laRegione
Argentina
0
Mexico
0
1. tempo
(0-0)
Thun
1
Vaduz
1
fine
(0-0)
Wil
0
FC Stade Ls Ouchy
0
fine
(0-0)
Bienne
1
Ajoie
0
1. tempo
(1-0)
Zurigo
0
Ambrì
1
1. tempo
(0-1)
Losanna
0
Friborgo
0
1. tempo
(0-0)
Lakers
0
Zugo
0
1. tempo
(0-0)
Kloten
0
Ginevra
0
1. tempo
(0-0)
Berna
0
Davos
0
1. tempo
(0-0)
Dra.gosier-ga
4
Langenthal
3
fine
(2-1 : 0-2 : 1-0 : 1-0)
Turgovia
2
Visp
4
3. tempo
(0-1 : 1-3 : 1-0)
Sierre
2
GCK Lions
2
3. tempo
(1-1 : 1-0 : 0-1)
Winterthur
Olten
20:00
 
07.01.21 - 17:46
Aggiornamento: 18:18

Coppa del Mondo: ad Adelboden va in pista la lotta dei giganti

Sul mitico pendio del Chuenisbärgli sono in programma due gare tra le porte larghe e uno slalom. Senza pubblico ma con gli svizzeri attesi protagonisti

coppa-del-mondo-ad-adelboden-va-in-pista-la-lotta-dei-giganti
Keystone
Marco Odermatt

Adelboden si appresta a subire “l’assalto” dei tecnici per tre giorni, con due giganti (domani, prima manche alle 10.15, e sabato) e uno slalom (domenica). E gli svizzeri sono pronti a mettersi in luce sul Chuenisbärgli.

Su questa pista mitica, che di norma sorride solo agli specialisti sopraffini, i rossocrociati hanno avuto il piacere di vedere Daniel Yule imporsi in slalom l’anno scorso, di fronte a migliaia di tifosi in delirio; quando il coronavirus non aveva ancora fatto irruzione nelle vite di ognuno, condizionando pesantemente anche lo sport. È a porte chiuse che quest’anno gigantisti e slalomisti si lanceranno su uno dei pendii più selettivi della Coppa del Mondo. Una pista che fa parte del calendario dal 1967, quando il francese Jean-Claude Killy vi colse la prima delle sue tre vittorie.

Occhi puntati su Marco Odermatt

Le gare nell’Oberland bernese saranno importanti in ottica classifica generale. Al comando con dieci punti su Aleksander Aamodt Kilde, Alexis Pinturault dovrà vedersela con gli inseguitori, tra i quali lo svizzero Marco Odermatt. Terzo nella generale con 84 punti di ritardo sul francese, l’elvetico mira a difendere il pettorale rosso di leader in gigante. Il vincitore di Santa Caterina, ad Adelboden ha disputato solo tre giganti; l’ultimo nel 2019, quando ottenne un bel decimo posto, mentre l’anno scorso non aveva partecipato, a causa di un infortunio al ginocchio rimediato in Alta Badia. Da Naeba in febbraio, Odermatt non ha mai fatto peggio di una quarta posizione nella disciplina in cui esprime già al meglio tutto il suo talento. 

Se dunque Daniel Yule aveva messo fine ad anni di magra in slalom, è tempo che la Svizzera vada a prendersi quella vittoria che tra le porte larghe manca dal 2008 (successo di Marc Berthod). In questa specialità solo sei rossocrociati si sono imposti ad Adelboden: oltre a Berthod, Didier Cuche, Michael von Grünigen, Pirmin Zurbriggen (tre volte), Heini Hemmi e Werner Mattle.

Il risveglio di Daniel Yule?

Su un tracciato completamente diverso da quello di Zagabria, domenica gli specialisti delle porte strette si batteranno a colpi di centesimi. I primi tre slalom della stagione hanno visto altrettanti vincitori, tra cui l’elvetico Ramon Zenhäusern in Alta Badia. Quarto ad Adelboden nel 2020, il vallesano fa parte dei seri candidati al podio. Molto ci si attende anche da Daniel Yule, al quale fino a ora è sempre mancato qualcosa per potersi battere per le posizioni che contano. L’aria bernese e i ricordi del suo splendido successo di dodici mesi or sono, potrebbero però lanciare definitivamente la stagione del vallesano.

Potrebbe interessarti anche
SPORT
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
QATAR 2022
43 min
Doppietta di Mbappé, la Francia è agli ottavi
Battuta una Danimarca che ha saputo rispondere alla strapotenza transalpina, ma che dovrà giocarsi la qualificazione contro l’Australia
QATAR 2022
3 ore
La Polonia vince, l’Arabia Saudita si mangia le mani
La compagine europea in rete con Zielinski e Lewandowski, quella asiatica domina ma sbaglia un rigore con Al Dawsari. Szczesny migliore in campo
QATAR 2022
6 ore
All’Australia basta un gol di Duke
Grazie a una strenua difesa la Nazionale dell’Oceania resiste al tentativo di rimonta di una Tunisia che è quasi fuori dal Mondiale
CURLING
7 ore
Finali stregate, due medaglie d’argento per la Svizzera
Agli Europei di Östersund, Silvana Tirinzoni e compagne battute dalla Danimarca, il team di Yannick Schwaller superato dalla Scozia
Video
Qatar 2022
10 ore
Spogliatoio lasciato come... nuovo: il Giappone incanta
Dai tifosi ai giocatori nipponici il grande senso civico dimostrato nel ripulire spalti e cabine prima e dopo la vittoria contro la Germania
i mondiali dal divano
14 ore
Ipercinetico Armando: fenomenologia di un telecronista
Fra metafore, immagini, neologismi e modi di dire, Ceroni tramanda ai posteri un modo di fare giornalismo sportivo singolare e (forse) sottovalutato
il dopopartita
19 ore
Sarebbe servita una terza fase ‘e più velocità’
Dopo quattro vittorie di fila e una buona prima metà di gara, il Lugano ritorna a perdere a Friborgo. Marco Müller: ‘Entrambe le squadre brave in difesa’.
IL DOPOPARTITA
19 ore
Il ritorno della sconfitta. ‘Avessimo dato il 5% in più...’
Johnny Kneubuehler e un venerdì a secco di gol e di punti, con il portiere del Bienne Harri Säteri assoluto protagonista. ‘È frustrante perdere così”
CALCIO
21 ore
Bellinzona ancora sconfitto, benvenuta pausa invernale
Allo Sciaffusa basta una rete di Bobadilla nel primo tempo per superare uno spento e incostante Bellinzona, quasi mai in partita
QATAR 2022
1 gior
L’Ecuador di Valencia mette alle corde l’Olanda
La sfida finisce in parità e a entrambi basterà un punto nell’ultima partita per accedere agli ottavi di finale. Tanti applausi per i sudamericani
© Regiopress, All rights reserved