laRegione
Sciaffusa
0
Thun
0
fine
KOZLOV S. (USA)
1
STRICKER D. (SUI)
2
fine
(6-4 : 4-6 : 3-6)
Sciaffusa
0
Thun
0
fine
KOZLOV S. (USA)
1
STRICKER D. (SUI)
2
fine
(6-4 : 4-6 : 3-6)
sofia-goggia-ha-i-razzi-ai-piedi-lara-invece-e-attardata
La trentenne di Comano deve concedere 2’’74 alla vincitrice (Keystone)
03.12.21 - 21:520

Sofia Goggia ha i razzi ai piedi, Lara invece è attardata

Nella libera di Lake Louise l’italiana lascia solo le briciole alle avversarie: quasi un secondo e mezzo alla seconda classificata, l’americana Johnson

a cura de laRegione

È Sofia Goggia la regina delle nevi di Lake Louise, pendio canadese che apre la stagione della velocità al femminile, su una pista su cui le ragazze tornano a cimentarsi per la prima volta dal 2019, dopo l’annullamento della tappa nordamericana nella passata stagione a causa della pandemia. A dettare il ritmo sin da subito è l’italiana Sofia Goggia, che si lancia con il pettorale numero 5 e riesce a mettere ben 1 secondo e 47 centesimi tra sé e l’americana Breezy Johnson, colei che era la più veloce delle prime quattro. Le altre provano immediatamente a rivaleggiare con la ventinovenne bergamasca, ma né Prisca Nufer, né Corinne Suter (che alla fine sarà comunque quinta e migliore tra le elvetiche, due posizioni davanti alla sorprendente Jasmine Flury) né soprattutto Lara Gut.

Scesa con il numero 9, la ticinese (che ormai da qualche settimana deve fare i conti con un persistente e fastidioso raffreddore) ha cominciato a perdere tempo prezioso già nella parte alta della pista, e dopo un errore di linea nella zona inferiore del tracciato, la trentenne di Comano chiude la sua fatica nel tempo di 1’49’’69, a poco meno di tre secondi (2’’74, per la precisione) dall’azzurra, sinonimo di diciassettesimo posto in coabitazione con l’austriaca Stephanie Venier. «Ho provato a tagliare alcune curve, e sono finita neve più molle – analizza a caldo, ai microfoni di Rsi, Lara Gut-Behrami al termine della sua prova –. Non sono riuscita a entrare in gara: Sofia ha spinto da cima a in fondo, mentre noi probabilmente siamo state più a cercare le sensazioni, e non ha pagato. Rispetto all’altro ieri comunque io sto molto meglio, di sicuro questa non è la pista con cui ho più feeling, anche per riuscire a ritrovarmi in fretta, ma diciamo che alla fine prendo questa gara anche come un buon allenamento».

SPORT: Risultati e classifiche

Potrebbe interessarti anche
SPORT
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
Hockey
1 ora
Lugano, Schlegel si deve fermare. Fino a marzo
Niente derby per il portiere bianconero: lesione agli adduttori della coscia. McSorley dovrà scegliere se puntare sul canadese Irving o su Fatton
Hockey
3 ore
Le ragazze svizzere ai Giochi senza la loro stella. Per ora
Valori limite per entrare in Cina: Alina Müller e Sinjia Leemann incrociano le dita e vanno in isolamento. Weibel: ‘Fiduciosi della strategia adottata’
Tennis
3 ore
Medvedev firma l’impresa a Melbourne: è semifinale
Sotto di due set contro Aguer-Aliassine, il russo ribalta la partita e stacca il biglietto per il penultimo atto degli Australian Open
Hockey
4 ore
Hedlund e il suo staff non si muovono da Rapperswil
Confermata in blocco la guida tecnica dei sangallesi. Che resterà (almeno) fino al termine della stagione 2023/24
Sci
6 ore
Michelle Gisin dice no a Garmisch-Partenkirchen
Terza defezione di lusso, nel clan rossocrociato, per le ultime gare di Coppa del mondo prima della partenza per Pechino
Calcio
8 ore
L’Fc Lugano ha di nuovo un presidente, sarà Philippe Regazzoni
Classe ‘69, Regazzoni è attinente di Balerna ma residente a Küssnacht e da 25 anni è attivo nell’ambito assicurativo.
Calcio
13 ore
Da Lima a Yaoundé, quante tragedie legate al calcio
Disordini tra tifosi, strutture fatiscenti, sicurezza e forze dell’ordine inadeguate, fatalità: il dramma in Camerun è solo l’ultimo di una lunga lista
Hockey
20 ore
Ambrì sconfitto a Zurigo con onore e ripreso dal Berna
I Lions fanno la differenza nell’ultimo periodo dopo l’1-1 al termine dei primi due tempi. In classifica i leventinesi cedono agli Orsi il decimo posto.
Hockey
20 ore
A Zugo un martedì pazzo, che al Lugano frutta un punto
Serata incredibile alla BossardArena, in cui succede di tutto, decisa da Hansson al supplementare. Con i bianconeri che, però, perdono Schlegel
Sci
21 ore
A Schladming 7 elvetici a punti, ma lontani da Linus Strasser
Il tedesco si impone nello slalom sulla Planai precedendo il norvegese McGrath e l’austriaco Feller. Tanguy Nef (decimo) miglior rossocrociato.
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile