laRegione
SCI ALPINO
19.10.22 - 15:25
Aggiornamento: 17:49

Johan Clarey categorico: ‘Zermatt-Cervinia discesa senza senso’

Il vice-campione olimpico critica la prova transfrontaliera di Coppa del mondo: ‘Appuntamento antiecologico, la filosofia della Fis è un’altra’

johan-clarey-categorico-zermatt-cervinia-discesa-senza-senso

«Questa prova non ha alcun senso», in particolare dal profilo ecologico. Non le ha mandate a dire il francese Johan Clarey, vicecampione olimpico di discesa, a proposito delle due nuove tappe di Coppa del mondo previste il 29-30 ottobre e il 5-6 novembre ai piedi del Cervino. Una settimana dopo la classica apertura della stagione a Sölden, le stazioni di Zermatt e Cervinia saranno interessate dalle prime gare transfrontaliere nella storia della Coppa del mondo. Prima gli uomini, poi le donne si cimenteranno infatti in quattro discese libere con partenza a un’altitudine di 3’700 metri ai piedi del Cervino e arrivo in Italia, sopra Cervinia.

Una novità in pieno autunno che suscita parecchi interrogativi, a cominciare dalle condizioni di innevamento. La federazione internazionale di sci (Fis) ha deciso negli scorsi giorni di posticipare di una settimana lo "snow control", nella speranza di un abbassamento delle temperature che permetta l’utilizzo dei cannoni da neve per sopperire all’assoluta mancanza di materia prima nella parte bassa della pista.

«Trovo che questa prova non abbia senso. Molti atleti la pensano come me, ma in pochi lo vogliono dire – ha affermato all’Afp la medaglia d’argento dei Giochi di Pechino –. Ritengo che questa gara non abbia motivo di esistere e che il suo avvenire sarà molto breve. Sappiamo tutti come le condizioni dei ghiacciai peggiorino di anno in anno e questo è un appuntamento molto esigente: dal profilo ecologico per gli innumerevoli voli di elicottero necessari per portare in alto il materiale, ma anche dal profilo umano per chiudere tutti i crepacci e rendere agibile la pista. Non riesco davvero a capire, non è questa la direzione nella quale dovrebbe procedere la Fis. Molti sono gli sforzi fatti in questi ultimi anni a favore dell’ambiente: organizzare appuntamenti che contrastano con questa filosofia mi sembra non rappresenti il modo migliore per dare una buona immagine del nostro sport».

A detta di Clarey, la logistica è tutt’altro che favorevole... «Ad esempio, per tornare da Cervinia all’hotel ci aspetterà un tragitto di almeno un’ora e mezza di risalite meccaniche. Decisamente, per questo appuntamento non si è pensato agli atleti. Tutto ciò che sta a côté della gara sarà molto, molto complicato», ha concluso il 41enne transalpino, reduce due settimane fa da uno stage di quattro giorni proprio sulle nevi vallesane e valdostane.

Potrebbe interessarti anche
SPORT
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
IL DOPOPARTITA
4 ore
‘Volevamo questa reazione’. E il Lugano torna decimo
I bianconeri battono lo Zugo per la quarta volta (su quattro) e si riscattano dopo la partitaccia con il Friborgo. Guerra: ‘Ma non è ancora finita’
IL DOPOPARTITA
4 ore
Ambrì ancora beffato. ‘Sono tre punti buttati’
I biancoblù pagano il 2-0 e vengono sconfitti dall’Ajoie nonostante un largo dominio. Chlapik: ‘Usiamo la rabbia per reagire a Zurigo’.
Tennis
5 ore
Davis, dopo il venerdì Svizzera e Germania sull’1-1
Il successo di Hüsler non basta: nulla da fare per Stan Wawrinka nel duello con il numero uno tedesco Alexander Zverev
Hockey
6 ore
Ambrì, una sconfitta che non ci voleva
La compagine biancoblù si è inchinata all’Ajoie davanti ai propri tifosi: all’overtime decide tutto un gol di Frossard.
Hockey
6 ore
Il Lugano rialza la testa a Zugo e torna a casa con tre punti
Gli uomini di Luca Gianinazzi riescono nuovamente a prevalere sui campioni svizzeri: 4-1 il risultato finale alla BossardArena
CALCIO
10 ore
Il nuovo ‘Nacho’ ha sete di riscatto
Dopo un anno difficile sul piano personale e deludente in campo, Ignacio Aliseda è tornato sereno: ‘Voglio mostrare al Lugano tutte le mie qualità’
Formula 1
11 ore
La Ford torna in Formula 1 con la Red Bull
Il costruttore automobilistico statunitense fra tre anni farà ritorno nel Circus che aveva abbandonato nel 2004
sci nordico
11 ore
A Dobbiaco cade Nadine Fähndrich
La lucernese fuori in semifinale (come Valerio Grond tra gli uomini) e perde la testa della Coppa del mondo di sprint
ATLETICA
11 ore
Sepulveda Moreira e Tahou brillano nei 60 metri
Ai campionati ticinesi di sprint e ostacoli che a Locarno hanno chiuso la stagione indoor
Basket
12 ore
Domenica di festa per la Sam, per il Lugano invece cerotti
A Nosedo arriva il Monthey, nel pomeriggio in cui verrà celebrato il trionfo in Coppa. I Tigers, invece, vanno a Nyon. ‘Siamo in emergenza’
© Regiopress, All rights reserved