laRegione
15.01.20 - 19:16

Cassa malati, Ginevra e Vaud allineati al Ticino

I due esecutivi cantonali chiedono alle Camere premi conformi ai costi e di modificare la legge federale sulla sorveglianza e più trasparenza

cassa-malati-ginevra-e-vaud-allineati-al-ticino
Premi da ricalcolare (Ti-Press)

Imitando il Ticino, anche Ginevra e Vaud vogliono che i premi di cassa malati corrispondano ai costi delle prestazioni. I governi dei due cantoni chiedono ai loro parlamenti di inoltrare all'Assemblea federale tre iniziative cantonali in tal senso. In un comunicato congiunto diffuso oggi, i Consigli di Stato di Vaud e Ginevra auspicano che altri cantoni seguano l'esempio. I tre progetti di iniziativa chiedono alle Camere di modificare la legge federale sulla sorveglianza delle casse malattia.

Premi conformi ai costi
Un testo intitolato "Per premi conformi ai costi" prevede il rimborso effettivo e sistematico da parte degli assicuratori dei premi che superano i costi. Date le differenze dell'ammontare da un cantone all'altro, tale misura consentirebbe anche di garantire una partecipazione equa dei cantoni alla costituzione delle riserve nazionali di ogni cassa malattia. L'iniziativa "Per delle riserve giuste e adeguate" chiede invece di introdurre una soglia concreta al 150% del limite legale. Oltre questo limite gli assicuratori dovranno rimborsare i pazienti. L'attuale base legale lascia libere le casse malati di accumulare delle riserve.

Più trasparenza
"Più forze ai cantoni" propone invece di reintrodurre trasparenza tramite la trasmissione di tutte le informazioni che permettano ai cantoni di prendere posizione nella procedura di approvazione dei premi. L'anno scorso l'Ufficio federale della sanità pubblica (Ufsp) non ha più comunicato i dati relativi ai premi del 2020, ma solo i costi previsti dagli assicuratori. Secondo la legge sulla sorveglianza delle casse malattia, l'ammontare dei premi dell'assicurazione obbligatoria non può essere reso pubblico né applicato prima del via libera da parte del l'Ufsp. Tale regola intende proteggere gli assicurati dalle decisioni errate prese in modo prematuro e garantire una concorrenza leale. Nel 2019 alcuni assicuratori hanno aggirato questa regola e ciò ha scatenato una serie di speculazioni e false previsioni.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
friburgo
6 ore
Tribunale cantonale assolve in appello 27 attivisti per clima
Avevano bloccato l’entrata di un centro commerciale il 29 novembre 2019 in occasione della giornata del Black Friday.
Svizzera
13 ore
Mattarella auspica Berna in programmi europei di ricerca
Per il presidente italiano ‘una collaborazione che si inserisce nel più ampio contesto europeo e contribuisce allo sviluppo del nostro continente’
Svizzera
18 ore
Sulla protezione della biodiversità la Svizzera è indietro
La Confederazione è all’ultimo posto in Europa: dal 2012 nessuna zona è stata inserita nella rete paneuropea di aree protette ‘Smeraldo’
Svizzera
19 ore
Tetto massimo ai premi di cassa malati, non se ne parla
Il Consiglio degli Stati ha respinto l’entrata in materia sulla proposta socialista di limitare i premi al 10% del reddito disponibile
Svizzera
20 ore
Cercasi mangiatori di plastica nei suoli alpini
L’Istituto federale di ricerca sulla foresta, la neve e il paesaggio ne ha analizzato la possibilità: scoperti organismi sensibili
Successione Sommaruga-Maurer
1 gior
I partiti mantengono un profilo basso
A seguito delle prime audizioni i vari gruppi partitici non si sbilanciano: per il momento nessuna raccomandazione di voto
Svizzera
1 gior
Sergio Mattarella accolto con gli onori militari
Il Consiglio federale al completo ha accolto il presidente della Repubblica italiana, il quale resterà nel Paese per una visita di Stato di due giorni
Svizzera
1 gior
Vögele Shoes chiude a fine anno e licenzia 131 persone
La società si trova attualmente al centro di una procedura di fallimento
Svizzera
1 gior
Il lupo resta ‘rigorosamente protetto’
La Convenzione di Berna respinge la richiesta svizzera di catalogare il grande predatore come specie solo ‘protetta’
Svizzera
1 gior
Sindacati e impresari costruttori raggiungono un accordo
L’esito dei negoziati per il contratto mantello deve ancora essere approvato dagli organi decisionali di entrambe le parti
© Regiopress, All rights reserved