laRegione
Pattinaggio artistico
17.02.22 - 15:35
Aggiornamento: 16:48

Doping o no, Valieva alla fine crolla ed è fuori dal podio

La 15enne russa al centro del caso di queste Olimpiadi cade due volte nel libero del concorso individuale e chiude solo quarta. Alexia Paganini 22esima.

doping-o-no-valieva-alla-fine-crolla-ed-e-fuori-dal-podio

Non c’è nessun asterisco accanto ai nomi delle pattinatrici salite sul podio del concorso individuale femminile. L’ipotesi avanzata dal Cio alla vigilia del programma libero e pensata per sottolineare come i risultati sarebbero stati "provvisori in attesa di ulteriori indagini" è infatti caduta assieme a Kamila Valieva. La 15enne russa, al centro del caso di queste Olimpiadi con la positività al doping e la successiva sospensione della squalifica decisa dal Tribunale arbitrale dello sport (Tas) che ha voluto prendersi più tempo per valutare la situazione e prendere in seguito una decisione definitiva (con effetto retroattivo), alla fine non ha retto alla grande pressione psicologica alla quale è stata sottoposta per tutta la settimana ed è crollata durante il programma libero, lei che dopo il corto guidava la classifica con un buon margine sulle avversarie. Insolitamente insicura sin dalle prime battute della sua esibizione, la Valieva è finita gambe all’aria per ben due volte e questo, assieme ad altre imprecisioni, non le ha permesso di andare oltre i 141,93 punti di giornata (quinto punteggio) e i 224,09 totali, finendo ai piedi di un podio occupato nell’ordine dalle sue connazionali Anna Shcherbakova (nuova campionessa olimpica con 255,95 punti), Alexandra Trusova (251,73) e dalla giapponese Kaori Sakamoto (233,13). Un podio che dovrebbe quindi essere quello definitivo, anche se non bisogna dimenticare che sotto indagine c’è anche lo staff della Valieva, che è lo stesso delle due russe sul podio.

La rossocrociata Alexia Paganini dal canto suo con 168,91 punti è rimasta ben lontana dal suo miglior punteggio (192,88) nel libero e rispetto al corto ha perso tre posizioni, chiudendo 22esima e non riuscendo così a migliorare il 21esimo posto ottenuto quattro anni or sono a Pyeongchang.

Potrebbe interessarti anche
SPORT
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
MOUNTAIN BIKE
12 ore
Nel 2023 per Filippo Colombo soffia un vento di novità
Il biker ticinese ha cambiato squadra (è passato alla Scott) e con la Q36.5 vuole intensificare l’attività su strada. ‘Ma punto a Cdm e Mondiali di mtb’
hockey
13 ore
Anche un po’ di Ticino alla finale di Champions League
Il linesman Eric Cattaneo selezionato per arbitrare Luleå-Tappara Tampere il prossimo 18 febbraio. Con lui Stolc e due tedeschi
Basket
14 ore
Ufficiale, Sefolosha a Vevey
Il primo svizzero ad aver giocato nella Nba torna a 38 anni nel club con cui aveva esordito
tennis
16 ore
Australian Open, continua la marcia di Aryna Sabalenka
La bielorussa accede alla finale di Melbourne dopo aver eliminato in due set 7-6 6-2 la polacca Magda Linette. Ora affronterà la kazaka Rybakina
Tennis
17 ore
Elena Rybakina prima finalista degli Australian Open
La kazaka ha eliminato in due set (7-6, 6-3) la bielorussa Viktoria Azarenka
Calcio
21 ore
Abramovich, Todd Boehly e il calciomercato del Chelsea
Il nuovo padrone dei Blues, dopo aver fatto piazza pulita dello staff, ha adottato un’innovativa e azzardata politica di ingaggio dei giocatori
COSE DELL'ALTRO MONDO
22 ore
Il sogno prosegue, Mr. Irrelevant non si vuole più svegliare
Brock Purdy ha vinto l’undicesima partita consecutiva, portando San Francisco alla finale della Nfc. A Kansas City brividi per l’infortunio a Pat Mahomes
Sci
1 gior
A Schladming arriva il gran giorno di Loïc Meillard
Il 26enne di Hérémence conquista infine il primo trionfo in gigante, lasciandosi alle spalle il grigionese Gino Caviezel in un mercoledì da incorniciare
SPORT
1 gior
Discriminazione nello sport, Berna scende in campo
Etica e competizione, il Consiglio federale vara un pacchetto di misure volte a rafforzare, in particolare, la protezione dei giovani atleti
Sci
1 gior
Prosegue il dominio di Mikaela Shiffrin
La statunitense fa suo anche il secondo Gigante di Plan de Corones, solo Mowinckel sta sotto al secondo di ritardo. Gut-Behrami quinta in crescendo
© Regiopress, All rights reserved