laRegione
03.08.21 - 09:59
Aggiornamento: 15:47

Rimpatrio forzato, indagine Cio sul caso Bielorussia

La velocista olimpica Timanovskaja rimane confinata nell'ambasciata polacca di Tokyo. Intanto, trovato impiccato in Ucraina un attivista in esilio

rimpatrio-forzato-indagine-cio-sul-caso-bielorussia
Keystone
L'ambasciata polacca a Tokyo

La velocista olimpica bielorussa che si è opposto domenica al rimpatrio forzato era ancora confinata nell'ambasciata polacca a Tokyo martedì. Il Cio ha avviato un'indagine sul caso.

Krystsina Timanovskaja non ha parlato con i media, che sostavano fuori dall'ambasciata. Domani potrebbe volare in Polonia, dove le è stato concesso un visto umanitario lunedì.

Il suo caso continua ad attirare la condanna internazionale della Bielorussia, una ex repubblica sovietica governata con il pugno di ferro dal presidente Alexander Lukashenko dal 1994.

«Il regime di Lukashenko ha tentato di commettere un altro atto di repressione transnazionale (...). Tali azioni violano lo spirito olimpico, sono un affronto ai diritti fondamentali e non può essere tollerato», ha reagito il segretario di stato americano Antony Blinken su Twitter.

Il movimento pro-democrazia in Bielorussia, diventato massiccio un anno fa, è duramente represso dal governo. Migliaia di oppositori sono stati arrestati o costretti all'esilio.

Attivista trovato impiccato

Vitali Chychov, un attivista bielorusso pro-democrazia esiliato in Ucraina, è stato trovato impiccato vicino alla sua casa a Kiev, ha indicato ieri la polizia locale. Shishov era il direttore della Casa bielorussa in Ucraina, un'organizzazione non governativa che aiuta i suoi compatrioti a fuggire dalla repressione nel paese. L'attivista era andato a fare jogging ieri mattina, ma non era più rientrato a casa e non era stato possibile raggiungerlo sul suo cellulare.

Secondo l'organizzazione per i diritti umani Vyasna i suoi amici hanno affermato che di recente Shivov era stato seguito da "estranei" mentre faceva jogging.

La Casa bielorussa in Ucraina ha accusato dell'omicidio il regime di Alexander Lukashenko. «Non c'è dubbio che questa sia un'operazione pianificata dai cekisti (i membri dei servizi segreti, ndr) per liquidare un bielorusso che rappresentava un vero pericolo per il regime», ha affermato La Casa bielorussa in Ucraina in un comunicato.

A maggio, le autorità bielorusse hanno arrestato il giornalista dell'opposizione in esilio Roman Protassevich dirottando l'aereo di linea su cui si trovava e suscitando una protesta internazionale.

Krystsina Timanovskaja ha detto domenica che era stata costretta a terminare la sua partecipazione alle Olimpiadi di Tokyo dall'allenatore della sua squadra, prima di essere accompagnata all'aeroporto da funzionari del Cio bielorusso per il rimpatrio.

Critiche sgradite

Pochi giorni prima, aveva apertamente criticato la Federazione bielorussa di atletica leggera per averla costretta a partecipare alla staffetta 4x400m, quando originariamente avrebbe dovuto correre i 100m e 200m, perché altri due atleti bielorussi avevano fallito un numero sufficiente di test antidoping, ha detto.

Temendo di essere imprigionata in Bielorussia, ha chiesto al Cio di intervenire e alla fine ha passato la notte di domenica "al sicuro" in un hotel dell'aeroporto.

Il sindacato Global Athlete lunedì ha chiesto al Cio di sospendere il comitato olimpico bielorusso, guidato da Viktor Lukashenko, il figlio del presidente bielorusso, e consentire agli atleti del paese di competere sotto una bandiera neutrale.

“Abusi allarmanti”

Il caso Timanovskaja «è un altro esempio di allarmanti abusi contro gli atleti in Bielorussia», ha detto Global Athlete in una dichiarazione.

Il Cio ha lanciato un'indagine ufficiale sull'incidente e attendeva martedì per ricevere un rapporto dal comitato olimpico bielorusso, ha detto il portavoce del Cio Mark Adams. Cio che «deve sentire tutte le parti coinvolte» per stabilire i fatti. Il governo giapponese ha rifiutato di commentare il caso.

Potrebbe interessarti anche
SPORT
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
OLIMPIADI
2 ore
La posizione di Washington: ‘Sì ai russi, ma senza bandiera’
Anche gli americani dicono la loro sulla presenza degli atleti di Russia e Bielorussia a Parigi. ‘Dev’essere chiaro che non rappresentano il loro Paese’
Formula 1
3 ore
È morto Jean-Pierre Jabouille. Aveva ottant’anni
Si è spento l’uomo che segnò l’inizio di un’epoca, portando per la prima volta al successo una vettura turbo sul tracciato di Digione, nel luglio del 1979
CALCIO
6 ore
Preparazione fisica, il tallone d’Achille della Nazionale
Pier Tami ha presentato le conclusioni dell’analisi svolta dall’Asf dopo i Mondiali. ‘Negli ottavi ci stiamo benissimo, per i quarti serve l’exploit’
Calcio
10 ore
Joaquin Ardaiz in prestito al Winterthur
Il 24enne uruguaiano lascia il Lucerna dopo mezzo campionato e un solo gol
pallanuoto
11 ore
I Lugano Sharks a Basilea per i quarti di Coppa svizzera
Venerdì all’Eglisee gli uomini di Jonathan Del Galdo vogliono dar seguito al successo sullo Sciaffusa e qualificarsi per il final four
Calcio
11 ore
Varane non vestirà più la maglia ‘Bleu’
Il difensore centrale della Francia ha deciso di lasciare la Nazionale dopo 93 presenze e un titolo mondiale
TENNIS
11 ore
Marc-Andrea Hüsler aprirà le danze in Coppa Davis
Sarà lo zurighese a disputare la prima partita della sfida tra Germania e Svizzera. Nella seconda scenderà in campo Stan Wawrinka
SCI ALPINO
11 ore
Lucas Braathen operato di appendicite, addio Mondiali
Il 22enne norvegese ben difficilmente sarà ristabilito per il gigante (17 febbraio) e lo slalom (19 febbraio) della rassegna al via lunedì a Courchevel
BASKET
1 gior
La Sam domina il Neuchâtel, i Tigers resistono un tempo al Vevey
Una vittoria e una sconfitta nel turno infrasettimanale. Decisivi due parziali: la Spinelli piazza un 32-0, il Lugano incassa un 10-29
hockey
1 gior
‘Sono sorpreso, contento e orgoglioso’
Grande onore per il linesman Eric Cattaneo, scelto per la finale di Champions: ‘Rispetto al campionato non c’è la stessa conoscenza con i giocatori’
© Regiopress, All rights reserved