laRegione
19.02.20 - 17:19
Aggiornamento: 21:19

WikiLeaks, Ginevra vuole accogliere Assange

'Il fondatore non può essere biasimato per aver denunciato crimini di guerra'. Trump avrebbe voluto graziarlo se avesse scagionato la Russia

wikileaks-ginevra-vuole-accogliere-assange
(Keystone)

Il Cantone di Ginevra potrebbe chiedere alla Confederazione di rilasciare un visto umanitario a Julian Assange. Il 48enne fondatore di WikiLeaks è attualmente detenuto in un carcere di massima sicurezza nel Regno Unito.

Il granconsigliere verde Jean Rossiaud, promotore della richiesta, ha confermato di aver incontrato oggi il consigliere di Stato di Ginevra Mauro Poggia, come annunciato dalla televisione della Svizzera tedesca Srf. Poggia si è detto favorevole.

Rossiaud ha anche presentato una proposta di risoluzione al Gran Consiglio, insieme ad altri deputati, per invitare il governo ginevrino ad agire a Berna. Il testo sarà forse discusso nella prossima seduta parlamentare. "Tutto dipenderà dall'urgenza", ha spiegato.

Sta male

All'incontro con Mauro Poggia era presente il padre di Julian Assange, John Shipto. Rossiaud ha anche incontrato il direttore degli Ospedali universitari di Ginevra (HUG) per discutere la possibilità di ricoverare il fondatore di WikiLeaks, il cui stato di salute è fortemente peggiorato. Lo stesso relatore speciale dell'ONU sulla tortura, Nils Melzer, ha espresso preoccupazione per Assange, che è tenuto in isolamento dall'aprile 2019 e che, secondo quanto riferito, è stato drogato durante i suoi interrogatori.

Gli Stati Uniti chiedono l'estradizione di Assange e hanno presentato 17 capi d'accusa contro di lui. Tuttavia, da quando la Svezia ha archiviato le indagini per stupro contro Assange non sono state mosse accuse, ha detto Rossiaud. "Il fondatore di WikiLeaks non può essere biasimato per aver denunciato crimini di guerra commessi dai militari statunitensi, in particolare in Iraq."

Decide Berna

Se Julian Assange viene estradato negli Stati Uniti rischia l'ergastolo o addirittura la pena di morte. Laurent Paoliello, portavoce di Mauro Poggia, ha comunque precisato che la decisione finale spetta alla Confederazione.

Il ricatto di Trump

Donald Trump aveva offerto la grazia o una via d'uscita ad Assange, indagato negli Stati Uniti, nel caso in cui avesse detto che la Russia non è coinvolta nella divulgazione delle email hackerate al partito democratico nel 2016.

Lo scrive il 'Guardian', citando una dichiarazione fatta alla corte di Westminster dall'avvocato del fondatore di Wikileaks, secondo cui la proposta è arrivata tramite il deputato repubblicano Dana Rohrabacher, che ha fatto visita ad Assange quando era nell'ambasciata ecuadoregna nell'agosto del 2017.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
friburgo
6 ore
Tribunale cantonale assolve in appello 27 attivisti per clima
Avevano bloccato l’entrata di un centro commerciale il 29 novembre 2019 in occasione della giornata del Black Friday.
Svizzera
12 ore
Mattarella auspica Berna in programmi europei di ricerca
Per il presidente italiano ‘una collaborazione che si inserisce nel più ampio contesto europeo e contribuisce allo sviluppo del nostro continente’
Svizzera
17 ore
Sulla protezione della biodiversità la Svizzera è indietro
La Confederazione è all’ultimo posto in Europa: dal 2012 nessuna zona è stata inserita nella rete paneuropea di aree protette ‘Smeraldo’
Svizzera
18 ore
Tetto massimo ai premi di cassa malati, non se ne parla
Il Consiglio degli Stati ha respinto l’entrata in materia sulla proposta socialista di limitare i premi al 10% del reddito disponibile
Svizzera
19 ore
Cercasi mangiatori di plastica nei suoli alpini
L’Istituto federale di ricerca sulla foresta, la neve e il paesaggio ne ha analizzato la possibilità: scoperti organismi sensibili
Successione Sommaruga-Maurer
1 gior
I partiti mantengono un profilo basso
A seguito delle prime audizioni i vari gruppi partitici non si sbilanciano: per il momento nessuna raccomandazione di voto
Svizzera
1 gior
Sergio Mattarella accolto con gli onori militari
Il Consiglio federale al completo ha accolto il presidente della Repubblica italiana, il quale resterà nel Paese per una visita di Stato di due giorni
Svizzera
1 gior
Vögele Shoes chiude a fine anno e licenzia 131 persone
La società si trova attualmente al centro di una procedura di fallimento
Svizzera
1 gior
Il lupo resta ‘rigorosamente protetto’
La Convenzione di Berna respinge la richiesta svizzera di catalogare il grande predatore come specie solo ‘protetta’
Svizzera
1 gior
Sindacati e impresari costruttori raggiungono un accordo
L’esito dei negoziati per il contratto mantello deve ancora essere approvato dagli organi decisionali di entrambe le parti
© Regiopress, All rights reserved