laRegione
dietro-alla-solita-goggia-gisin-e-halen-gut-behrami-non-forza
21.01.22 - 14:41
Aggiornamento : 15:53

Dietro alla solita Goggia Gisin e Hälen, Gut-Behrami non forza

Nel secondo allenamento in vista della discesa di sabato a Cortina vinto ancora dall’italiana, l’obvaldese ha chiuso terza, la bernese quarta

Sono Michelle Gisin e Joana Hälen le gradite sorprese in casa rossocrociata nel secondo allenamento di discesa a Cortina, dove sabato è in programma appunto una libera (anticipata alle ore 10 per evitare la concomitanza con le prove maschili di Kitzbühel, il cui programma ha subito modifiche a causa delle cattive previsioni meteo) e domenica un superG (11.45). L’obvaldese e la bernese hanno chiuso rispettivamente a 44 e 48 centesimi dalla solita Sofia Goggia, ancora davanti a tutte dopo aver già firmato il miglior tempo il giorno precedente nel primo test sull’Olimpia delle Tofane. Seconda ma pure lei staccata di oltre quattro decimi (0”41) la norvegese Ragnhild Mowinckel.

Per la Gisin, condizionata in questa prima parte di stagione dalla mononucleosi contratta durante l’estate, si tratta solo della seconda presenza nella disciplina regina in questo inverno, dopo che a metà dicembre aveva ottenuto il decimo rango a Val d’Isère. Dal canto suo Hälen ha già alle spalle quattro libere, ma solo una volta è riuscita a chiudere tra le migliori 20 e più precisamente lo scorso 4 dicembre a Lake Louise (14esima). Il quarto posto in allenamento lascia comunque ben sperare anche per il superG di domenica, disciplina in cui la 29enne è riuscita a centrare il suo unico top-10 dell’anno, sempre in Canada.

Stimoli ‘mondiali’ per Gut-Behrami e Corinne Suter

Dopo il quinto tempo della vigilia, Lara Gut-Behrami non ha forzato e si è accontentata del 22esimo posto a quasi due secondi dalla Goggia, ma sarà una delle favorite per entrambe le gare del weekend su un tracciato che l’ha vista cogliere già cinque podi (di cui tre vittorie, due nella sua specialità prediletta e uno in discesa) in Coppa del mondo e soprattutto tre medaglie (l’oro sempre in superG e in gigante, il bronzo nella prova regina) ai Campionati del mondo dello scorso anno. Rassegna iridata che aveva laureato campionessa mondiale di discesa la svittese Corinne Suter, oggi ottava e fin qui al di sotto delle attese, lei che nel 2020 aveva conquistato entrambe le coppette di cristallo delle discipline veloci ma che in questo inverno è riuscita a salire solo in due occasioni sul podio.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
cortina fis joana hälen lara gut-behrami michelle gisin

SPORT: Risultati e classifiche

Potrebbe interessarti anche
SPORT
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
Serie A
1 ora
Tra Leao e Brozovic, due stili per uno Scudetto
Il milanista è esploso mostrando doti atletiche e tecniche da potenziale campione, il croato dell’Inter si è rivelato insostituibile. Chi la spunterà?
Calcio
8 ore
Lugano vittorioso sui campioni nella serata degli addii
Nell’ultima della stagione a Cornaredo (2-1 contro lo Zurigo) salutano il club Lovric, Lavanchy, Custodio, Baumann e Yuri. Maric si ritira ma forse resta
Calcio
10 ore
Maric dice basta, Lovric, Custodio e Lavanchy salutano Lugano
Nel pre-partita dell’ultima sfida casalinga della stagione ringraziati il difensore 38 e i partenti, tra cui il portiere Baumann e il brasiliano Yuri
hockey
14 ore
Greg Ireland a ruota libera
L’Italia, il suo passato, il suo futuro e i suoi pensieri. Lunga intervista con l’ex tecnico del Lugano
BASKET
15 ore
Delusione Spinelli per una stagione senza titoli
Coach Gubitosa: ‘Abbiamo pagato cara la sconfitta nella finale di Sb Cup, ma è mancata pure la disciplina. Senza dimenticare infortuni e Covid’
CALCIO
15 ore
Meno interesse di così si muore, ben vengano i playoff
Domani l’assemblea della Swiss Football League è chiamata a esprimersi sulla riforma della Super League: 12 squadre invece di 10 e formula innovativa
gallery
hockey
15 ore
Principio d’incendio all’Helsinki Ice Hall
La partita delle 15.20 Germania - Danimarca è rinviata, la pista è stata evacuata
HOCKEY
22 ore
I polmoni di Jesse Virtanen, uomo a tutto campo
Il direttore sportivo Paolo Duca sul nuovo straniero dell’Ambrì Piotta. ‘Quest’anno in Svezia è stato lui il giocatore più utilizzato’
ciclismo
1 gior
Girmay, l’eritreo volante fermato da un tappo di champagne
Primo africano nero a vincere una tappa al Giro, aveva trionfato in marzo nella Gand-Wevelgem. Si è dovuto ritirare, ma il suo futuro resta rosa
Hockey
1 gior
Anche la Slovacchia è kappaò: la Svizzera prenota i quarti
Hischier e compagni stavolta vincono per 5-3, festeggiando il loro quarto successo in altrettante partite. La strada, adesso, è praticamente spianata
© Regiopress, All rights reserved