laRegione
Lucerna
1
Young Boys
1
2. tempo
(1-0)
Winterthur
1
Lugano
0
2. tempo
(1-0)
Thun
1
Xamax
0
2. tempo
(0-0)
Fiorentina
0
Bologna
1
1. tempo
(0-1)
Zurigo
1
Ambrì
2
overtime
(0-0 : 0-0 : 1-1 : 0-1)
Kloten
3
Berna
2
2. tempo
(1-0 : 2-2)
GCK Lions
0
Winterthur
1
1. tempo
(0-1)
Ticino Rockets
1
Langenthal
2
2. tempo
(0-1 : 1-1)
Visp
4
Olten
0
2. tempo
(3-0 : 1-0)
La Chaux de Fonds
3
Dra.gosier-ga
3
2. tempo
(1-0 : 2-3)
Turgovia
1
Sierre
0
1. tempo
(1-0)
08.12.22 - 18:47

Brasile-Croazia, classe contro compattezza

Nel primo quarto di finale, i balcanici affrontano i lanciatissimi sudamericani

brasile-croazia-classe-contro-compattezza

Recuperato Neymar, il Brasile affronta la Croazia nel pomeriggio di venerdì (ore 16) con l’intenzione di conquistare un posto in semifinale. Impostisi in modo autoritario (4-1) sulla Corea del Sud negli ottavi, i cinque volte campioni del mondo faranno dunque affidamento soprattutto sulla loro stella più splendente, il cui problema alla caviglia è, come detto, risolto. Forti di un potenziale offensivo dalle molteplici soluzioni – contro gli asiatici sono andati in rete ben quattro diversi giocatori – i verdeoro trovano sul loro cammino una Croazia non spettacolare ma in grado, fin qui, di sapersela sempre cavare malgrado i pronostici della vigilia non la inserissero certo fra le squadre più accreditate per giungere fino ai quarti di finale. Certo, per gli uomini diretti in panchina da Zlatko Dalic e in campo da Luka Modric l’impegno contro il Brasile si presenta quasi proibitivo, ma i balcanici nel passato hanno dimostrato di essere in grado di dare il meglio di sé proprio nelle situazioni più ingarbugliate. Nel turno precedente, sono stati i croati a spendere più energie: per eliminare il Giappone, infatti, hanno dovuto giocare 120’ più l’ulteriore appendice dei calci di rigore, dove hanno avuto la meglio grazie soprattutto alla strepitosa prestazione del portiere Livakovic, capace di parare ben 3 tiri dal dischetto. Si tratta del terzo scontro diretto fra Brasile e Croazia nella storia dei Mondiali, e i precedenti sono tutti a favore dei sudamericani: 3-1 nel 2014 e 1-0 nel 2006, in entrambi i casi si trattava della fase a gironi. Qualche problema i brasiliani lo riscontrano in difesa, soprattutto per la contemporanea indisponibilità di Alex Telles e Alex Sandro per la fascia sinistra: il selezionatore Tite sposterà dunque Danilo dalla banda destra a quella mancina, e il posto dello juventino sarà occupato da Eder Militao, con Marquinhos e Thiago Silva centrali. «La Croazia non è da sottovalutare – ha detto Danilo –, finora ha segnato cinque gol, subendone soltanto due. E poi è una squadra che, tradizionalmente, ai Mondiali va molto avanti». Infine, l’ex citizen sottolinea l’importanza di avere vicino un tifoso speciale come Ronaldo il Fenomeno: «Ronie ci dà grande fiducia. Ricordo che nel 2002, dopo la sua doppietta in finale, io correvo per il mio quartiere con la bandiera brasiliana in mano».

Potrebbe interessarti anche
SPORT
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
CICLOCROSS
28 min
Van der Poel batte Van Aert e torna campione del mondo
A Hoogerheide, l’olandese vince l’eterno duello con il rivale belga e conquista il suo quinto titolo, succedendo nell’albo d’oro al britannico Pidcock
Calcio
1 ora
Bellinzona ancora senza identità
I granata cedono alla distanza anche contro il Wil e le parti alte della classifica si fanno sempre più lontane
Hockey
20 ore
Grazie a Klok il Lugano decolla e atterra sopra il Kloten
Dopo lo Zugo, i bianconeri mettono sotto anche gli Aviatori e salgono al nono posto in classifica, strappandolo proprio alla formazione zurighese
Tennis
20 ore
Stan ottiene il punto decisivo: Svizzera alle finali di Davis
In svantaggio 2-1 dopo la sconfitta nel doppio, i rossocrociati ribaltano la sfida con la Germania grazie ai successi di Hüsler e Wawrinka
Sci
1 gior
A Chamonix lo slalom parla svizzero: primo Zenhäusern, 3° Yule
Due svizzeri sul podio dello slalom per la prima volta dal 1978. Fuori il francese Noel, in testa dopo la prima manche. Primo podio greco con Ginnis
IL DOPOPARTITA
1 gior
‘Volevamo questa reazione’. E il Lugano torna decimo
I bianconeri battono lo Zugo per la quarta volta (su quattro) e si riscattano dopo la partitaccia con il Friborgo. Guerra: ‘Ma non è ancora finita’
IL DOPOPARTITA
1 gior
Ambrì ancora beffato. ‘Sono tre punti buttati’
I biancoblù pagano il 2-0 e vengono sconfitti dall’Ajoie nonostante un largo dominio. Chlapik: ‘Usiamo la rabbia per reagire a Zurigo’.
Tennis
1 gior
Davis, dopo il venerdì Svizzera e Germania sull’1-1
Il successo di Hüsler non basta: nulla da fare per Stan Wawrinka nel duello con il numero uno tedesco Alexander Zverev
Hockey
1 gior
Ambrì, una sconfitta che non ci voleva
La compagine biancoblù si è inchinata all’Ajoie davanti ai propri tifosi: all’overtime decide tutto un gol di Frossard.
Hockey
1 gior
Il Lugano rialza la testa a Zugo e torna a casa con tre punti
Gli uomini di Luca Gianinazzi riescono nuovamente a prevalere sui campioni svizzeri: 4-1 il risultato finale alla BossardArena
© Regiopress, All rights reserved