laRegione
Tennis
10.09.21 - 07:48
Aggiornamento: 17:55

US Open - Raducanu vs. Fernandez, finale fra 'teenager'

La 18enne britannica è la prima giocatrice ad arrivare in una finale di un grande torneo partendo dalle qualificazioni. Sfiderà sabato la 19enne canadese

Ats, a cura de laRegione
us-open-raducanu-vs-fernandez-finale-fra-teenager
Emma Raducanu (Keystone)

Un uragano di freschezza soffia sulla competizione femminile agli US Open. La 18enne britannica Emma Raducanu e la 19enne canadese Leylah Fernandez hanno raggiunto la loro prima finale del Grande Slam giovedì.

Emma Raducanu (WTA 150) ha sconfitto la greca Maria Sakkari (No. 17) 6-1 6-4 nella seconda semifinale dopo aver eliminato Belinda Bencic (n. 11) nei quarti di finale diventando la prima giocatrice della storia a raggiungere questa fase di un major partendo dalle qualificazioni.

"Sono in finale, quasi non ci credo", ha detto la londinese raggiante dopo un'altra magistrale prestazione. È anche la più giovane finalista del Grande Slam dai tempi della russa Maria Sharapova, che aveva 17 anni nel 2004 a Wimbledon.

Fernandez ancora in tre set

Leylah Fernandez (WTA 73), che si è resa nota al pubblico svizzero battendo Belinda Bencic in FedCup a Biel nel febbraio 2020, ha faticato molto di più contro la n. 2 Aryna Sabalenka, vincendo poi 7-6 (7/3) 4-6 6-4 in 2h21' contro la bielorussa.

Altrettanto sensazionale è stato il passaggio del terzo turno nel quale ha eliminato la campionessa in carica Naomi Osaka (n. 3), arrivata a due punti da una vittoria che tutti si aspettavano, così come negli ottavi e nei quarti di finale nei quali si è sbarazzata di Angelique Kerber (n. 16) ed Elina Svitolina (n. 5), anche in questo caso al terzo set.

"Non ho idea di come ho fatto! Direi che è stato il pubblico di New York. Oggi mi hanno aiutato. Mi hanno sostenuto. Sono stati anni e anni di lavoro, lacrime, sangue e sacrifici. Sono così felice di essere in finale", ha esclamato con gioia.

Una prima dopo Hingis-Williams

Raducanu contro Fernandez è la prima finale tra "teenager" in un Major dagli US Open del 1999. Serena Williams, allora 17enne, ha battuto Martina Hingis di San Gallo vincendo il suo primo titolo del Grande Slam. Auguriamo loro la stessa gloriosa carriera.

Nel frattempo, una nuovo campionessa aggiungerà il suo nome alla lista dei vincitori di sabato. E mentre Emma Raducanu sembra la più impressionante, partendo da così lontano e passando di turno in turno con tale facilità e autorità, Leylah Fernandez ha mostrato una forza di carattere in situazioni che sembravano compromesse che rende impossibile sottovalutarla.

Crolla Sabalenka 

Leylah Fernandez, che non aveva mai superato il terzo turno su sei tornei del Grande Slam, ha fatto di Aryna Sabalenka la sua terza vittima tra le prime cinque del mondo. Nessuno ha compiuto un tale exploit in un Grande Slam da Serena Williams a Wimbledon nel 2012...

Aryna Sabalenka, la favorita, ha ceduto prima nel tiebreak del primo set, commettendo cinque errori non forzati consecutivi. La bielorussa ha reagito perfettamente nel secondo set, ma è crollata di nuovo sul suo servizio nell'ultimo gioco della partita, con due doppi falli consecutivi.

Contro chi avrebbe preferito giocare la sua finale Leylah Fernandez? "Non mi interessa! Voglio solo giocare con lei", ha detto ridendo la mancina canadese. "C'è un'aspettativa? Arrivo dalle qualificazioni, quindi non c'è pressione", ha detto ridendo Emma Raducanu, che non ha ancora perso un set in questo torneo.

Potrebbe interessarti anche
TENNIS
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
Hockey
2 ore
Champions, 4 svizzere agli ottavi di finale
Il Davos vincitore contro l’Ocelari e lo Zurigo - pur sconfitto in Svezia- raggiungono agli ottavi di finale Zugo e Friborgo
Calcio
2 ore
Champions, vincono Napoli e Inter
Ad Amsterdam dilagano i partenopei, l’Inter soffrendo batte il Barça
Calcio
9 ore
Possibile ritorno di Messi al Barça
Il fuoriclasse argentino potrebbe riabbracciare la Catalogna la prossima estate
COSE DELL’ALTRO MONDO
11 ore
Aaron Rodgers si accomoda nell’elitario club dei 500
Il quarterback di Green Bay ha infranto il muro del mezzo migliaio di touchdown lanciati. Meglio di lui solo Brady, Brees, Manning e Favre
Calcio
14 ore
L’Italia chiede al Brasile l’estradizione di Robinho
L’ex attaccante del Milan violentò una 23enne a Milano nel 2013. È condannato a nove anni di reclusione per violenza sessuale di gruppo
CORSA D’ORIENTAMENTO
15 ore
La finale di Coppa del mondo sorride agli svizzeri
A Davos e Klosters, ottime prove degli elvetici che hanno tenuto testa a svedesi e norvegesi. Elena Roos terza nella prova long
TIRI LIBERI
17 ore
Lugano in costruzione, Sam già rodata
Cosa ha lasciato il primo turno di campionato al di là della sconfitta del favorito Friborgo. Tigers al lavoro, la Spinelli attende esami più tosti
Storie mondiali
22 ore
Mondiali ’98, Jean-Marie Le Pen e la Francia multicolore
Il successo dei Galletti nel Mondiale del 1998, cavalcato o misconosciuto a seconda delle fazioni, si portò appresso diverse implicazioni politiche
CALCIO
1 gior
Gonzalo Higuain annuncia il ritiro
L’attaccante argentino, vicecampione del mondo 2014, chiuderà la carriera al termine della stagione di Mls con l’Inter Miami
CALCIO
1 gior
La settimana della verità per Gerardo Seoane
Il Bayer Leverkusen confrontato con il peggior inizio di stagione da 40 anni a questa parte. Il tecnico lucernese obbligato a vincere con Porto e Schalke
© Regiopress, All rights reserved