laRegione
19.01.21 - 12:11
Aggiornamento: 19:07

Australian Open sotto pressione: anche due giocatori positivi

Tensione anche tra tennisti: 'Djokovic è un cretino' twitta Kyrgios. Non si placano le critiche per l'arrivo sul continente di tanti stranieri in vista del torneo.

australian-open-sotto-pressione-anche-due-giocatori-positivi
Keystone
Novak Djokovic sul balcone della suite dove sta trascorrendo la quarantena ad Adelaide

Ci sono i primi due casi di positività al coronavirus tra i giocatori dell'Australian Open. Di loro, in base a quanto ha indicato il ministero della salute dello stato di Victoria, si sa solo che sono uomini sulla trentina. Una terza persona è risultata positiva (una donna di una ventina d'anni, legata al torneo), ciò che porta a sette il numero di contagi rilevati, tra il migliaio di persone arrivate la scorsa settimana sul continente, tramite voli charter. 

L'avvio del primo dei quattro Slam della stagione è previsto per l'8 febbraio, tre settimane dopo la consueta programmazione. Per permetterne lo svolgimento in mezzo a una pandemia, è stato compiuto uno sforzo enorme in termini di organizzazione logistica; in particolare per consentire l'arrivo dall'estero di giocatori, in un Paese che fino a ora è riuscito tutto sommato a controllare la diffusione del virus. Ed è proprio questo arrivo in massa di persone provenienti da zone del mondo molto più colpite dalla pandemia, a suscitare inquietudine nell'opinione pubblica australiana. In particolare a Melbourne, città uscita a ottobre da quattro mesi di lockdown molto stretto.

Critiche contro l'attitudine dei giocatori

Giocatore e accompagnatori sono arrivati in Australia a fine settimana scorsa e ora devono trascorrere quattordici giorni di quarantena nelle rispettive camere di albergo, in base al protocollo prestabilito che prevede un'autorizzazione di uscita per cinque ore di allenamento quotidiano. Ma 72 giocatori sono stati messi in isolamento, senza alcun permesso di uscita, per essere stati sul medesimo volto di persone poi risultate positive al coronavirus.

 Sui social sono girate immagini di giocatori (tra cui la svizzera Belinda Bencic), che cercano in quale modo di prepararsi fisicamente: esercizi, salti con la corda, stretching, ma anche palleggio contro un materasso appoggiato alla parete o contro i vetri delle finestre. Diversi tennisti si sono lamentati delle condizioni della quarantena in hotel, in commenti che hanno ricevuto anche parecchie critiche veementi da parte dei media australiani. 

Il numero uno al mondo Novak Djokovic ha così tentato, in veste di "sindacalista in capo" (la scorsa estate ha creato la Professional Tennis Players Association), di ottenere un miglioramento delle condizioni; ma, per tutta risposta, ha ricevuto un secco 'no' da parte del primo ministro dello stato di Victoria. Oltretutto il serbo si è anche attirato le ire di una parte di giocatori, tra cui c'è stato chi non ha usato giri di parole. "Djokovic è un cretino", ha twittato l'australiano Nick Kyrgios.

Detentore del titolo, il 33enne aveva scritto alla federazione australiana per chiedere ad esempio se fosse possibile che i giocatori trascorressero la quarantena in case con annessi campi da tennis, o di fornire ai tennisti cibo migliore.

Ricordando i sacrifici della popolazione australiana nella lotta al coronavirus, la stampa locale ha visto in questo modo di agire un atto egoistico; e ha diffuso diverse immagini di Novak Djokovic senza mascherina su un minibus con altro giocatori, quando invece la mascherina è obbligatoria sui trasporti pubblici.

Il direttore del torneo Craig Tiley ha provato a gettare acqua sul fuoco e ha difeso Djokovic, affermando che la sua lettera altro non conteneva che suggerimenti e idee, e non richieste. 

Tiley ha riconosciuto che le rigide regole della quarantena in Australia possono, in un primo tempo, avere "scioccato" certi giocatori; ma ha aggiunto che la maggior parte, nel corso di una riunione telefonica nelle scorse settimane, avevano detto che avrebbero accettato tali restrizioni e che si scusavano per la reazione esagerata di alcuni.

"La maggioranza dei giocatori è assolutamente fantastica e un po' infastidita per ciò che alcuni hanno detto e che li presenta sotto una cattiva luce", ha indicato il direttore dell'Australian Open ai giornalisti.

Potrebbe interessarti anche
TENNIS
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
Hockey
12 ore
In Champions vincono Zugo, Rapperswil e Friborgo
Serata da incorniciare per le squadre svizzere sul palcoscenico d’Europa: Zugo e Friborgo agli ottavi da primi della classe, sangallesi fuori con onore
Calcio
12 ore
Con due gol di Rabiot la Juventus stende il Maccabi
Nel mercoledì di Champions League nulla da fare invece per il Milan, sconfitto 3-0 dal Chelsea allo Stamford Bridge di Londra
Formula 1
14 ore
La Fia rinvia il verdetto sul budget cap. Verso sanzioni lievi?
Da Parigi nessuna novità: la conclusione dell’analisi il 10 ottobre. Intanto, però, Sky lancia l’indiscrezione: il tetto sarebbe stato sforato, ma di poco
Calcio
16 ore
Seoane silurato, arriva Xabi Alonso
Il Bayer Leverkusen licenzia il tecnico elvetico, sostituito dall’ex centrocampista spagnolo
Calcio
17 ore
Europa, lo Zurigo cerca punti per il morale
Il Basilea vuole invece ipotecare il passaggio del turno
ginnastica artistica
18 ore
‘Vogliamo offrire una serata di grande ginnastica’
Il nuovo presidente del comitato organizzatore Alberto Mogliazzi, si sta preparando per il 39esimo Memorial Gander, in programma a Chiasso il 23 novembre
CALCIO
1 gior
Quel gol divorato al Maracanà, pesante come un macigno
Higuain sarà per sempre ricordato soprattutto per l’errore nella finale mondiale del 2014 fra Argentina e Germania
Tennis
1 gior
Astana, Hüsler fuori al primo turno
Lo zurighese nettamente battuto dal numero 53 Ruusuvuori
Calcio
1 gior
‘Il sindacato calciatori ci ha messo in difficoltà’
Il capitano del Chiasso esclude il boicottaggio delle partite
Hockey
1 gior
Champions, 4 svizzere agli ottavi di finale
Il Davos, vincitore contro l’Ocelari, e lo Zurigo, pur se sconfitto in Svezia, raggiungono agli ottavi di finale Zugo e Friborgo
© Regiopress, All rights reserved