laRegione
KOZLOV S. (USA)
1
STRICKER D. (SUI)
1
3 set
(6-4 : 4-6 : 3-4)
KOZLOV S. (USA)
1
STRICKER D. (SUI)
1
3 set
(6-4 : 4-6 : 3-4)
nel-weekend-di-vlhova-segnali-incoraggianti-dalle-elvetiche
21.11.21 - 14:400
Aggiornamento : 16:01

Nel weekend di Vlhova segnali incoraggianti dalle elvetiche

La slovacca vince i due slalom di Levi precedendo sempre Mikaela Shiffrin. La rientrante Holdener arriva fino ai piedi del podio, bene anche Gisin

a cura de laRegione

Wendy Holdener e Michelle Gisin sono tornate. Alle sue prime due gare della stagione dopo essersi fratturata entrambi i polsi a inizio ottobre, la 28enne svittese nei due slalom di Coppa del mondo a Levi ha infatti ottenuto il settimo posto sabato (a 66 centesimi dal podio) e il quarto (a solo 0”19 dal terzo rango) domenica, finendo sempre proprio davanti alla 27enne obvaldese, che dal canto suo sta dimostrando di essere sulla via della guarigione completa dalla mononucleosi che l’aveva colpita questa estate (nel gigante di apertura a Sölden si era piazzata 25esima). In particolare nella seconda gara la Holdener ha mostrato sprazzi della sua miglior sciata, rimontando sul secondo tracciato dal nono al quarto posto grazie al terzo tempo di manche. E superando come detto anche la connazionale Gisin, che dal canto suo nella discesa conclusiva non è andata oltre al 13esimo crono e non è così riuscita a difendere il terzo posto provvisorio conquistato al termine della prima manche.

Deludenti le prove delle altre rossocrociate, con la sola Camille Rast capace di entrare nelle migliori trenta (26esima sabato) nei due giorni di gara.

La grande vincitrice sulle nevi della Lapponia è stata però la slovacca Petra Vlhova, autrice di una splendida doppietta precedendo sempre nell’ordine la statunitense Mikaela Shiffrin (di 31 centesimi sabato e di 47 domenica) e la tedesca Lena Duerr. Per la protetta di Mauro Pini si tratta della seconda doppietta in due anni (cinque vittorie e sette podi in totale) sulla pista Black Levi, che le ha permesso di agguantare in vetta alla graduatoria di Coppa del mondo a quota 260 punti la rivale americana, che dal canto suo si era impostasi a Sölden (dove la slovacca aveva chiuso terza, alla spalle anche di Lara Gut-Behrami). Un duello appassionante che riprenderà già il prossimo weekend a Killington e che richiamerà in causa anche la ticinese, visto che sulle nevi statunitensi oltre a un’altra prova tra le porte strette è in programma anche un gigante, prima dell’avvento della velocità a Lake Louise.

SPORT: Risultati e classifiche

Potrebbe interessarti anche
SPORT
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
Hockey
54 min
Lugano, Schlegel si deve fermare. Fino a marzo
Niente derby per il portiere bianconero: lesione agli adduttori della coscia. McSorley dovrà scegliere se puntare sul canadese Irving o su Fatton
Hockey
2 ore
Le ragazze svizzere ai Giochi senza la loro stella. Per ora
Valori limite per entrare in Cina: Alina Müller e Sinjia Leemann incrociano le dita e vanno in isolamento. Weibel: ‘Fiduciosi della strategia adottata’
Tennis
2 ore
Medvedev firma l’impresa a Melbourne: è semifinale
Sotto di due set contro Aguer-Aliassine, il russo ribalta la partita e stacca il biglietto per il penultimo atto degli Australian Open
Hockey
4 ore
Hedlund e il suo staff non si muovono da Rapperswil
Confermata in blocco la guida tecnica dei sangallesi. Che resterà (almeno) fino al termine della stagione 2023/24
Sci
6 ore
Michelle Gisin dice no a Garmisch-Partenkirchen
Terza defezione di lusso, nel clan rossocrociato, per le ultime gare di Coppa del mondo prima della partenza per Pechino
Calcio
7 ore
L’Fc Lugano ha di nuovo un presidente, sarà Philippe Regazzoni
Classe ‘69, Regazzoni è attinente di Balerna ma residente a Küssnacht e da 25 anni è attivo nell’ambito assicurativo.
Calcio
12 ore
Da Lima a Yaoundé, quante tragedie legate al calcio
Disordini tra tifosi, strutture fatiscenti, sicurezza e forze dell’ordine inadeguate, fatalità: il dramma in Camerun è solo l’ultimo di una lunga lista
Hockey
19 ore
Ambrì sconfitto a Zurigo con onore e ripreso dal Berna
I Lions fanno la differenza nell’ultimo periodo dopo l’1-1 al termine dei primi due tempi. In classifica i leventinesi cedono agli Orsi il decimo posto.
Hockey
19 ore
A Zugo un martedì pazzo, che al Lugano frutta un punto
Serata incredibile alla BossardArena, in cui succede di tutto, decisa da Hansson al supplementare. Con i bianconeri che, però, perdono Schlegel
Sci
20 ore
A Schladming 7 elvetici a punti, ma lontani da Linus Strasser
Il tedesco si impone nello slalom sulla Planai precedendo il norvegese McGrath e l’austriaco Feller. Tanguy Nef (decimo) miglior rossocrociato.
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile