laRegione
Salernitana
0
Atalanta
1
2. tempo
(0-0)
Zugo
2
Friborgo
1
fine
(1-1 : 0-0 : 0-0 : 1-0)
Lakers
5
Losanna
1
fine
(2-0 : 2-0 : 1-1)
Ginevra
3
Lugano
5
fine
(1-1 : 1-2 : 1-2)
Ajoie
4
Ambrì
0
3. tempo
(3-0 : 0-0 : 1-0)
Bienne
3
Davos
0
3. tempo
(0-0 : 2-0 : 1-0)
Langnau
2
Zurigo
6
3. tempo
(0-1 : 1-4 : 1-1)
Salernitana
0
Atalanta
1
2. tempo
(0-0)
Zugo
2
Friborgo
1
fine
(1-1 : 0-0 : 0-0 : 1-0)
Lakers
5
Losanna
1
fine
(2-0 : 2-0 : 1-1)
Ginevra
3
Lugano
5
fine
(1-1 : 1-2 : 1-2)
Ajoie
4
Ambrì
0
3. tempo
(3-0 : 0-0 : 1-0)
Bienne
3
Davos
0
3. tempo
(0-0 : 2-0 : 1-0)
Langnau
2
Zurigo
6
3. tempo
(0-1 : 1-4 : 1-1)
il-presidente-dell-ama-sul-doping-che-gli-usa-collaborino
Con la speranza che si allentino le tensioni (Keystone)
Tokyo 2020
23.07.21 - 17:590
Aggiornamento : 19:29

Il presidente dell'Ama: 'Sul doping, che gli Usa collaborino'

Il polacco Witold Banka parla di 'doping accademico' e invita Nfl, Nba, Nhl e Mlb a fare di più. 'Lavoriamo insieme e focalizziamoci su questa battaglia'

Non le manda certo a dire, Witold Banka, il presidente polacco dell'Ama, l'agenzia mondiale antidoping. Che in conferenza stampa a Tokyo, nel giorno dell'apertura ufficiale delle trentaduesime olimpiadi, esorta il mondo dello sport a stelle e strisce ad aderire alle regole internazionali in materia di doping. In realtà, le relazioni tra l'Ama e le autorità statunitensi sono tese da anni, con l'Agenzia antidoping statunitense che chiede da tempo una riforma dell'organismo di controllo globale sul doping, mentre i funzionari americani mettono in dubbio l'indipendenza dell'Agenzia a causa del fatto che molti suoi membri sono delegati di federazioni sportive e membri del Cio.

L'ultima tensione risale all'altro ieri, quando il coordinatore nordamericano per il doping nello sport, Richard Baum, ha dichiarato a una commissione del Senato statunitense che gli Usa (i quali, tra l'altro, sono i maggiori finanziatori dell'Ama) hanno trattenuto 1,3 milioni di dollari dei 2,9 milioni di quote annuali destinate all'Agenzia.

Oggi, invece, Banka, ha detto che vorrebbe vedere gli Stati Uniti fare pulizia nel loro giardino, per garantire che il maggior numero possibile dei suoi atleti possa competere secondo il Codice mondiale antidoping. In effetti, le principali leghe professionistiche del Paese, ovvero quelle di american football, baseball, basket e hockey non hanno mai aderito al Codice «È ora che si faccia qualcosa, e sarò più che felice di lavorare con loro perché questa è la debolezza del sistema statunitense» ha detto Banka, parlando di «doping accademico». Per il presidente dell'Ama, bisognerebbe sostenersi a vicenda, invece di sfidarsi. «Il mio messaggio è questo: lavoriamo insieme e concentriamo la nostra attenzione sulla lotta al doping».

Controlli, i russi sono i più 'tartassati'

Sempre a proposito di doping, ma sul fronte dei controllo, il direttore dell'International Testing Agency, Benjamin Cohen, ha affrontato la questione relativa ai controlli per gli atleti russi, che a seguito dell'ormai famigerata squalifica per doping di Stato fino al dicembre del 2022 anche a Tokyo dovranno gareggiare come "indipendenti", cioè in rappresentanza del Comitato olimpico russo anziché della loro stessa nazione, quindi senza bandiera e inno: «Non nascondo che gli atleti russi sono in cima alle valutazioni del rischio basate sugli anni e su problemi precedenti – ha detto Cohen –. Tuttavia non vengono trattati diversamente dagli altri atleti». Anzi: «Durante i programmi delle nostre federazioni abbiamo testato molti atleti russi, che effettivamente vengono testati molto più di quelli di altri Paesi».

SPORT: Risultati e classifiche

Potrebbe interessarti anche
SPORT
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
Hockey
14 min
La prima di McSorley da avversario è un successo
Il Lugano ritrova il successo espugnando le Vernets: botta e risposta fino a metà partita, poi i bianconeri allungano
Hockey
23 min
A Porrentruy l’Ambrì si perde e perde
Un inizio da incubo condanna i biancoblù a un k.o. pesante sotto tutti gli aspetti. L’Ajoie festeggia la prima vittoria, Wolf lo shutout
Calcio
2 ore
Terza vittoria consecutiva per l’Acb
Una rete di Rossini nella prima frazione permette ai granata di superare 1-0 lo Zurigo II
Altri sport
10 ore
Flückiger conquista la generale di Coppa del Mondo
Il bernese si è assicurato il trofeo piazzandosi al quinto posto nella short race di Snowshoe
CALCIO
1 gior
Il Lugano ringrazia il gol di Lungoyi all’ultimo minuto
Nei sedicesimi di Coppa Svizzera i bianconeri superano il Neuchâtel Xamax al termine di una prestazione tutt’altro che esaltante
Hockey
1 gior
Niente poker per l’Ambrì Piotta, battuto dallo Zugo
Prima sconfitta stagionale per i biancoblù, che passano per primi (con McMillan), ma si fanno rimontare e superare dai campioni in carica
Hockey
1 gior
A Lugano è un secondo venerdì senza punti
Un Bienne sempre imbattuto in campionato espugna la Cornèr Arena, soprattutto grazie ai tre gol (e un assist) firmati da uno spietato Damien Brunner
Tennis
1 gior
Belinda Bencic non si conferma: fuori al torneo del Lussemburgo
La sangallese, numero uno del tabellone e Wta 12, dominata ed eliminata dalla 22enne russa Liudmila Samsonova (Wta 48)
CICLISMO
1 gior
Hirschi perde la maglia nonostante una buona cronometro
Al Giro del Lussemburgo il bernese chiude al sesto posto di giornata e cede la leadership al portoghese Almeida che adesso vanta 43” di vantaggio
Hockey
1 gior
Brian Zanetti impressiona al camp di Philadelphia
Ian Laperriere, responsabile degli allenamenti dei Flyers, spende parole di elogio per il diciottenne difensore cresciuto nel vivaio del Lugano
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile