laRegione
01.12.22 - 18:06
Aggiornamento: 18:53

Il Marocco batte anche un Canada senza ambizioni ed è primo

Ziyech ed En-Nesyri regalano agli africani la loro seconda qualificazione alla fase a eliminazione diretta a un Mondiale, dopo quella del 1986

Ansa / Ats, a cura di Red.Sport
il-marocco-batte-anche-un-canada-senza-ambizioni-ed-e-primo
Keystone
Fa tutto il Marocco: due reti e un autogol, avanti a sorpresa

Per la seconda volta dopo il 1986, il Marocco raggiunge la fase a eliminazione diretta a un Mondiale di calcio: i nordafricani hanno battuto un Canada già eliminato e hanno vinto a sorpresa il girone. I marocchini hanno tracciato la strada per la vittoria fin dall’inizio, con il Canada che non è certo una superpotenza del calcio e che li ha aiutati a segnare il primo gol: su un retropassaggio il portiere Borjan si è precipitato fuori dall’area di rigore e ha raggiunto il pallone prima dell’attaccante avversario, ma ha giocato la palla direttamente sui piedi di Ziyech, lasciando l’attaccante del Chelsea davanti alla porta vuota... Meno di 20 minuti dopo, una palla lunga per il veloce En-Nesyri è stata sufficiente per segnare il due a zero, con Borjan battuto con un tiro nell’angolo.

Nel frattempo, un Canada sopraffatto dalla mole di lavoro marocchina ha trovato un gol arrivato dal nulla, quando il difensore Aguerd ha deviato il cross di Adekugbe prendendo in contropiede il proprio portiere. È stato il primo gol incassato dal Marocco dopo due partite senza subire reti. La seconda, invece, non arriverà, nonostante nella ripresa i canadesi hanno provato a centrare il primo punto alla loro sesta partita nella storia dei Mondiali di calcio, ma la migliore occasione, a firma Hutchinson, è stata fermata dalla traversa.

Canada - Marocco (1-2) 1-2
Reti: 4’ Ziyech 0-1. 23’ En-Nesyri 0-2. 40’ Aguerd (autorete) 1-2.
Canada: Borjan; Johnston, Vitoria, Miller; Buchanan, Kaye (60’ Hutchinson), Osorio (65’ Laryea), Adekugbe (60’ Kone); Hoilett (76. Wotherspoon), Larin (60’ David), Davies.
Marocco: Bounou; Hakimi (85’ Jabrane), Aguerd, Saiss, Mazraoui; Ounahi (76’ El Yamiq), Amrabat, Sabiri (65’ Amallah); Ziyech (76’ Hamdallah), En-Nesyri, Boufal (65’ Aboukhlal).
Arbitro: Claus (Brasile).
Note: 43’102 spettatori. Ammoniti: 7’ Hoilett, 26’ Osorio, 47’ Adekugbe, 84’ Vitoria.

Potrebbe interessarti anche
SPORT
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
Tennis
12 ore
Djokovic più forte di tutti e di tutto
Il serbo ha conquistato l’Open australiano mostrando, oltre a una netta superiorità tecnica, pure una forza mentale impressionante
Calcio
18 ore
Gattuso lascia il Valencia
Il campione del mondo 2006, 14° in classifica nel campionato spagnolo, se ne va in accordo col club
Hockey
19 ore
Addio a Bobby Hull
Una delle leggende della Nhl - e dei Chicago Blackhawks - si è spenta lunedì a 84 anni
Calcio
21 ore
‘Situazione difficile, aiuteremo i giocatori’
Dopo il fallimento del Fc Chiasso, i sindacati hanno incontrato i calciatori e hanno spiegato loro come muoversi per far valere i propri diritti
CROSS
23 ore
Roberto Delorenzi vince a Moghegno
La prova generale dei Campionati svizzeri di cross 2024 nobilitata dalla presenza di alcuni talenti confederati protagonisti delle prove di Cross Cup
BASKET
1 gior
Juwann James, quando il senso del dovere è più forte del dolore
Asterischi a margine della finale di Sbl Cup vinta dalla Spinelli Massagno. Lo statunitense avrebbe meritato il riconoscimento di Mvp
COSE DELL’ALTRO MONDO
1 gior
Eagles e Chiefs staccano il biglietto per il Super Bowl
Philadelphia supera San Francisco colpito dalla sfortuna, Kansas City si prende la rivincita su Cincinnati grazie a uno stupido fallo
Hockey
1 gior
Il Davos rinforza la difesa con Aaron Irving
Il ventiseienne canadese arriva dal SaiPa in Finlandia e si è accordato con i gialloblù fino al termine della stagione
Calcio
1 gior
Un mese di stop per Allan Arigoni
Il terzino del Lugano ha subito una lussazione acromion-clavicolare di secondo grado della spalla sinistra
IL DOPOPARTITA
1 gior
Sono le situazioni a rendere speciale il ‘Rappi’
Un ottimo Lugano costretto alla resa dal powerplay sangallese. Gianinazzi: ‘Dobbiamo crescere in boxplay e stare alla larga dalla panchina’
© Regiopress, All rights reserved