laRegione
Svizzera
07.09.18 - 18:300

Reddito di cittadinanza, in 588 hanno detto sì

A Rheinau, un comune zurighese, si cercano almeno 650 persone intenzionate a testare l'esperimento sociale di un sussidio incondizionato

A una settimana dall’inizio delle iscrizioni, sono già 588 i residenti di Rheinau (Zurigo) che hanno deciso di partecipare all’esperimento, condotto su scala comunale, di un reddito di base incondizionato. Affinché il test possa effettivamente prendere avvio, i promotori contano sull’adesione di 650 persone, la metà degli abitanti della località zurighese. Il bilancio della partecipazione sarà fatto il 17 settembre. Se la soglia dei 650 partecipanti non dovesse essere raggiunta solo per poche adesioni, il termine per inoltrare una candidatura sarà prorogato di qualche giorno, ha indicato oggi a Keystone-ATS il Comune.

Venerdì scorso si è tenuta una serata informativa nella quale tutti i residenti a Rheinau da prima del 5 giugno scorso (giorno in cui era stato annunciato il progetto) hanno potuto candidarsi: "i formulari sono stati introdotti a raffica nell’urna approntata nella sala". Trovate le persone bisognerà ancora trovare i soldi: ci vorrebbero tra i tre e i cinque milioni di franchi. Il Comune non vuole usare il denaro dei contribuenti e spera di convincere fondazioni, sponsor vari e privati, organizzando una raccolta pubblica di fondi (crowdfunding).

Nella pratica gli abitanti potranno beneficiare di una garanzia di reddito fissata a 2500 franchi per gli adulti di oltre 25 anni, 1250 per i 18-22enni, 1875 per i 23-25enni e 625 per chi non ha ancora compiuto i 18 anni. Chi dichiara un salario o una rendita sotto tale soglia riceverà la differenza, mentre coloro che guadagnano di più non avranno diritto ad alcun franco supplementare. Questi ultimi non avranno certo alcun beneficio finanziario, ma approfitteranno delle esperienze maturate nella località, ritengono i promotori dell’iniziativa. Comunque l’esperimento dovrebbe essere economicamente interessante anche per genitori con un reddito superiore ai 2500 franchi, perché i figli beneficerebbero di 625 franchi. L’idea di sperimentare in piccolo ciò che potrebbe funzionare su larga scala è stata della regista argoviese Rebecca Panian, che sul test intende realizzare un film. Il progetto è sostenuto dai promotori dell’iniziativa popolare "Per un reddito di base incondizionato" bocciata alle urne nel giugno del 2016 (dal 76,9% dei votanti e da tutti i Cantoni; a Rheinau i contrari furono il 72%). Il comune zurighese è stato scelto fra vari candidati.

Tags
reddito
comune
rheinau
franchi
esperimento
promotori
TOP NEWS Svizzera
© Regiopress, All rights reserved