laRegione
KOVINIC D. (MNE)
GOLUBIC V. (SUI)
13:00
 
TENNIS
04.11.21 - 23:00
Aggiornamento: 23:22

A Praga la Svizzera sorride: elvetiche in semifinale

Belinda Bencic e compagne superano l’ostacolo ceco alla Billie Jean King Cup e ora contenderanno il posto in finale alle ragazze australiane

a-praga-la-svizzera-sorride-elvetiche-in-semifinale
Avanti così (Keystone)

Non aveva diritto all’errore, Belinda Bencic (Wta 17), nel duello che l’opponeva all’ultima vincitrice del Roland Garros, Barbora Krejcikova (Wta 3), sulla strada tutta in salita che porta alle semifinali di quella che un tempo si chiamava Fed Cup, e che ora porta il nome di quella Billie Jean King icona del tennis al femminile. In un giovedì che per le rossocrociate nel duello con le favoritissime ceche s’era aperto con la sconfitta senza appello di Viktorija Golubic (Wta 45) opposta a Marketa Vondrousova (Wta 35), vicecampionessa ai Giochi di Tokyo nonché finalista degli Open di Francia 2019, che non ha lasciato scampo alla zurighese, battuta con un chiaro 6-4 6-2.

Ritrovatasi con le spalle al muro, da leader qual è Belinda Bencic ha preso in mano la situazione ed è riuscita a riportare la Svizzera in partita. Pur se nel primo set la sangallese ha dovuto sudare non poco per venire a capo della Krejcikova, riuscendo a spuntarla soltanto al tiebreak dopo essere riuscita a crearsi ben tre occasioni per andare sul 4-0, ma soprattutto dopo aver sprecato una ghiotta palla-set sul 5-4. Ben diverso, invece, il discorso nella seconda frazione, dove la campionessa olimpica è riuscita presto a fare la differenza, nonostante non abbia saputo difendere il break realizzato in entrata: alla Krejcikova risulterà fatale la battuta ceduta durante il settimo gioco, con Belinda Bencic che chiude poi i conti sul 7-6 (7/2) 6-4, sfruttando il primo match point dopo 1 ora e 58 minuti.

L’ultima parola al doppio

Così, a decidere tutto tocca alla sfida di doppio. Chi, però, s’attendeva una rivincita della finale olimpica fra Krejcikova e Siniakova e, appunto, Bencic e Golubic rimarrà deluso: sul fronte rossocrociato, infatti, ad accompagnare l’immancabile Bencic è la biennese Jil Teichmann, di fronte alla ceche Siniakova e Hradecka.

L’avvio di partita per le elvetiche è davvero confortante, e dopo aver immediatamente tolto il servizio alle avversarie Belinda e Jil si fanno speditive, anche grazie all’88% di punti sul primo servizio: il 6-3 della prima frazione ben riassume ciò che si vede in campo. Molto più equilibrato invece il secondo set, dove si va avanti punto a punto fin nel corso dell’ottavo game, quando le elvetiche mettono a segno il break decisivo, in una partita che si chiuderà con un doppio 6-3 in appena un’ora e sei minuti di gioco.

Potrebbe interessarti anche
TENNIS
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
Tennis
6 ore
Djokovic più forte di tutti e di tutto
Il serbo ha conquistato l’Open australiano mostrando, oltre a una netta superiorità tecnica, pure una forza mentale impressionante
Calcio
13 ore
Gattuso lascia il Valencia
Il campione del mondo 2006, 14° in classifica nel campionato spagnolo, se ne va in accordo col club
Hockey
13 ore
Addio a Bobby Hull
Una delle leggende della Nhl - e dei Chicago Blackhawks - si è spenta lunedì a 84 anni
Calcio
16 ore
‘Situazione difficile, aiuteremo i giocatori’
Dopo il fallimento del Fc Chiasso, i sindacati hanno incontrato i calciatori e hanno spiegato loro come muoversi per far valere i propri diritti
CROSS
18 ore
Roberto Delorenzi vince a Moghegno
La prova generale dei Campionati svizzeri di cross 2024 nobilitata dalla presenza di alcuni talenti confederati protagonisti delle prove di Cross Cup
BASKET
20 ore
Juwann James, quando il senso del dovere è più forte del dolore
Asterischi a margine della finale di Sbl Cup vinta dalla Spinelli Massagno. Lo statunitense avrebbe meritato il riconoscimento di Mvp
COSE DELL’ALTRO MONDO
21 ore
Eagles e Chiefs staccano il biglietto per il Super Bowl
Philadelphia supera San Francisco colpito dalla sfortuna, Kansas City si prende la rivincita su Cincinnati grazie a uno stupido fallo
Hockey
22 ore
Il Davos rinforza la difesa con Aaron Irving
Il ventiseienne canadese arriva dal SaiPa in Finlandia e si è accordato con i gialloblù fino al termine della stagione
Calcio
1 gior
Un mese di stop per Allan Arigoni
Il terzino del Lugano ha subito una lussazione acromion-clavicolare di secondo grado della spalla sinistra
IL DOPOPARTITA
1 gior
Sono le situazioni a rendere speciale il ‘Rappi’
Un ottimo Lugano costretto alla resa dal powerplay sangallese. Gianinazzi: ‘Dobbiamo crescere in boxplay e stare alla larga dalla panchina’
© Regiopress, All rights reserved