laRegione
01.06.18 - 13:57
Aggiornamento: 14:36

Altri obblighi anti-riciclaggio per avvocati e associazioni

Il consiglio federale propone di rivedere la legge per rispondere alle raccomandazioni del Gafi. Giù la soglia dei pagamenti in contanti per i gioiellieri

a cura de laRegione
altri-obblighi-anti-riciclaggio-per-avvocati-e-associazioni
Ti-Press

In futuro, gli avvocati dovranno essere più vigilanti e le organizzazioni non governative dovranno avere accrescere l'attenzione sui rischi di riciclaggio di denaro e di finanziamento del terrorismo internazionale. Il Consiglio federale ha posto oggi in consultazione sino al 21 settembre un progetto per rafforzare l’integrità della piazza finanziaria svizzera.

La revisione della legge sul riciclaggio di denaro risponde alle raccomandazioni del Gruppo d’azione finanziaria internazionale (Gafi). Stando all’ultimo rapporto di valutazione realizzato nel 2016, il dispositivo svizzero di lotta contro il riciclaggio di denaro è globalmente buono, ma comporta ancora punti deboli.

Il Consiglio federale prevede essenzialmente sette misure per rimediarvi. Le associazioni esposte a un rischio crescente di abusi dovranno avere tutte le carte in regola. Quelle che sono principalmente coinvolte nella raccolta o nella distribuzione di fondi all’estero per scopi caritatevoli dovranno essere inscritte nel registro di commercio.

Avvocati interessati

In seguito alle rivelazioni dei Panama papers, banchieri e commercianti non saranno più i soli a essere sottoposti alla legge sul riciclaggio di denaro. Il Consiglio federale propone di sottoporre a obblighi di diligenza anche determinati servizi forniti in relazione alla costituzione, gestione o amministrazione di società o di trust.

Gli obblighi di diligenza previsti per gli avvocati e consulenti giuridici non si spingeranno così lontano come quelli dei commercianti. Anziché essere obbligati a comunicare alle autorità attività sospette di riciclaggio di denaro o di finanziamento del terrorismo, essi dovranno opporre un rifiuto o interrompere la relazione d’affari.

Il Consiglio federale suggerisce inoltre che la legge obblighi esplicitamente gli intermediari a verificare le informazioni relative all’avente diritto economico, precisa una nota governativa odierna. I banchieri dovranno anche controllare regolarmente l’attualità delle informazioni riguardanti i clienti. La periodicità e l’entità della verifica dipendono dal rischio rappresentato dalla controparte.

Metalli preziosi

Un altro aspetto concerne il commercio di pietre e metalli preziosi. I venditori saranno sottoposti agli obblighi di diligenza in caso di pagamento in contanti a partire da 15mila franchi anziché 100mila come avviene attualmente.

Il commercio al dettaglio non è praticamente interessato dalla modifica della legge poiché i prodotti finiti ne sono esclusi. Gli acquirenti di metalli preziosi usati dovranno pure rispettare gli obblighi di diligenza al fine di ridurre il rischio di ricettazione.

Infine, il progetto propone di migliorare l’efficacia del sistema di comunicazione dei sospetti in materia di riciclaggio di denaro e finanziamento del terrorismo. La differenza tra il diritto e il dovere di comunicare i casi all’Ufficio di comunicazione in materia di riciclaggio di denaro (Mros) non trova più campo di applicazione. Il Consiglio federale raccomanda quindi di sopprimere "tout court" il diritto di comunicazione. Quale contropartita, il termine di 20 giorni imposto al Mros per analizzare le comunicazioni giuntegli verrà abolito.

TOP NEWS Svizzera
Svizzera
2 ore
‘Altri modelli da discutere in vista della prossima riforma’
A colloquio con Jerôme Cosandey di Avenir Suisse sulle prospettive future del primo pilastro dopo il risicato sì popolare ad Avs 21
Svizzera
5 ore
Domenica di bocciature a livello cantonale
La bocciatura più sonora, col 71,5% dei no, va al credito che il Canton Lucerna voleva dare alla Guardia Pontificia in Vaticano
Svizzera
7 ore
Allevamento intensivo: il no è netto
La bocciatura dell’iniziativa va oltre le previsioni: il 62,86% dei votanti ha infatti detto no
Svizzera
7 ore
Imposta preventiva: respinta dal 52% dei voti
Malgrado il testa a testa, alla fine prevale il no
Svizzera
8 ore
Riforma AVS: le donne andranno in pensione a 65 anni
La modifica della legge federale sull’assicurazione per la vecchiaia e per i superstiti approvata per un soffio: sì al 50,6%
Svizzera
9 ore
Ambasciatore ucraino a Berna, no asilo per disertori russi
Preoccupano i migliaia di russi in fuga dal loro Paese per evitare il reclutamento, si teme che tra loro vi siano spie di Putin
Svizzera
13 ore
Una votazione che ha lasciato col fiato sospeso
Le urne sono chiuse, è iniziato lo spoglio delle schede. I risultati in tempo reale
Svizzera
16 ore
C’è tempo fino a mezzogiorno per votare
Svizzeri alle urne su Avs, imposta preventiva e allevamento intensivo
Svizzera
1 gior
Gli F-35 si comprano e gli oppositori si vestono da lutto
La manifestazione oggi a Berna per denunciare “la farsa democratica” riguardo alla decisione del Consiglio federale di acquistare i jet da combattimento
Svizzera
1 gior
Se il vaccino è ‘da buttare’
Sono oltre 10milioni le dosi di Moderna che la Confederazione ha acquistato per contrastare il Covid e che mercoledì... sono scadute
© Regiopress, All rights reserved