laRegione
30.04.19 - 11:52

Soldi e partiti, controprogetto a giorni in consultazione

È pronta l'alternativa all'Iniziativa sulla trasparenza. Ma i contenuti saranno resi noti soltanto il 7 maggio.

di Ats
soldi-e-partiti-controprogetto-a-giorni-in-consultazione
Keystone

Berna – Il disegno di legge destinato a squarciare il velo che avvolge attualmente il finanziamento dei partiti è pronto, ma bisognerà attendere fino al 7 maggio per conoscerne i particolari. È quanto deciso dalla Commissione delle istituzioni politiche del Consiglio degli Stati (Cip-S) che ha approvato il progetto per 7 voti a 2 e un'astensione.

Il 7 di maggio il progetto verrà inviato in consultazione e solo allora se ne conoscerà il tenore, si legge in una nota odierna dei servizi parlamentari.

Il disegno di legge in questione rappresenta un controprogetto indiretto all'iniziativa popolare "Per più trasparenza nel finanziamento della politica (Iniziativa sulla trasparenza)". Depositato il 10 ottobre 2017, il testo vuole obbligare i partiti a rendere pubblici i loro bilanci e conti economici nonché la provenienza delle donazioni superiori a 10mila franchi per anno e persona. Nel caso di campagne, le persone e i comitati devono dichiarare le donazioni superiori a 10mila franchi sempre che impieghino in totale più di 100mila franchi. Inoltre, accettare donazioni anonime sarebbe vietato.

La Cip-S si era riunita già nel gennaio scorso. In quell'occasione aveva stabilito di voler contrapporre all'iniziativa un controprogetto indiretto, agendo a livello di legge, e non di Costituzione federale, non volendo appesantire la carta fondamentale con disposizioni troppo dettagliate.

Per questo motivo aveva deciso di presentare un'iniziativa parlamentare: dopo aver ottenuto il via libera – anche se solo con un voto di scarto – dall'omologa commissione del Nazionale, la Cip-S si è quindi messa al lavoro, elaborando un testo di legge.

Il suo progetto potrebbe contenere anche una disposizione volta a vietare l'accettazione di donazioni dall'estero. L'omologa commissione del Nazionale si era però opposta a questa aggiunta.

In generale, i favorevoli a un controprogetto sostengono che i cittadini desiderano una maggiore trasparenza come dimostrerebbe il successo di testi analoghi accolti in Cantoni come Svitto e Friburgo o il Ticino. I contrari, invece, non reputano necessario intervenire. A loro modo di vedere, il Parlamento non dovrebbe, per paura di un'iniziativa popolare, elaborare regole che in realtà non vuole affatto. Essi chiederanno quindi in aula di sottoporre al voto del popolo l'Iniziativa sulla trasparenza senza controprogetto indiretto.

L'iniziativa popolare sulla trasparenza è sostenuta da Verdi, Ps, Pbd, Pev, Partito pirata e dall'organizzazione Transparency International Svizzera, ma non dal Consiglio federale.

Il Gruppo di Stati contro la corruzione (Greco) del Consiglio d'Europa ha recentemente giudicato l'iniziativa positiva. Negli ultimi anni il Greco ha criticato più volte la Svizzera per la sua mancanza di trasparenza nel finanziamento dei partiti. Il popolo potrebbe pronunciarsi in proposito nel 2020 o nel 2021.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
1 ora
Kutter dal centro paraplegici di Nottwil: ‘Ce la faremo!’
Il consigliere nazionale zurighese twitta un messaggio di ottimismo dopo l’incidente sugli sci costatogli la frattura di due vertebre cervicali
Svizzera
1 ora
I Cantoni potrebbero restare per anni senza i soldi della Bns
È quanto affermano gli economisti dell’Ubs. La probabilità di una distribuzione salirà di nuovo sopra il 50% soltanto nel 2026
Svizzera
2 ore
Nel 2022 il 66% in più di traffico aereo in Svizzera
Il dato si sta riavvicinando a quello del periodo pre-pandemico distaccandosi solo del 12% rispetto al 2019
Svizzera
3 ore
Syndicom: basta molestie e sessismo nelle redazioni
Sulla scia delle rivelazioni su casi di mobbing e sessismo presso una testata del gruppo Tamedia, il sindacato dei media reclama un cambio di cultura
Svizzera
3 ore
Niente da fare per l’iniziativa per pensioni eque
I promotori gettano la spugna: l’obiettivo delle 100mila firme entro il 7 marzo resta una chimera
Svizzera
3 ore
Grindelwald, fiamme in una stazione della seggiovia
L’incendio si è sviluppato nella struttura a valle dell’impianto di risalita ‘Schilt’. Chiusa per motivi di sicurezza anche la vicina ‘Grindel’
Svizzera
4 ore
Dipendenze Svizzera contro la vendita notturna di alcolici
La Fondazione rileva come nei cantoni in cui dalle 21 alle 6 non è in vendita l’alcol, a parte il vino, i ricoveri dei giovani sian diminuiti del 30%
Svizzera
6 ore
La disoccupazione ‘Seco’ sale al 2,2%, il Ticino al quinto posto
I dati della Segreteria di Stato per l’economia non includono chi ha esaurito il diritto a ricevere le prestazioni o si trova a beneficio dell’assistenza
Svizzera
18 ore
Ottanta soccorritori svizzeri partiti verso Turchia e Siria
In serata sono decollati da Zurigo anche otto cani da ricerca e 18 tonnellate di materiale con destinazione le aree disastrate dal potentissimo sisma
Svizzera
23 ore
L’uomo è ancora visto come responsabile del reddito familiare
Secondo un sondaggio, uomini e donne concordano sul fatto che un padre dovrebbe lavorare a una percentuale maggiore rispetto a una madre
© Regiopress, All rights reserved