laRegione
20.03.20 - 22:14

Terapia intensiva, in emergenza 'decisioni di razionamento'

Pubblicate le linee guida comuni per le decisioni riguardanti il triage di pazienti in terapia intensiva

Ats, a cura de laRegione
terapia-intensiva-in-emergenza-decisioni-di-razionamento

L'Accademia svizzera delle scienze mediche (Assm) e la Società svizzera di medicina intensiva (Ssmi) hanno pubblicato oggi linee guida comuni per le decisioni riguardanti il triage dei pazienti in terapia intensiva. Questo documento integra le linee guida "Misure di terapia intensiva" sviluppate dall'Assm nel 2013.

Finché sono disponibili risorse sufficienti, tutti i pazienti che necessitano di cure intensive vengono ricoverati e trattati secondo criteri stabiliti. Se si verifica una situazione di emergenza con un gran numero di pazienti gravemente malati, è necessario prendere decisioni di razionamento, scrive l'Assm in un comunicato.

Una tale situazione aumenta enormemente la pressione sul personale medico. È quindi tanto più importante che in tutta la Svizzera vengano applicati criteri analoghi per l'ammissione e il trattamento in terapia intensiva. I pazienti affetti da Covid-19 e altri pazienti che necessitano di cure intensive sono trattati secondo gli stessi criteri.

Se, a causa di un sovraccarico totale delle capacità, si dovessero respingere pazienti che necessitano di terapia intensiva, la prognosi a breve termine è da ritenersi il fattore decisivo per il triage, sottolinea l'Assm.

I pazienti la cui prognosi è di una favorevole dimissione dall'ospedale grazie alla terapia intensiva, ma che non l'avrebbero se fossero curati in altri reparti, hanno la massima priorità, precisa la nota. L'età di per sé non è un criterio da prendere in considerazione e neppure il sesso, il luogo di residenza, la nazionalità, l'appartenenza religiosa, lo stato sociale, quello assicurativo e neppure, infine, un'eventuale malattia cronica preesistente.

Tuttavia, l'età è da prendere in considerazione indirettamente nel criterio della "prognosi a breve termine", poiché le persone anziane soffrono più spesso di comorbilità. Infine, secondo l'Assm, non dovrebbero essere applicati altri criteri menzionati nella letteratura come ad esempio "primo arrivato, meglio servito" e non bisognerebbe dare precedenza alle persone di "alto valore sociale".

Quando si devono prendere decisioni riguardanti il triage dei pazienti, è importante mantenere la fiducia anche nelle circostanze più difficili. Per questo motivo è importante che criteri di razionamento oggettivi e processi equi siano sempre applicati in modo trasparente, conclude l'Accademia.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
14 ore
Anche gli svizzeri a rischio di inondazioni
I mutamenti climatici aggravano il problema di chi abita all’interno delle vie di sfogo delle acque in caso di tracimazione. A rischio 700mila persone
Svizzera
16 ore
Kutter dal centro paraplegici di Nottwil: ‘Ce la faremo!’
Il consigliere nazionale zurighese twitta un messaggio di ottimismo dopo l’incidente sugli sci costatogli la frattura di due vertebre cervicali
Svizzera
17 ore
I Cantoni potrebbero restare per anni senza i soldi della Bns
È quanto affermano gli economisti dell’Ubs. La probabilità di una distribuzione salirà di nuovo sopra il 50% soltanto nel 2026
Svizzera
18 ore
Nel 2022 il 66% in più di traffico aereo in Svizzera
Il dato si sta riavvicinando a quello del periodo pre-pandemico distaccandosi solo del 12% rispetto al 2019
Svizzera
19 ore
Syndicom: basta molestie e sessismo nelle redazioni
Sulla scia delle rivelazioni su casi di mobbing e sessismo presso una testata del gruppo Tamedia, il sindacato dei media reclama un cambio di cultura
Svizzera
19 ore
Niente da fare per l’iniziativa per pensioni eque
I promotori gettano la spugna: l’obiettivo delle 100mila firme entro il 7 marzo resta una chimera
Svizzera
19 ore
Grindelwald, fiamme in una stazione della seggiovia
L’incendio si è sviluppato nella struttura a valle dell’impianto di risalita ‘Schilt’. Chiusa per motivi di sicurezza anche la vicina ‘Grindel’
Svizzera
20 ore
Dipendenze Svizzera contro la vendita notturna di alcolici
La Fondazione rileva come nei cantoni in cui dalle 21 alle 6 non è in vendita l’alcol, a parte il vino, i ricoveri dei giovani sian diminuiti del 30%
Svizzera
22 ore
La disoccupazione ‘Seco’ sale al 2,2%, il Ticino al quinto posto
I dati della Segreteria di Stato per l’economia non includono chi ha esaurito il diritto a ricevere le prestazioni o si trova a beneficio dell’assistenza
Svizzera
1 gior
Ottanta soccorritori svizzeri partiti verso Turchia e Siria
In serata sono decollati da Zurigo anche otto cani da ricerca e 18 tonnellate di materiale con destinazione le aree disastrate dal potentissimo sisma
© Regiopress, All rights reserved