laRegione
Ajax
3
Standard Liege
0
fine
(2-0)
Spartak Trnava
1
Crvena Zvezda
2
fine
(1-1 : 0-0 : 0-1)
Ajax
CHAMPIONS UEFA
3 - 0
fine
2-0
Standard Liege
2-0
1-0 HUNTELAAR KLAAS-JAN
30'
 
 
2-0 DE LIGT MATTHIJS
34'
 
 
3-0 NERES DAVID
46'
 
 
 
 
76'
MPOKU PAUL-JOSE
30' 1-0 HUNTELAAR KLAAS-JAN
34' 2-0 DE LIGT MATTHIJS
46' 3-0 NERES DAVID
MPOKU PAUL-JOSE 76'
First leg (2-2), agg.
(5-2).
Venue: Johan Cruyff Arena.
Turf: Natural.
Capacity: 54,033.
Referee : Ivan Kruzliak (SVK).
Assistant referees : Tomas Somolani (SVK) & Branislav Hancko (SVK).
Fourth official : Filip Glova (SVK).
MATCH SUMMARY : Ajax yet to lose in 3 games v Standard: W1 D2.
Standard unbeaten in 5 European games: W1 D4.
Winners v Slavia Praha/Dynamo Kyiv in play offs.
Losers go into Europa League GROUP stage.
Ultimo aggiornamento: 14.08.2018 23:18
Spartak Trnava
CHAMPIONS UEFA
1 - 2
fine
1-1
0-0
0-1
Crvena Zvezda
1-1
0-0
0-1
1-0 BAKOS MAREK
6'
 
 
 
 
7'
1-1 BEN NABOUHANE EL FARDOU
GODAL BORIS
19'
 
 
 
 
28'
BEN NABOUHANE EL FARDOU
BAKOS MAREK
35'
 
 
 
 
38'
STOJKOVIC FILIP
 
 
60'
STOJILJKOVIC NIKOLA
TOTH MARTIN
66'
 
 
 
 
72'
DEGENEK MILOS
 
 
86'
PAVKOV MILAN
SLOBODA ANTON
90'
 
 
GRENDEL ERIK
95'
 
 
 
 
98'
RADONJIC NEMANJA
 
 
98'
1-2 RADONJIC NEMANJA
HLADIK IVAN
117'
 
 
6' 1-0 BAKOS MAREK
BEN NABOUHANE EL FARDOU 1-1 7'
19' GODAL BORIS
BEN NABOUHANE EL FARDOU 28'
35' BAKOS MAREK
STOJKOVIC FILIP 38'
STOJILJKOVIC NIKOLA 60'
66' TOTH MARTIN
DEGENEK MILOS 72'
PAVKOV MILAN 86'
90' SLOBODA ANTON
95' GRENDEL ERIK
RADONJIC NEMANJA 98'
RADONJIC NEMANJA 1-2 98'
117' HLADIK IVAN
First leg (1-1).
Venue: Stadium Antona Malatinskeho.
Turf: Natural.
Capacity: 19,200.
Referee : Serdar Gozubuyuk (NED).
Assistant referees : Davie Goossens (NED) & Bas van Dongen (NED).
Fourth official : Jeroen Manschot (NED).
MATCH SUMMARY : Trnava yet to feature in a UEFA GROUP stage.
Crvena Zvezda have conceded once in last 6 UEFA away games.
Winners play Salzburg/Shkendija in play offs.
Losers meet Olimpija Ljubljana/HJK in UEL play offs.
Ultimo aggiornamento: 14.08.2018 23:18
Il luogo del delitto (Keystone)
Svizzera
12.02.18 - 13:410
Aggiornamento 21:29

Bimba trovata morta in cantina, chiesto l'omicidio intenzionale

Domandati dieci anni e mezzo e otto anni e mezzo nei confronti di una 35enne tedesca e di un 54enne svizzero

Dieci anni e mezzo rispettivamente otto anni di carcere per omicidio intenzionale. È questa l’accusa avanzata dal Ministero pubblico sangallese nei confronti di una 35enne tedesca e di un 54enne svizzero. I due erano stati arrestati nell’agosto del 2015, dopo che la polizia aveva rinvenuto il cadavere della loro figlia di due anni nella cantina di una casa di Staad.

I genitori sono inoltre accusati di violazione del dovere d’assistenza o di educazione nonché di ripetuta infrazione alla legge federale sugli stupefacenti, indica una nota odierna della procura sangallese, in cui si precisa che oltre alla pena detentiva, nei confronti dei due viene richiesta una pena pecuniaria senza condizionale.

Spetterà al Tribunale distrettuale di Rohrschach, a cui l’atto d’accusa è stato inviato, giudicare la coppia per aver gravemente violato il dovere di assistenza nei confronti della bimba: stando al Ministero pubblico i due non avrebbero nutrito a sufficienza la figlia, non le avrebbero prodigato le cure necessarie e l’avrebbero lasciata sola in casa senza alcuna sorveglianza durante diverse ore, ciò che avrebbe condotto alla sua morte.

All’origine del macabro ritrovamento vi fu un allarme lanciato nell’estate 2015 dall’Autorità di protezione dei minori e degli adulti (APMA) di Rorschach, chiamata ad occuparsi della famiglia. Quest’ultima, oltre alla vittima, comprende altri tre figli, tutti affidati a terzi.

La madre aveva infatti inoltrato una richiesta per riottenere l’affidamento di due di essi: l’APMA era quindi stata incaricata di valutare la situazione. Nel corso degli accertamenti l’ente non era stato in grado di determinare dove si trovasse l’ultimogenita della coppia, una bimba di due anni che in teoria viveva ancora con i genitori.

L’APMA aveva quindi sporto denuncia penale. La polizia, incaricata di indagare sul caso, aveva allora proceduto alla perquisizione del presunto domicilio della piccola, a Staad: nella cantina dell’edificio gli agenti avevano trovato un cadavere, risultato poi essere quello della bimba di due anni.

La madre della piccola era stata posta in detenzione preventiva, mentre il padre, apparso "non in condizione d’essere incarcerato", era stato ricoverato in una struttura psichiatrica.

Tags
bimba
cantina
confronti
due anni
anni mezzo
omicidio intenzionale
apma
omicidio
TOP NEWS Svizzera
© Regiopress, All rights reserved