laRegione
29.11.22 - 18:23

Senegal avanti con merito

Gli africani sconfiggono 2-1 un Ecuador troppo rinunciatario e accedono agli ottavi di finale

senegal-avanti-con-merito

A vincere la sfida fra Ecuador e Senegal – ciò che in pratica è uno spareggio-qualificazione – sono gli africani, che si impongono con merito al termine di una gara che hanno dominato. Il predominio senegalese si vede già dalle prime battute: al 3’ Gana si mangia un gol che grida vendetta, e una manciata di minuti più tardi è Dia a disperarsi per un altro errore clamoroso sotto porta. In campo, come detto, si vedono solo gli africani: al 24’ con Ismail Sarr che cerca il secondo palo, ma trova solo un corner. Malgrado il pallino del gioco sempre in mano e le molteplici occasioni, gli uomini diretti da Aliou Cissé non riescono a sbloccare il risultato e devono attendere il 42’ per infilare finalmente la palla in rete. Succede grazie a un rigore – fischiato per un fallo assai ingenuo di Hincapie su Sarr – e magistralmente trasformato dallo stesso Sarr, che ipnotizza il portiere Galindez (rimasto inchiodato alla linea di porta) e calcia così angolato che il pallone va a colpire il petit-filet. Il gol vale, al momento, la qualificazione agli ottavi di finale.

Nella ripresa tutti si attendono la reazione dei sudamericani, obbligati a segnare se vogliono tornare a sperare di avanzare nel torneo, ma gli ecuadoriani non danno segni di vita. Però, proprio mentre stanno soffrendo maggiormente, alla prima occasione – contro ogni logica – trovano la via della rete: gravissimo errore della retroguardia africana e Caicedo, lasciato tutto solo, ne approfitta per spingere il pallone in porta da due passi. A qualificarsi, ora, è l’Ecuador, ma la gioia sudamericana dura solo un paio di minuti. Appena si riprende a giocare, infatti, Koulibaly (prima rete in Nazionale) riporta in vantaggio il Senegal: sugli sviluppi di un calcio di punizione, il difensore del Chelsea si ritrova sui piedi un pallone storico e provvede a spedirlo in fondo al sacco. Finisce 2-1 per gli africani, che avanzano, mentre Valencia e compagni, che avevano iniziato così bene il torneo, fanno le valigie e tornano a casa.

Ecuador - Senegal 1-2 (0-1)

44’569 spettatori. Arbitro Turpin (FRA).

Reti: 44’ Sarr (rigore) 0-1. 68’ Caicedo 1-1. 70’ Koulibaly 1-2.

Ecuador: Galindez; Angelo Preciado (85’ Porozo), Torres, Hincapie, Estupiñan; Gruezo (46’ Cifuentes); Franco (46’ Sarmiento), Caicedo; Plata, Estrada (46’ Reasco), Valencia.

Senegal: Edouard Mendy; Sabaly, Koulibaly, Diallo, Jakobs; Ciss (74’ Mendy); Idrissa Gueye, Pape Gueye; Ndiaye (75’ Dieng), Dia (95’ Cissé), Ismaila Sarr.

Ammonito: 66’ Idrissa Gueye.

Potrebbe interessarti anche
SPORT
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
Hockey
7 ore
Maxim Noreau finisce sui francobolli. In Sierra Leone
Il difensore canadese ex Ambrì ha la sua faccia su un bollo da cinquanta centesimi in Africa. ‘Perché? Davvero non lo so, ma nessuno mi ha chiesto nulla’
Atletica
8 ore
In Polonia gli elvetici fanno la loro bella figura
A Torun, nel meeting valido per l’Indoor Gold Tour, Ditaji Kambundji centra il limite per gli Europei, mentre Elmer firma il miglior tempo della carriera
Calcio
9 ore
Mondiale per club, è il Real il secondo finalista
Gli spagnoli sconfiggono gli egiziani dell’Al Ahly grazie alle reti di Vinicius Junior, Valverde e – nei minuti di recupero – Rodrygo e Arribas
SCI ALPINO
10 ore
A soli 37 anni si è spenta Elena Fanchini
Malata da tempo, la sorella maggiore di Nadia si è dovuta arrendere a una recidiva del tumore ed è morta nella sua casa in provincia di Brescia
Formula 1
10 ore
Nessun bavaglio nel Circus. ‘Oguno può dire ciò che pensa’
In un’intervista al britannico The Guardian, Stefano Domenicali si schiera a favore della libertà d’espressione dei piloti, invitando la Fia a chiarire
Sci
12 ore
Lo scettro di Lara raccolto da Marta Bassino
Nel superG iridato, la ticinese detentrice del titolo chiude solo sesta. Giovedì tocca ai maschi, con Marco Odermatt in pole position
Tennis
13 ore
Abu Dhabi, Belinda ai quarti senza soffrire
La sangallese, numero nove al mondo, non incontra alcuna difficoltà nel superare l’ucraina Marta Kostjuk (numero 57 Wta), battuta 6-4 7-5
Ciclismo
14 ore
Il Velo Club Mendrisio fra tradizione e sfide del presente
Il presidente Alfredo Maranesi: ’Ormai ci sono pochissime gare, la stampa si interessa sempre meno, e di conseguenza fatichiamo a trovare sponsor’
Hockey
14 ore
Giovane, inesperta Svizzera. ‘Spero che (i club) apprezzino’
A Zurigo la Nazionale di Fischer si prepara ad affrontare la Finlandia con qualche artista in meno del solito. ‘Forechecking aggressivo e più semplicità’
Altri sport
15 ore
Sgambetto riuscito, il Biasca sale a quota 22 punti
Continua la serie positiva dei rivieraschi, che confermano di avere la difesa più solida del campionato e mettono sotto anche il temibile Ginevra
© Regiopress, All rights reserved