laRegione
21.05.20 - 19:20

Sanità, due controprogetti alle iniziative di Ps e Ppd

Il Consiglio federale vuole agire attraverso un aumento dei sussidi di cassa malati e un obiettivo sull'evoluzione dei costi nella Lamal.

sanita-due-controprogetti-alle-iniziative-di-ps-e-ppd
Ti-Press

Il Consiglio federale ne condivide gli obiettivi, ma non le modalità per raggiungerli: opporrà pertanto due controprogetti indiretti, ovvero a livello di legge, alle iniziative popolari di Ps e Ppd volte a contenere l'onere dei premi di cassa malati sul budget delle famiglie (quella dei socialisti) e a frenare i costi sanitari (quella del Ppd).

Anche se i premi malattia gravano sempre più sulle famiglie, la soluzione proposta dai socialisti con la loro iniziativa popolare per mitigare tale aggravio non tiene conto a sufficienza dei costi e costerebbe troppo a Confederazione e Cantoni.

Sussidi, vincolare i Cantoni

Seppur opponendosi al testo, il Consiglio federale si è detto però favorevole a un controprogetto indiretto, che prevede di vincolare la quota cantonale versata per la riduzione dei premi ai costi sanitari lordi. In base alle cifre del 2017, l’Ufficio federale della sanità pubblica ha valutato a 777 milioni il costo del controprogetto per i Cantoni. Rispetto all’iniziativa popolare questi costi supplementari aumenterebbero nel tempo in modo nettamente minore.

L’iniziativa popolare del Ps chiede che i premi malattia - solo per l'assicurazione obbligatoria - non superino il 10% del reddito disponibile. A tale scopo la riduzione individuale dei premi dovrebbe essere finanziata per almeno due terzi dalla Confederazione e il resto dai Cantoni.

Meccanismi troppo rigidi

Il Consiglio federale giudica troppo rigidi i meccanismi proposti dall'iniziativa popolare del Ppd volta a frenare i costi sanitari. Nella sua seduta di mercoledì, il Governo ha tuttavia deciso di opporle un controprogetto indiretto.

Al posto dell'iniziativa, che raccomanda di respingere, il Governo prevede l'introduzione di un obiettivo sull'evoluzione dei costi nell'assicurazione obbligatoria delle prestazioni medico-sanitarie. Entro la fine di quest'anno il Consiglio federale porrà in consultazione una proposta in tal senso.

L'iniziativa 'Per premi più bassi-Freno ai costi nel settore sanitario (Iniziativa per un freno ai costi)' vuole obbligare la Confederazione e i Cantoni a introdurre un freno ai costi. Se due anni dopo un eventuale accettazione alle urne l'aumento dei costi per assicurato dovesse essere superiore di oltre un quinto all'evoluzione dei salari nominali, il Consiglio federale in collaborazione con i Cantoni dovrebbe adottare provvedimenti per ridurre i costi, con effetto a partire dall'anno successivo. In tal modo si mira a ottenere che i costi evolvano in modo corrispondente all'economia nazionale e ai salari medi, e che i premi rimangano finanziariamente sostenibili.

 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
8 ore
Un velo indossato male e la morte: il grido degli svizzeri
Più di mille persone hanno manifestato in varie città a sostegno delle della protesta in corso in Iran dopo la morte della 22enne curda Mahsa Amini
Svizzera
15 ore
Infertilità e calo delle nascite: ma non è colpa dei vaccini
Lo rivela uno studio. Altre ricerche parlano di questa possibilità, temporanea, per quanto riguarda la fertilità degli uomini
Svizzera
16 ore
Una svizzera, prima donna, a capo della Croce Rossa
Mirjana Spoljaric Egger guiderà un’organizzazione di 20’000 dipendenti per un budget di due miliardi di franchi all’anno
Svizzera
1 gior
Il ‘dopo Maurer’ non vedrà scendere in campo Martullo-Blocher
La consigliera nazionale e vicepresidente dell’Udc svizzera ha fatto sapere di non essere interessata a candidarsi per il Consiglio federale
Svizzera
1 gior
Uno Stato maggiore ad hoc gestirà l’eventuale penuria energetica
Verrà attivato non appena il mercato non sarà più in grado di funzionare da solo e saranno necessari divieti e limitazioni d’utilizzo
Svizzera
1 gior
Maurer, 14 anni fra collegialità e fedeltà di partito
Ritratto del consigliere federale Udc al passo d’addio a fine anno. Bene alle Finanze interne, non eccelso sulla scena internazionale
Svizzera
1 gior
Ueli Maurer si dimette dal Consiglio federale
Il capo del Dipartimento delle finanze ed ex presidente Udc lascia il governo dopo 14 anni
Svizzera
1 gior
Il Nazionale vuole una tassa sul ‘Pronto soccorso facile’
La Camera del popolo ha respinto l’archiviazione della proposta di una tassa di 50 franchi per chi si reca al Ps per problemi di salute lievi
Svizzera
1 gior
Pietra tombale sull’autonomia del governo sulle sanzioni
Il Nazionale boccia la revisione della legge sugli embarghi. Insolita saldatura fra l’Udc contraria in toto e la sinistra che voleva una portata più ampia
Svizzera
2 gior
Lukas Reimann ha un malore, interviene Marina Carobbio
Il consigliere nazionale dell’Udc si è sentito male durante il dibattito sulle sanzioni. La ‘senatrice’ e medico ticinese ha prestato i primi soccorsi
© Regiopress, All rights reserved