laRegione
26.01.21 - 10:42
Aggiornamento: 22:14

Australian Open, la frecciatina di Nadal (a Djokovic)

'Non tutti i tennisti hanno bisogno di rendere pubblico cosa stanno facendo, per aiutare chi ha condizioni di isolamento più complicate'

australian-open-la-frecciatina-di-nadal-a-djokovic
Keystone
L'arrivo di Rafael Nadal ad Adelaide

Rafael Nadal ha lanciato una frecciata a chi "ha bisogno di rendere pubbliche" le proprie azioni, a proposito delle condizioni in cui i giocatori dell'Australian Open stanno trascorrendo la quarantena. Affermazioni che giungono una settimana dopo la divulgazione delle richieste avanzate da Novak Djokovic agli organizzatori del torneo. "Alcuni necessitano di far sapere a tutti ciò che cercano di fare per aiutare gli altri; mentre altri, lo fanno in maniera più riservata, senza doverlo per forza rendere noto... Alcuni di noi non hanno bisogno di farsi pubblicità con queste cose", ha affermato senza mezzi termini lo spagnolo, in un'intervista rilasciata all'emittente Espn argentina.

Djokovic, otto volte vincitore a Melbourne del primo Slam della stagione (in programma dall'8 al 21 febbraio), aveva trasmesso una lista di propositi alla Federazione australiana di tennis, al fine di ottenere delle condizioni migliori per il periodo di quarantena dei giocatori a Melbourne. Condizioni in generale meno agevoli, rispetto alla  bolla 'Vip' di Adelaide, riservata ai migliori giocatori (maschi e femmine) iscritti al torneo.

Nadal, 34 anni e numero 2 della classifica Atp dietro proprio a Djokovic, ha riconosciuto che le condizioni ad Adelaide sono "migliori rispetto a quelle della maggior parte dei giocatori a Melbourne. Sebbene a Melbourne alcuni abbiano camere più grandi, nelle quali possono praticare attività fisiche, mentre altri sono in stanze più piccole, senza nemmeno la possibilità di contatto con allenatore o preparatore fisico. Dove sta la linea? È una questione etica - ha detto il maiorchino -, ognuno ha la propria opinione e tutte sono da rispettare"

In totale sono 72 i giocatori che hanno il divieto di lasciare le proprie camere per due settimane, dopo che dei casi di Covid-19 erano emersi nei voli che li avevano portati in Australia.

Gli altri tennisti sono autorizzati a uscire cinque ore al giorno per allenarsi, a condizione di non risultare positivi al tampone e di non entrare in contatto con persone positive.
 
 

Potrebbe interessarti anche
TENNIS
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
Qatar 2022
5 ore
L’arte del pallone: il Brasile non dà scampo alla Corea
Primo tempo a passo di danza in un lunedì senza storia, con la selezione di Tite che liquida la pratica degli ottavi segnando quattro gol
HOCKEY
5 ore
L’ipocrisia dell’ibrido. Mottis: ‘Che formazione sia’
L’inverno rigido di una Swiss League che attende di conoscere il proprio destino dopo aver sopravvalutato se stessa. ‘Quei 400 mila franchi ora mancano’
Altri sport
7 ore
Riesaminate le provette dei Giochi 2012: 73 casi di doping
Immane lavoro dell’Ita su richiesta del Comitato olimpico internazionale: oltre 2700 campioni analizzati, trentun medaglie ritirate e 46 riassegnate
Qatar 2022
8 ore
Ai rigori vince la Croazia
I giapponesi non reggono la pressione e dal dischetto sbagliano 3 volte su 4
QATAR 2022
9 ore
Tutti i numeri di Kylian Mbappé
Il 24enne francese sta riscrivendo una parte dei libri di storia del calcio. È il primo giocatore ad aver totalizzato 9 reti mondiali ad appena 23 anni
QATAR 2022
10 ore
Santos non si sbilancia, mezz’ora di parole senza concetti
Il tecnico del Portogallo non fornisce indicazioni sullo status di Cristiano Ronaldo, che molti lusitani vorrebbero vedere in panchina
QATAR 2022
11 ore
Achraf Hakimi e un derby tra calcio e politica
Il laterale del Psg e del Marocco è nato a Getafe ed è cresciuto al Real Madrid: ‘Ma giocare per il Marocco non ha prezzo’
Nuoto
12 ore
Anche a Coira il Ticino c’è, e non teme confronti
Ai Campionati giovanili nazionali a squadre le formazioni della Svizzera italiana fanno incetta di podi, facendo addirittura ‘en-plein’ al maschile
Qatar 2022
12 ore
La Spagna non deve sottovalutare il Marocco
Fra le favorite per il successo finale, le Furie rosse agli ottavi trovano un avversario fastidioso
Qatar 2022
13 ore
Col Portogallo quinto assalto ai quarti di finale
Rossocrociati sempre sconfitti agli ottavi contro Spagna (1994), Ucraina (2006), Argentina (2014) e Svezia (2018): che questa sia la volta buona?
© Regiopress, All rights reserved