laRegione
06.02.20 - 09:47

Domande d'asilo, più ricorsi con la procedura celere

In media la Segreteria di Stato della migrazione ci mette una cinquantina di giorni per decidere. Per un quinto dei richiedenti serve la procedura ampliata

Ats, a cura de laRegione
domande-d-asilo-piu-ricorsi-con-la-procedura-celere
Il 33% delle decisioni vengono impugnate (Ti-Press)

A poco meno di un anno dalla sua entrata in vigore, la procedura celere per l'esame delle domande d'asilo è giudicata positivamente dalla Segreteria di stato della migrazione (Sem). Le procedure d'esame durano in media 50 giorni e il numero di persone che lasciano la Svizzera volontariamente è salito.

Tuttavia, col nuovo sistema il 33% delle decisioni vengono impugnate davanti al Tribunale amministrativo federale (Taf), a fronte del 31% del vecchio sistema.

Grazie alle procedure d'asilo celeri, indica una nota odierna della Sem, i richiedenti asilo apprendono in tempi brevi se beneficeranno di protezione o se dovranno lasciare la Svizzera. In media la Sem ci mette una cinquantina di giorni per decidere. Durante questo periodo, il postulante soggiorna in un centro federale d'asilo. Quattro richieste su cinque sono trattate secondo la procedura celere o la procedura Dublino (35 giorni in media).

Per un quinto delle domande d'asilo occorre invece la procedura ampliata (in media 100 giorni per decidere). In questi casi i richiedenti vengono attribuiti a un Cantone.

I richiedenti asilo che non hanno diritto alla protezione devono lasciare il Paese, se possibile volontariamente. Queste persone godono della consulenza gratuita di un legale e hanno inoltre accesso alla consulenza per il ritorno. Quanto prima una persona decide di partire, tanto maggiore sarà il sostegno che le verrà corrisposto per il rimpatrio. Queste misure si dimostrano efficaci, secondo la Sem: il numero di partenze volontarie è aumentato di circa un terzo col nuovo sistema.

Il gratuito patrocinio, spiega la nota, fa aumentare anche l'accettazione delle decisioni della Sem poiché i richiedenti asilo vengono informati tempestivamente dai loro legali in merito al sistema d'asilo elvetico e alle loro opportunità. In ogni caso, il 33% delle decisioni vengono contestate dinanzi al Taf.

 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
friburgo
6 ore
Tribunale cantonale assolve in appello 27 attivisti per clima
Avevano bloccato l’entrata di un centro commerciale il 29 novembre 2019 in occasione della giornata del Black Friday.
Svizzera
13 ore
Mattarella auspica Berna in programmi europei di ricerca
Per il presidente italiano ‘una collaborazione che si inserisce nel più ampio contesto europeo e contribuisce allo sviluppo del nostro continente’
Svizzera
18 ore
Sulla protezione della biodiversità la Svizzera è indietro
La Confederazione è all’ultimo posto in Europa: dal 2012 nessuna zona è stata inserita nella rete paneuropea di aree protette ‘Smeraldo’
Svizzera
19 ore
Tetto massimo ai premi di cassa malati, non se ne parla
Il Consiglio degli Stati ha respinto l’entrata in materia sulla proposta socialista di limitare i premi al 10% del reddito disponibile
Svizzera
20 ore
Cercasi mangiatori di plastica nei suoli alpini
L’Istituto federale di ricerca sulla foresta, la neve e il paesaggio ne ha analizzato la possibilità: scoperti organismi sensibili
Successione Sommaruga-Maurer
1 gior
I partiti mantengono un profilo basso
A seguito delle prime audizioni i vari gruppi partitici non si sbilanciano: per il momento nessuna raccomandazione di voto
Svizzera
1 gior
Sergio Mattarella accolto con gli onori militari
Il Consiglio federale al completo ha accolto il presidente della Repubblica italiana, il quale resterà nel Paese per una visita di Stato di due giorni
Svizzera
1 gior
Vögele Shoes chiude a fine anno e licenzia 131 persone
La società si trova attualmente al centro di una procedura di fallimento
Svizzera
1 gior
Il lupo resta ‘rigorosamente protetto’
La Convenzione di Berna respinge la richiesta svizzera di catalogare il grande predatore come specie solo ‘protetta’
Svizzera
1 gior
Sindacati e impresari costruttori raggiungono un accordo
L’esito dei negoziati per il contratto mantello deve ancora essere approvato dagli organi decisionali di entrambe le parti
© Regiopress, All rights reserved