laRegione
a-melbourne-bencic-parte-bene-e-assicura-sto-sempre-meglio
17.01.22 - 14:56
Aggiornamento : 16:00

A Melbourne Bencic parte bene e assicura: ‘Sto sempre meglio’

La 24enne sangallese, colpita dal coronavirus prima di Natale, nel primo turno ha superato in due set la francese Mladenovic. Avanti anche Jil Teichmann.

Archiviato, perlomeno per quel che riguarda l’edizione 2022 dell’Australian Open, il deplorevole caso Djokovic, si è finalmente iniziato a giocare a Melbourne e la prima giornata ha regalato un “en plein” ai colori rossocrociati. Belinda Bencic (Wta 22) e Jil Teichmann (34) hanno infatti superato senza particolari problemi il primo turno, sconfiggendo rispettivamente Kristina Mladenovic (91) e Petra Martic (57).

Contro la francese di origine serba, la sangallese ha impiegato un po’ di tempo a ingranare – ricordiamo che la sua preparazione al primo Slam della stagione è stata perturbata dalla positività al coronavirus riscontrata giusto prima di Natale –, ma una volta inserita la marcia giusta (ha fatto una prima volta la differenza sul 4-4 della prima frazione) non si è più fermata andando a imporsi 6-4 6-3 in 1 ora e 29 minuti di gioco. «Non sono ancora al cento per cento delle mie possibilità, ma mi sento meglio di giorno in giorno», ha spiegato a fine match la campionessa olimpica in carica, che avrà bisogno di tutte le sue energie e capacità per proseguire in un percorso decisamente in salita: già nel prossimo turno la 24enne di Flawil si troverà di fronte la rediviva statunitense (di origine russa) Amanda Anisimova (numero 60 delle classifiche mondiali, semifinalista al Roland Garros nel 2019 e reduce dalla vittoria nel torneo di preparazione all’Australian Open sempre a Melbourne), con la prospettiva di incrociare poi la racchetta in un eventuale terzo turno con la detentrice del titolo Naomi Osaka (14) e con la numero uno al mondo Ashleigh Barty (entrambe vittoriose in scioltezza all’esordio) negli ottavi di finale.

Prossimo scoglio decisamente complicato anche per la Teichmann, che dopo il doppio 6-3 inflitto alla croata Martic, nel secondo turno dovrà subito vedersela con Victoria Azarenka (24), trionfatrice in Australia nel 2012 e nel 2013. Si tratterà del primo scontro diretto tra le due.

Nella notte svizzera tra lunedì e martedì toccherà agli altri tre rossocrociati in lizza esordire nel torneo: Henri Laaksonen (Atp 91) avrà l’onore di farlo nella Rod Laver Arena, dove sfiderà il favorito alla vittoria finale Daniil Medvedev (2). Viktorija Golubic (40) se la vedrà con la cinese Shuai Zhang (74), Stefanie Vögele (145) con la russa Daria Kasatkina (23).

Keys elimina Kenin, Zverev lotta con Altmaier

Per quel che riguarda i big dei tabelloni maschile e femminile, la sorpresa principale è forse arrivata dalla sconfitta della testa di serie numero undici nonché vincitrice del titolo nel 2011 Sofia Kenin, superata 7-6 7-5 dalla connazionale statunitense Madison Keys (51). Costretta per contro al forfait per infortunio la finalista dell’ultima edizione, la tunisina Ons Jabeur (19). Tra gli uomini tutto facile per Rafael Nadal (5), sbarazzatosi in tre set dell’americano Marcos Giron (66), mentre qualche difficoltà in più l’hanno incontrata il numero tre al mondo Alexander Zverev, 7-6 6-1 7-6 sul connazionale Altmaier (87), e l’italiano Matteo Berrettini, debilitato da problemi intestinali ma alla fine vittorioso in 4 set in rimonta sullo statunitense Nakashima (68).

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
australian open belinda bencic jil teichmann

TENNIS: Risultati e classifiche

Potrebbe interessarti anche
TENNIS
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
HOCKEY
3 ore
Dario Simion e il formato Nhl. ‘Ma adesso la mia testa è qui’
Il ticinese si gode il momento in un finale di stagione travolgente, oltre alla stima di Patrick Fischer. ‘A Zugo Dan Tangnes non mi dava pace’.
Tennis
3 ore
La maledizione di Thiem: ancora fuori al primo turno
Di ritorno dopo 9 mesi di stop, l’austriaco ex numero 3 al mondo non riesce più a vincere: a Ginevra è stato battuto in due set dall’italiano Cecchinato
Calcio
4 ore
Fc Lugano, ora spetta al club la giocata vincente
Dopo il capolavoro di staff e giocatori capaci di conquistare la Coppa, tocca ai nuovi dirigenti trovare il mondo giusto per cavalcare l’entusiasmo.
Hockey
6 ore
L’ultima volta di René Matte. ‘Dopo questa lascio’
Vice di Bozon sulla panchina della Francia ai Mondiali e assistente di Cereda in campionato su quella dell‘Ambrì. ‘Luca è il mio capo, ma anche un amico’
Hockey
6 ore
La spedita marcia canadese: ai Mondiali è tre su tre
Dopo tedeschi e italiani la selezione di Julien sconfigge anche la Slovacchia, mentre la Germania conquista tre punti pesanti contro una buona Francia
Hockey
8 ore
Nazionale, Fischer conta anche su Miranda e Riat
Dopo i forfait (obbligati) di Fiala e Niederreiter, il selezionatore completa il contingente rossocrociato al Mondiale alla vigilia della terza uscita
HOCKEY
8 ore
Conferenza di Cereda prima, partita sullo schermo gigante poi
Martedì alle 18.15 l’allenatore dell’Ambrì parlerà sul tema ‘La creazione di uno spirito vincente. Dove va l’hockey moderno?’. Poi Svizzera-Kazakistan
Hockey
8 ore
Il Mondiale di Davide Fadani: ‘La salvezza a ogni costo’
Il 21enne portiere del Lugano morde il freno alla vigilia della sfida con i danesi. ‘Ora mi sento bene e voglio giocare. Ma già essere qui è incredibile’
BASKET
10 ore
Il muro è vicino, o si vince o ci si schianta
La Spinelli Massagno (sotto 2-1) impegnata a Neuchâtel in gara 4 delle semifinali. Coach Gubitosa: ‘Assieme è più facile imporsi’
hockey
1 gior
La Svizzera s’impone in scioltezza
Anche la seconda uscita mondiale sorride a Thürkauf e soci. Danimarca sconfitta 6 a 0. Un gol e tre assist di Malgin
© Regiopress, All rights reserved