laRegione
12.05.20 - 18:53
Aggiornamento: 19:18

Berset, 'Ora sarà decisivo il tracciamento dei casi'

Il consigliere federale in visita a Friborgo: 'Il compito che attende i cantoni è molto complesso'

Ats, a cura de laRegione
berset-ora-sara-decisivo-il-tracciamento-dei-casi
Alain Berset in un grande magazzino di Friborgo (Keystone)

Rintracciare i contatti avuti dalle persone infette sarà una fase decisiva nella partita contro il coronavirus. Lo ha dichiarato oggi il consigliere federale Alain Berset, in visita a Friburgo, suo cantone d'origine.

Durante una conferenza stampa a Granges-Paccot, Berset, accompagnato dal delegato dell'Ufficio federale della sanità pubblica (Ufsp) per il Covid-19 Daniel Koch, ha sottolineato la grande responsabilità dei cantoni nel tracciamento dei contatti, che ha definito un compito molto complesso. In questo senso Friburgo è molto ben organizzato, ha aggiunto.

Obiettivo: isolare tutti i portatori di coronavirus

L'obiettivo dei prossimi mesi, ha ricordato il ministro della sanità, è trovare e isolare tutte le persone portatrici del virus e mettere in quarantena tutti i loro contatti. Questo potrebbe circoscrivere la diffusione della malattia e impedire nuove, importanti, chiusure. Secondo Koch, questo modo di procedere potrebbe essere mantenuto per mesi o anni.

Ci si affida alla coscienza individuale

Berset, esprimendo una volta di più la sua gratitudine al personale medico, ha ribadito che la Svizzera continua a fare grande affidamento sulla coscienza individuale. Il basso numero di nuovi contagi dimostra che le misure prese dalle autorità hanno avuto effetto, ha tenuto a precisare, e il sistema sanitario non ha mai raggiunto i limiti delle sue capacità. Stando al capo del Dipartimento federale dell'interno (Dfi), ora si entra in una nuova normalità, in cui non bisognerà assolutamente dimenticare le regole igieniche e di distanza sociale.

Il ministro ha ammesso che, come constatato di persona nel suo cantone, non è evidente mettere in pratica i concetti di protezione studiati da ristoranti e negozi per la fase di riapertura, avviata ieri. Il problema è come attuare queste misure per un periodo prolungato di tempo, ha detto Berset, ripescando la similitudine fra la lotta al coronavirus e una maratona.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
3 ore
‘Altri modelli da discutere in vista della prossima riforma’
A colloquio con Jerôme Cosandey di Avenir Suisse sulle prospettive future del primo pilastro dopo il risicato sì popolare ad Avs 21
Svizzera
6 ore
Domenica di bocciature a livello cantonale
La bocciatura più sonora, col 71,5% dei no, va al credito che il Canton Lucerna voleva dare alla Guardia Pontificia in Vaticano
Svizzera
8 ore
Allevamento intensivo: il no è netto
La bocciatura dell’iniziativa va oltre le previsioni: il 62,86% dei votanti ha infatti detto no
Svizzera
8 ore
Imposta preventiva: respinta dal 52% dei voti
Malgrado il testa a testa, alla fine prevale il no
Svizzera
8 ore
Riforma AVS: le donne andranno in pensione a 65 anni
La modifica della legge federale sull’assicurazione per la vecchiaia e per i superstiti approvata per un soffio: sì al 50,6%
Svizzera
9 ore
Ambasciatore ucraino a Berna, no asilo per disertori russi
Preoccupano i migliaia di russi in fuga dal loro Paese per evitare il reclutamento, si teme che tra loro vi siano spie di Putin
Svizzera
13 ore
Una votazione che ha lasciato col fiato sospeso
Le urne sono chiuse, è iniziato lo spoglio delle schede. I risultati in tempo reale
Svizzera
16 ore
C’è tempo fino a mezzogiorno per votare
Svizzeri alle urne su Avs, imposta preventiva e allevamento intensivo
Svizzera
1 gior
Gli F-35 si comprano e gli oppositori si vestono da lutto
La manifestazione oggi a Berna per denunciare “la farsa democratica” riguardo alla decisione del Consiglio federale di acquistare i jet da combattimento
Svizzera
1 gior
Se il vaccino è ‘da buttare’
Sono oltre 10milioni le dosi di Moderna che la Confederazione ha acquistato per contrastare il Covid e che mercoledì... sono scadute
© Regiopress, All rights reserved