laRegione
Zugo
Ambrì
19:45
 
Ajoie
Kloten
19:45
 
Berna
Losanna
19:45
 
Davos
Bienne
19:45
 
Ginevra
Lakers
19:45
 
Zurigo
Langnau
19:45
 
Lugano
Friborgo
19:45
 
Sierre
Langenthal
19:33
 
Dra.gosier-ga
Olten
19:45
 
La Chaux de Fonds
Visp
19:45
 
QATAR
30.11.22 - 22:32
Aggiornamento: 23:35

In campo c’è solo l’Argentina, avanti con Mac Allister e Alvarez

Szczesny il migliore di una Polonia che passa per il rotto della cuffia. Al Messico non basta il 2-1 sull’Arabia Saudita

in-campo-c-e-solo-l-argentina-avanti-con-mac-allister-e-alvarez

Argentina e Polonia agli ottavi di finale, dove affronteranno rispettivamente Australia e Francia. Messico e Arabia Saudita a casa. Questo il verdetto dell’ultima giornata del gruppo C.

Se prima dell’inizio ci si poteva attendere una sfida mozzafiato tra un’Argentina in difficoltà nelle prime due partite e una Polonia che aveva a disposizione due risultati su tre, sul campo non c’è stata partita. La formazione di Lionel Scaloni ha disputato la miglior prestazione di questo Mondiale, tornando sui suoi livelli di rendimento abituali, mentre Lewandowski e compagni hanno totalmente rinunciato a giocare, un po’ per la netta superiorità avversaria, un po’ per cercare di preservare uno 0-0 che avrebbe regalato loro il primo posto di gruppo. L’Argentina ha subito preso in mano le redini del gioco e si è creata numerose occasioni per passare, tutte però rintuzzate dall’ottimo Szczesny. Il quale si è addirittura permesso il lusso di parare un rigore a Leo Messi (36’), rigore per altro assegnato dal Var per un fallo inesistente sulla stessa Pulce. Con Julian Alvaerz in attacco al posto di Lautaro Martinez, l’albiceleste ha trovato maggiore velocità di manovra e la giovane punta del Manchester City si è resa pericolosa in più di un’occasione. Sull’altro fronte, la Polonia ha abbandonato a sé stesso il povero Lewandowski, mai accompagnato dai compagni nemmeno quando una ripartenza sarebbe stata possibile.

Nella ripresa, la partita si è sbloccata immediatamente, con la girata di Mac Allister su traversone di Molina. La Polonia ha risposto soltanto con un colpo di testa di Glik su calcio fermo, prima del raddoppio dei sudamericani con Alvarez, ben imbucato da Fernandez. Era il 68’ e da lì in avanti, anche perché informati del risultato di 2-0 del Messico sull’Arabia Saudita, la Polonia ha smesso del tutto di giocare e ha tirato a campare con l’unico obiettivo di non subire altre reti e di non prendere cartellini gialli (la qualificazione si sarebbe potuta giocare al fairplay). L’Argentina non ne ha approfittato, abbassando il ritmo. Ciò nonostante non si è potuta esimere dal costruire altre palle gol, in particolare con Alvarez al 74’ (palla sull’esterno della rete), Laurato (ciabattata davanti a Szczesny all’80’) e Tagliafico (92’), con salvataggio sulla linea di Kiwior. L’Argentina ha dimostrato di essere più che viva, la Polonia ha ampiamente deluso.

Nell’altra partita, il Messico ci ha provato, è andato vicino alla qualifica con i gol di Martin (48’) e Chavez (53’), ma gli è mancato il terzo gol (o il terzo dell’Argentina) che gli consentisse di superare la Polonia nella differenza reti. Al 95’ ha poi subito il punto del 2-1 da Al-Dawsari.

Polonia - Argentina (0-0) 0-2

Reti: 46’ Mac Allister 0-1. 68’ Alvarez 0-2.

Polonia: Szczesny; Cash, Glik, Kiwior, Bereszynski (72’ Jedrzejczyk); Bielik (62’ Szymanski), Krychowiak (83’ Piatek); Zielinski, Swiderski (46’ Skoras), Frankowski (46’ Kaminski); Lewandowski.

Argentina: Emiliano Martinez; Molina, Romero, Otamendi, Acuña (59’ Tagliafico); Mac Allister (83’ Almada), De Paul, Fernandez (79’ Pezzella); Di Maria (59’ Paredes), Messi, Alvarez (79’ Lautaro Martinez).

Arbitro: Makkelie (Olanda)

Note: 44’089 spettatori. Al 39’ Szczesny para un rigore di Messi. Ammoniti: 49’ Acuña. 78’ Krychowiak.

Arabia Saudita - Messico (0-0) 1-2

Reti: 48’ Martin 0-1. 53’ Chavez 0-2. 95’ Al-Dawsari 1-2

Arabia Saudita: Al-Owais; Al-Ghanam (88’ Bahebri), Al-Amri, Tambakti, Al-Bulaihi (37’ Sharahili); Al-Buraikan, Al-Hassan (46’ Madu), Abdulahamid, Al-Dawsari; Al-Shehri (62’ Al-Aboud), Kanno.

Messico: Ochoa; Sanchez (88’ Kevin Alvarez), Montes, Moreno, Gallardo; Edson Alvarez (88’ Mori), Chavez; Lozano, Pineda (77’ Rodriguez), Vega (46’ Antuna); Martin (77’ Jimenez).

Arbitro: Oliver (Inghilterra)

Note: 84’985 spettatori. Ammoniti: 16’ Edson Alvarez. 28’ Al-Shehri. 34’ Al-Hassan. 52’ Tambakti. 81’ Madu. 91’ Al-Amri. 97’ Bahebri.

Potrebbe interessarti anche
SPORT
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
Basket
20 min
Nancy Fora: ‘Importante la cultura del lavoro’
La cestista ticinese spiega i segreti dei successi dell’Elfic Friborgo, squadra che in Svizzera non ha praticamente rivali
Basket
56 min
Mercoledì di nuovo in campo Lugano e Massagno
La Sam vincitrice della Coppa di Lega ospita il Neuchatel, mentre i Tigers ricevono il Vevey forse privo di Sefolosha
Tennis
1 ora
Golubic subito sconfitta a Lione
Ancora a secco di successi in un tabellone principale nel 2023 la trentenne tennista rossocrociata
Tennis
13 ore
Djokovic più forte di tutti e di tutto
Il serbo ha conquistato l’Open australiano mostrando, oltre a una netta superiorità tecnica, pure una forza mentale impressionante
Calcio
20 ore
Gattuso lascia il Valencia
Il campione del mondo 2006, 14° in classifica nel campionato spagnolo, se ne va in accordo col club
Hockey
20 ore
Addio a Bobby Hull
Una delle leggende della Nhl - e dei Chicago Blackhawks - si è spenta lunedì a 84 anni
Calcio
22 ore
‘Situazione difficile, aiuteremo i giocatori’
Dopo il fallimento del Fc Chiasso, i sindacati hanno incontrato i calciatori e hanno spiegato loro come muoversi per far valere i propri diritti
CROSS
1 gior
Roberto Delorenzi vince a Moghegno
La prova generale dei Campionati svizzeri di cross 2024 nobilitata dalla presenza di alcuni talenti confederati protagonisti delle prove di Cross Cup
BASKET
1 gior
Juwann James, quando il senso del dovere è più forte del dolore
Asterischi a margine della finale di Sbl Cup vinta dalla Spinelli Massagno. Lo statunitense avrebbe meritato il riconoscimento di Mvp
COSE DELL’ALTRO MONDO
1 gior
Eagles e Chiefs staccano il biglietto per il Super Bowl
Philadelphia supera San Francisco colpito dalla sfortuna, Kansas City si prende la rivincita su Cincinnati grazie a uno stupido fallo
© Regiopress, All rights reserved