laRegione
Tennis
13.07.18 - 20:520
Aggiornamento 21:42

Kevin Anderson l'ha vinta con la sinistra, dopo 6h36'

Al sudafricano la seconda partita più lunga della storia: 6 ore e 36 minuti per venire a capo dell'americano Isner, quello che nel 2010 giocò 11 ore e 5 minuti

Dopo 6 ore e 27' di gioco, sul 24-24 0-15 servizio Isner, Kevin Anderson ha vinto il match, e lo ha fatto con la sinistra. Sì, con la sinistra, con cui, rialzatosi da terra, ha ripreso la racchetta in mano e mandato la palla di là in qualche modo, per continuare lo scambio e ottenere in seguito uno 0-30 che ha poi tramutato nel break del 25-24, diventato il definitivo 26-24 che ha promosso il sudafricano alla prima finale a Wimbledon, la seconda finale della carriera dopo quella degli Us Open dello scorso anno, dove fu preso a pallate da Rafael Nadal. Semplicemente folle l'andamento della prima semifinale che sorride a Anderson ed elimina il pur valido John Isner dopo 6 ore e 36 minuti, la seconda partita più lunga della storia del tennis, seconda solo a quel famoso 70-68 al quinto set (dopo 11 ore e 5 minuti) che vide lo stesso americano impegnato contro il francese Mahut, nel 2010.

Tags
minuti
sinistra
anderson
kevin anderson
isner
dopo ore
kevin
TOP NEWS Sport
© Regiopress, All rights reserved