laRegione
il-covid-e-alle-spalle-lara-gut-behrami-pronta-a-tornare
07.01.22 - 12:33
Aggiornamento : 15:47

Il Covid è alle spalle, Lara Gut-Behrami pronta a tornare

La ticinese, risultata positiva lo scorso 17 dicembre, è stata selezionata da Swiss-Ski per il gigante di Coppa del mondo di sabato a Kranjska Gora

Dopo quasi un mese di assenza a causa della positività al Covid, Lara Gut-Behrami tornerà a gareggiare in Coppa del mondo domani a Kranjska Gora, dove è in programma un gigante (seguito domenica da uno slalom). La ticinese è infatti stata inserita nella lista delle atlete convocate per la tappa slovena da Swiss-Ski, confermando quindi che la vincitrice della Cdm generale 2016 nonché duplice campionessa mondiale in carica (in superG e proprio in gigante) è finalmente tornata negativa al coronavirus.

L’ultima prova disputata dalla 30enne di Comano non era finita bene, visto che lo scorso 12 dicembre nel superG di St. Moritz – il giorno dopo essersi imposta nella stessa disciplina e sul medesimo pendio, che lei ama molto – era finita gambe all’aria, volando addirittura oltre le reti di protezione e atterrando nella neve fresca a lato del tracciato. Fortunatamente, la caduta non le aveva procurato gravi conseguenze, tanto che la detentrice della coppetta di superG quattro giorni dopo aveva conquistato l’ottavo tempo nel primo allenamento di discesa a Val d’Isère. Il secondo, però, non lo aveva potuto disputare, visto che lei e altri due membri (non sciatori) della squadra svizzera erano risultati appunto positivi al Covid-19 ed erano stati costretti a tornare a casa e a mettersi in isolamento. Già certa di dover saltare i due giganti in programma a Courchevel (uno sostituiva quello annullato a Killington a fine novembre), Gut-Behrami sperava di poter rientrare sempre tra le porte larghe il 28 dicembre a Lienz, ma la positività del test Pcr effettuato il giorno prima della gara glielo aveva impedito.

Cinque gare saltate e un gran divario da recuperare

Ora finalmente la ticinese potrà tornare a dire la sua sulle nevi del Circo Bianco, dopo però essere stata costretta a saltare non meno di cinque gare e aver visto le sue principali avversarie nella generale di Coppa del mondo allontanarsi in maniera importante: la leader della classifica Mikaela Shiffrin (pure lei costretta a fare i conti con il Covid ma fermata per meno tempo e nel periodo di assenza della rivale capace di conquistare una vittoria, due secondi e un quinto posto) la precede ormai di ben 532 punti, la seconda Petra Vlhova (due successi in slalom e tre piazzamenti nella top-5 in gigante nelle ultime due settimane) di 417 e la terza Sofia Goggia (200 punti nella velocità a Val d’Isère) di 359. Come dire che se vorrà avere ancora anche quest’anno la possibilità di giocarsi la “Coppona", Lara Gut-Behrami dovrà lanciare un segnale forte e mettersi alle spalle le rivali già a partire dal gigante di domani. E iniziare la sua “rimontona”.

Ancora troppo presto per Rast, Meillard e Danioth

Le prove sulle nevi slovene arrivano per contro troppo presto per Camille Rast, Mélanie Meillard e Aline Danioth, tutte positive al Covid prima dello slalom di Zagabria e ancora assenti questo weekend. Fine settimana che regalerà per contro il debutto in Coppa del mondo nello slalom di domenica alla 23enne friborghese Valentine Macheret, che si era imposta nella prova Fis di Lenzerheide a fine dicembre.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
fis lara gut-behrami

SPORT: Risultati e classifiche

Ingrandisci l'immagine
Potrebbe interessarti anche
SPORT
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
Calcio
1 ora
La vendetta di Salah contro il potere Real
Quattro anni dopo Kiev, il Liverpool del gioco spettacolare affronta il Madrid, la squadra dell’ordine costituito che vince prima di entrare in campo
formula 1
9 ore
Montecarlo, il sogno di Charles Leclerc
Il ferrarista, padrone di casa, è stato il più veloce nelle prove libere. Ci sono però le incognite della meteo e della tenuta del motore
Tennis
11 ore
Jil Teichmann fa fuori Azarenka e vola agli ottavi a Parigi
La 24enne di Bienne ha vinto al tie-break del terzo set la battaglia contro l’ex numero uno al mondo e ora se la vedrà con l’americana Stephens
Ciclismo
13 ore
Lo zurighese Schmid battuto solo da Bouwman a Castelmonte
L’olandese fa sua la 19esima tappa del Giro d’Italia precedendo il corridore elvetico e altri compagni di fuga. Tutto immutato nella generale
Hockey
14 ore
L’Hc Lugano tra la gente studiando i prossimi colpi di mercato
Il club bianconero presente a Lugano Marittima. Domenichelli: ‘Sì, l’idea è avere a disposizione un portiere straniero, ma bisogna avere pazienza’
Tennis
15 ore
Belinda Bencic cede a Leylah Fernandez e saluta Parigi
La sangallese si è inchinata in tre set alla talentuosa canadese nel terzo turno del Roland Garros
hockey
17 ore
La Svizzera e quelle scelte per il futuro pagate nel presente
Al Mondiale in Finlandia chiusosi in modo deludente, i vertici elvetici hanno preferito elementi come Riat ed Egli agli esperti Brunner e Diaz
Hockey
17 ore
Mondiali, nel 2026 appuntamento in Svizzera
Sfumata, causa Covid, l’edizione 2020, il nostro Paese ospiterà la rassegna iridata tra quattro anni a Zurigo e Friborgo. Nel ’24 ragazze U18 in Ticino?
Calcio
18 ore
Dopo il derby con il Chiasso la festa granata per la promozione
Sabato al termine della sfida con i rossoblù (che inizierà alle 16), l’Acb attende dalle 18 i propri tifosi per festeggiare il ritorno in Challenge League
Hockey
1 gior
Giovedì nero in salsa rossocrociata: si torna a casa
Dopo sette vittorie, al Mondiale in Finlandia la Nazionale di Fischer incassa la sua prima sconfitta. Ma è decisiva: in semifinale vanno gli Stati Uniti
© Regiopress, All rights reserved