laRegione
01.06.22 - 11:33
Aggiornamento: 17:44

Il miracolo di Nadal a Parigi, ‘una notte indimenticabile’

Nonostante i tanti infortuni recenti, il maiorchino a quasi 36 anni ha sconfitto il n° 1 al mondo Djokovic dopo oltre 4 ore di gioco

Ats, a cura de laRegione
il-miracolo-di-nadal-a-parigi-una-notte-indimenticabile
Keystone

Il 59° episodio degli Open di Francia ha tenuti con il fiato sospeso fino all’una di notte: dopo un altro memorabile duello, Rafael Nadal ha sfidato la logica contro Novak Djokovic nei quarti di finale degli Open di Francia. Affronterà ora per un posto in finale il numero 3 del mondo Alexander Zverev, che ha sconfitto il fenomeno spagnolo Carlos Alcaraz. Anche con una preparazione non ideale, Nadal, a suo agio sulla terra battuta parigina dove ha trionfato 13 volte, aveva promesso di "provarci con tutte le sue forze". Si è aggrappato al suo impegno fino a notte fonda martedì e mercoledì, battendo il numero uno del mondo e campione in carica per 6-2 4-6 6-2 7-6 (7/4) dopo 4 ore e 12 minuti di gioco.

‘Una notte indimenticabile’

"È stata una notte indimenticabile. Avevo dei dubbi sulla capacità di giocare al livello necessario per avere davvero una possibilità", ha ammesso "Rafa". Lo stesso maiorchino si è detto "sorpreso" dal livello del suo gioco ritrovato come per magia.

Una frattura da stress in una costola due mesi prima del Roland Garros? Una stagione sulla terra battuta lanciata più tardi che mai, all’inizio di maggio? Un nuovo colpo dieci giorni prima del Grande Slam di Parigi, quando il piede sinistro, afflitto fin dall’età di 18 anni da un disturbo "cronico e incurabile" (necrosi dell’osso scafoide, ndr), lo ha tradito ancora una volta? Una battaglia di quasi quattro ore e mezza in cinque set 48 ore prima di affrontare Djokovic? Nulla è impossibile per il campione dei mille infortuni e delle mille rinascite, che venerdì festeggerà il suo 36° compleanno.

Djokovic ‘non è sorpreso’

"Non è la prima volta che riesce a tornare al 100% dal punto di vista fisico pochi giorni dopo essere stato dolorante, riuscendo a uscire dal campo in piedi", ha commentato il serbo, "non sorpreso".

"Non so cosa possa succedere dopo questo", ha detto Nadal parlando del suo piede. "Se non riusciamo a trovare una soluzione, sarà molto difficile".

Come in un sogno

Per quasi un’ora e mezza, Nadal, con quasi l’intero stadio dalla sua parte, è andato avanti da solo: fino a quando ha condotto 6-2, 3-0 doppio break, ha recitato il suo tennis come in un sogno. Dopo un 6-1 di Djokovic, i due giocatori sono in parità a un set a testa.

Con la sua caratteristica determinazione feroce, lo spagnolo è tornato a combattere come se nulla fosse accaduto passando in vantaggio dopo le tre ore di gioco per due set a uno. Ma anche dopo mezzanotte, anche dopo tre ore di gioco, anche con le spalle al muro, "Nole" non si è arreso. Sul 5-3, ha avuto due set point al quinto. Ma senza successo. Nessuno ha la testa più dura del mancino maiorchino, che alla fine ha vinto il tie-break.

Djokovic non raggiungerà Nadal nel numero di titoli del Grande Slam al termine degli Open di Francia del 2022. "Rafa" ha persino la possibilità di fuggire in cima alla classifica.

Potrebbe interessarti anche
TENNIS
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
Qatar 2022
11 ore
Un missile di Fullkrug tiene in corsa i tedeschi
Finisce in parità la sfida più attesa tra una Spagna che dovrà stare attenta al Giappone e una Germania che si gioca tutto con il Costarica
Sci
13 ore
Wendy, il gran giorno è arrivato. Ma lo deve condividere
Sulle nevi del Vermont la svittese centra infine un trionfo nello slalom che inseguiva da una vita. A far festa con lei, però, c’è anche Larson
Qatar 2022
13 ore
Senza Neymar l’esame di maturità di Yakin
Il tecnico rossocrociato, che 15 mesi fa allenava ancora in Challenge League, contro il Brasile non disporrà di Okafor
Qatar 2022
14 ore
Davies illude il Canada, Kramaric lo elimina
La Croazia rimonta grazie soprattutto a una doppietta della punta dell’Hoffenheim
IL DOPOPARTITA
15 ore
Un weekend in bianco: ‘Restiamo positivi, meritavamo di più’
L’Ambrì rende nuovamente la vita dura allo Zurigo, che però trova il modo di spuntarla. ‘La fortuna? Non è stata dalla nostra, ma bisogna anche cercarla’
QATAR 2022
16 ore
Belgio sconfitto, a Bruxelles scoppiano disordini
La polizia è intervenuta con cannoni ad acqua per disperdere i tifosi facinorosi. Le autorità hanno chiesto alla popolazione di non recarsi in centro
QATAR 2022
17 ore
‘Battere il Brasile? Non mi stupirebbe’
Nestor Subiat fiducioso sulle qualità della Nazionale svizzera. ‘E per l’Argentina il Mondiale inizia adesso’. Il ricordo del 1994 e di Andres Escobar
Qatar 2022
17 ore
Marocco troppo forte per il Belgio
Dopo il pareggio coi croati vicecampioni del mondo, i magrebini colgono la posta piena coi Diavoli rossi
Qatar 2022
18 ore
Bandiera del Kosovo nello spogliatoio serbo: ‘Fifa ipocrita’
Criticata dal governo della Serbia la decisione di avviare un procedimento disciplinare contro la locale Federcalcio per il vessillo esposto ai Mondiali
Tennis
20 ore
Coppa Davis, nelle qualificazioni Svizzera-Germania
Trasferta impegnativa per i rossocrociati, che sfideranno Zverev e compagni all’inizio di febbraio
© Regiopress, All rights reserved