laRegione
us-open-novak-djokovic-manca-il-grande-slam
(Keystone)
13.09.21 - 07:21
Ats, a cura de laRegione

US Open, Novak Djokovic manca il Grande Slam

Il serbo è stato sconfitto dal russo Daniil Medvedev in tre set 6-4 6-4 6-4 nella finale a New York

S'infrange all'ultimo match il sogno di Novak Djokovic di completare il Grande Slam 52 anni dopo Rod Laver: la finale degli Us Open la vince il russo Daniil Medvedev, numero due del mondo che supera il serbo in tre set 6-4 6-4 6-4, e si aggiudica il primo Slam della sua carriera. Le lacrime di Nole, acclamato dal pubblico dell'Arthur Ashe, al cambio campo sul 4-5 del terzo set, sono l'immagine simbolo di questo match, come la racchetta distrutta dopo l'ennesimo errore. Da un lato c'è un Djokovic nervosissimo, imbrigliato dall'emozione di quel traguardo storico, dall'altro c'è un Medvedev che non sbaglia praticamente nulla. Il russo non concede nulla al serbo, demolendogli il sogno a colpi di racchetta vincendo il primo Slam della sua carriera in un Arthur Ashe completamente schierato per Djokovic.

Un Djokovic a tratti irriconoscibile scarsissima sensibilità nei colpi che generalmente gli escono facilmente e grande nervosismo fin dalle prime battute. Medvedev ha messo in campo il 62% delle risposte, ha chiuso la finale con 31 vincenti a 38. Ha giocato una partita a scacchi perfetta, con i suoi colpi sempre molto personali ma tremendamente efficaci. Ha assorbito il gioco dell'avversario, come è solito fare Djokovic, e cambiato il piano di gioco per togliere punti di riferimenti. Ha giocato soprattutto benissimo di rovescio e così ha scritto l'inizio di una nuova era.

È la prima volta che uno dei migliori esponenti della nuova generazione vince uno Slam contro un Fab Four. "Per me sei il migliore di sempre", ha commentato il russo a fine gara rivolgendosi a Djokovic che a sua volta si è congratulato con il vincitore: "Splendida partita e splendido torneo, se c'era qualcuno che meritava un titolo Slam sei tu - le parole del serbo - Prima della partita pensavo a cosa avrei detto sia se avessi vinto sia se avessi perso: anche se non ho vinto il mio cuore è pieno di gioia, mi avete fatto sentire speciale. Avete toccato il mio animo, a New York non mi ero mai sentito così mi avete incoraggiato. Ci rivediamo presto". In tribuna c'era Rod Laver, l'ultimo a completare il Grande Slam nel 1969, un record, che rimane all'australiano.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
grande slam novak djokovic tennis us open
Potrebbe interessarti anche
TENNIS
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
mountain bike
15 ore
Filippo Colombo splendido secondo a Mont Ste. Anne
Il ticinese si arrende soltanto al francese Titouan Carod. Nino Schurter è sesto. Tra le donne successo di Jolanda Neff.
gallery
la ricorrenza
16 ore
Con il parkour ‘da diciotto a ottantacinque sport’
Gioventù e Sport celebra il cinquantesimo anniversario organizzando a Tenero un campo per settecento giovani e inaugurando una nuova disciplina
CALCIO
19 ore
Europa o Super League, la musica non cambia
A quattro giorni dalla sconfitta contro il Beer Sheva, il Lugano cede a Cornaredo anche contro il Lucerna
calcio
20 ore
Il Bellinzona espugna il Principato
A Vaduz Pollero regala i tre punti ai granata, che riscattano così la sconfitta casalinga contro lo Stade Losanna
MOTOMONDIALE
22 ore
Bagnaia trionfa in Inghilterra
A Silverstone, Pecco ha preceduto Viñales e Miller. Ottavo Quartararo, fuori Zarco
calcio
2 gior
‘Un piacere affrontare ricordi e amici’
Il Vaduz di Alessandro Mangiarratti accoglie il Bellinzona. ‘Diversi tifosi mi hanno scritto che verranno a vedere la partita’
BASEBALL
2 gior
Consigli per gli acquisti? Una figurina da sette milioni
Una foto del 1909 di Honus Wagner, l’Olandese volante, stella del baseball d’inizio Novecento, venduta a 7,5 milioni di dollari. ‘È arte, è storia!’
CICLISMO
2 gior
Dylan Teuns fa le valigie: subito alla Israel-Premier Tech
Vincitore della Freccia vallone ad aprile, il trentenne belga cambia squadra a stagione in corso, in partenza dalla Bahrain-Victorius
KARATE
2 gior
Il Ticino fa la sua parte agli Europei in Olanda
A Hertogenbosch i karateka rossocrociati si mettono in luce: ben quindici le medaglie conquistate, sinonimo di sesto posto nel medagliere
Calcio
2 gior
‘Così tante partite? Per me è bello’
Un carico Jonathan Sabbatini, lancia la sfida al Lucerna. Con un paio di correzioni da applicare rispetto alla partita di Conference League
© Regiopress, All rights reserved