laRegione
informare-le-vittime-di-reati-quando-il-colpevole-esce
(archivio Keystone)
Svizzera
22.08.19 - 12:460
Aggiornamento : 14:46

Informare le vittime di reati quando il colpevole 'esce'

Secondo il Tribunale federale, vittime e loro famigliari hanno il diritto di essere messi al corrente della scarcerazione dei colpevoli.

Le vittime di reati e i loro famigliari hanno il diritto di essere informati quando i colpevoli vengono scarcerati. Lo ha deciso il Tribunale federale, chiamato par la prima volta ad esprimersi su un caso del genere. L'Alta Corte ha respinto il ricorso di una donna condannata per complicità in assassinio.

Quest'ultima era stata condannata a sei anni di detenzione nel 2015 per essere stata coinvolta nell'omicidio di suo genero, ucciso da un sicario nel 2008 mentre dormiva nel suo appartamento.

Lo scorso anno, la madre dell'uomo ha chiesto al Servizio ginevrino di esecuzione delle pene (Sapem) di essere informata al momento della scarcerazione della consuocera allo scopo di evitare incontri fortuiti.

Il Sapem ha accettato di informare la donna per quel che concerne la scarcerazione o una eventuale evasione. Il ricorso della consuocera è stato respinto dalla giustizia ginevrina.

Si è così giunti al Tribunale federale che ha anch’esso respinto il ricorso. I giudici di Mon Repos ricordano che il Codice penale conferisce alla vittima e ai suoi famigliari il diritto all'informazione sull'esecuzione della pena dell'autore del reato. Solo un interesse preponderante del condannato consente di impedire la comunicazione di tali informazioni.

Nel caso concreto, il Tf ha sottolineato che la possibilità di un incontro fortuito tra le parti è proprio uno dei motivi principali che hanno portato all'adozione di questa disposizione, entrata in vigore il 1° gennaio 2016. I giudici hanno altresì respinto l'interpretazione secondo cui la trasmissione di informazioni è giustificata solo in caso di "comportamento negativo" della persona condannata, per esempio in caso di minacce. Per il Tribunale federale, tale requisito non è previsto dalla legge, né emerge dalla volontà del legislatore.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
1 ora
Coronavirus, in Svizzera 132 nuovi casi nelle ultime 24 ore
Quasi raddoppiato il numero dei contagi rispetto a ieri: il totale dei casi da inizio pandemia sale a 33'148. Non si sono verificati nuovi decessi.
Svizzera
1 ora
Tf, il vaccino contro il morbillo può essere imposto
Secondo il tribunale federale, se i genitori sono in disaccordo sulla vaccinazione le autorità devono intervenire nell'interesse del bambino
Svizzera
2 ore
Donne incinte e i loro bambini sono un gruppo a rischio Covid
Studi recenti dimostrano che le donne in gravidanza possono sviluppare una forma grave del virus, che può anche avere conseguenze sul feto
Svizzera
2 ore
A Lucerna massimo cento persone nei ristoranti e bar
Il nuovo limite riguarda i locali in cui i clienti non sono seduti al tavolo. Previste restrizioni anche per gli eventi
Svizzera
4 ore
Coronavirus: lavoro ridotto negato, AutoPostale fa ricorso
La filiale della Posta vorrebbe beneficiarne per autisti e controllori. Respinta dal Canton Berna anche una simile richiesta da parte delle Ffs.
Svizzera
19 ore
Olten, bimbo investito sulle striscie. È grave
Stava attraversando sulle striscie in compagnia di altri due ragazzi
Svizzera
20 ore
Svizzera, nel 2020 raddoppiato l'export di armi
Il coronavirus non ha bloccato le vendite di materiale bellico. Nel primo semestre se ne è venduto per 501 milioni di franchi.
Svizzera
1 gior
Coronavirus, in Svizzera nuovi contagi stabili, ma due decessi
Nelle ultime 24 ore sono risultate positive altre 70 persone. Il bilancio delle vittime sale invece a 1'688, ovvero 19,7 decessi ogni 100mila abitanti
Svizzera
1 gior
'Ex deputata catalana spiata in Svizzera'
Vi sono sospetti che il telefono di una delle separatiste, Anna Gabriel rifugiata a Ginevra, sia stato controllato anche su suolo elvetico.
Svizzera
1 gior
Rapina in pieno giorno a Basilea: uomo ferito alla testa
Tre giovani hanno accerchiato un 55enne in un parco tentando di rubargli il portamonete: lui ha reagito e ha ricevuto una manganellata
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile