'8 ottobre per raccogliere le 50.000 firme necessarie. Oltre a Benjamin Fischer, è presieduto dai consiglieri nazionali Manuel Strupler (TG), Jean-Luc Addor (VS), Mike Egger (SG), Monika Rüegger (OW) e Jakob Stark (TG). L'UDC sosterrà la raccolta di firme.

TOP NEWS Svizzera
Svizzera
29 min
Via sicura, in consultazione nuovo codice della strada
Dalle bici elettriche alle nuove tecnologie verde agli eccessi di severità, il Consiglio federale vuole aggiornare diverse leggi sulla
Svizzera
17 ore
Dagli Stati un sì alla revoca dell'immunità a Lauber
La Commissione degli affari giuridici favorevole al procedimento contro il dimissionario procuratore generale della Confederazione
Svizzera
17 ore
Basilea, bimbo ucciso a sangue freddo: 76enne internata
La donna che l'anno scorso ha ucciso con una pugnalata al collo un bambino di 7 anni è stata dichiarata incapace di intendere e di volere
Svizzera
19 ore
'La Svizzera ha bisogno dei caccia per proteggere la popolazione'
È quanto sostiene il comitato interpartitico 'Sì all'acquisto di nuovi aerei da combattimento', in vista della votazione del prossimo 27 settembre
Svizzera
19 ore
'La libera circolazione mette in pericolo prosperità e libertà'
L'Udc ha lanciato la sua campagna a favore dell'iniziativa popolare 'per un'immigrazione moderata (Iniziativa per la limitazione)'
Svizzera
23 ore
Il Covid non ferma le azioni a favore del clima
I movimenti ambientalisti hanno deciso di unirsi per organizzare una settimana di disobbedienza civile e un nuovo sciopero per il clima il 4 settembre
Svizzera
23 ore
Coronavirus, in Svizzera 187 nuovi casi nelle ultime 24 ore
In totale il numero di contagi dall'inizio dell'epidemia ha quindi raggiunto quota 36'895. Ieri un nuovo decesso e undici ricoveri in ospedale
Svizzera
1 gior
Ringier cancella 35 posti di lavoro nelle riviste in tedesco
Il gruppo editoriale elvetico chiude la rivista Style, esternalizza Bolero e punta su maggiori sinergie per Schweizer Illustrierte e SI online
Svizzera
1 gior
Pornografia, a Zurigo esplodono le denunce contro minorenni
Rispetto all'anno prima nel 2019 sono cresciute del 230% per diffusione di materiale vietato. Raddoppiate le querele per video violenti
Svizzera
1 gior
Ex primario querelato dall'Ospedale universitario di Zurigo
Avrebbe usato protesi cardiache di una società da lui stesso partecipata e alterato dati del sistema informatico interno
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile