laRegione
07.09.22 - 22:52

Francis Tiafoe non si ferma, e adesso l’America sogna

Dopo Nadal, il ventiquattrenne del Maryland butta fuori anche il russo Rublev. Tra le donne, invece, la Francia s’aggrappa alle imprese di Caroline Garcia

francis-tiafoe-non-si-ferma-e-adesso-l-america-sogna
Keystone
Che sia lei l’erede di Marion Bartoli?

Potrebbe essere Caroline Garcia la donna da battere a questi US Open. La francese, numero 17 della Wta, è arrivata in semifinale buttando fuori nientemeno che la beniamina di casa, l’americana Coco Gauff (6-3 6-4 in poco più di un’ora e mezza), ottenendo così la sua tredicesima vittoria consecutiva. Senza aver ancora ceduto un set da inizio torneo, con una media di 2,7 games persi per set. «Non so come descrivere come mi sento, l’energia era pazzesca, la testa mi rimbomba» dice la francese, che oggi sfiderà la tunisina Ons Jabeur (n. 5) in quella che sarà la sua prima semifinale nello Slam. Non solo: la ventottenne cresciuta nell’Île-de-France è la prima tennista francese ad arrivare alla fase decisiva di un torneo major dal trionfo di Marion Bartoli a Wimbledon, nel 2013. Con lei, in semifinale va pure la bielorussa Aryna Sabalenka (numero 6), che nel primo pomeriggio newyorkese è riuscita a vincere la resistenza di una Karolina Pliskova impallidita, che s’è arresa sul 6-1 7-6 (7/4).

Al maschile, invece, continua l’avventura di Francis Tiafoe, colui che al turno precedente, due giorni prima, era riuscito a infliggere a sua maestà Rafael Nadal la prima sconfitta sul campo del 2022 in un torneo dello Slam. Stavolta il ventiquattrenne Maryland, testa di serie numero 22, riesce a buttar fuori il numero undici delle gerarchie mondiali, il moscovita Andrey Rublev: dopo aver vinto al tiebreak entrambi i primi due set (7/3 il primo, addirittura 7/0 il secondo), l’americano osannato dal pubblico di Flushing Meadows chiude la pendenza al primo match ball, sul 6-4, dopo appena due ore e trentasei minuti in campo. E venerdì sera giocherà la sua prima semifinale in uno Slam, contro lo spagnolo Alcaraz o l’italiano Sinner. Con l’America del tennis al maschile che adesso sogna di porre fine a 19 anni d’insuccessi nello Slam.

Potrebbe interessarti anche
TENNIS
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
CROSS
1 ora
Roberto Delorenzi vince a Moghegno
La prova generale dei Campionati svizzeri di cross 2024 nobilitata dalla presenza di alcuni talenti confederati protagonisti delle prove di Cross Cup
BASKET
3 ore
Juwann James, quando il senso del dovere è più forte del dolore
Asterischi a margine della finale di Sbl Cup vinta dalla Spinelli Massagno. Lo statunitense avrebbe meritato il riconoscimento di Mvp
COSE DELL’ALTRO MONDO
3 ore
Eagles e Chiefs staccano il biglietto per il Super Bowl
Philadelphia supera San Francisco colpito dalla sfortuna, Kansas City si prende la rivincita su Cincinnati grazie a uno stupido fallo
Hockey
5 ore
Il Davos rinforza la difesa con Aaron Irving
Il ventiseienne canadese arriva dal SaiPa in Finlandia e si è accordato con i gialloblù fino al termine della stagione
Calcio
7 ore
Un mese di stop per Allan Arigoni
Il terzino del Lugano ha subito una lussazione acromion-clavicolare di secondo grado della spalla sinistra
IL DOPOPARTITA
18 ore
Sono le situazioni a rendere speciale il ‘Rappi’
Un ottimo Lugano costretto alla resa dal powerplay sangallese. Gianinazzi: ‘Dobbiamo crescere in boxplay e stare alla larga dalla panchina’
HOCKEY
20 ore
Il powerplay del Rapperswil è micidiale, Lugano battuto
La trasferta sangallese ha interrotto la striscia positiva dei bianconeri, sconfitti per 5-2 dagli uomini allenati da Stefan Hedlund
VOLLEY
21 ore
Sconfitto in campionato, il Lugano si rifà in Coppa
Le bianconere cedono strada all’Aesch Pfeffingen, prima di conquistare il biglietto per le semifinali nell’inedito derby con le ragazze di Bellinzona
BASKET
1 gior
La Coppa della Lega è della Spinelli Massagno
A Montreux si è imposta 73-69 contro il Vevey, grazie a una grande prova di Marko Mladjan, Williams e Galloway. Infortunio per Sefolosha
IL DOPOPARTITA
1 gior
L’Ambrì oltre i tre punti. ‘Abbiamo ritrovato la costanza’
I biancoblù rientrano da Langnau con tre punti d’oro sulla strada verso i preplayoff. ‘Ma restano altre 11 battaglie. Rüfenacht? Fisicamente è messo bene’
© Regiopress, All rights reserved