laRegione
hockey
03.12.22 - 22:10
Aggiornamento: 04.12.22 - 00:25

Con gli uomini contati, ma con il cuore l’Ambrì vince

I leventinesi interrompono contro il Rapperswil la striscia negativa, cambiando marcia dopo un primo tempo disastroso

con-gli-uomini-contati-ma-con-il-cuore-l-ambri-vince
Ti-Press/Golay
McMillan e compagni dal 20’ hanno lottato strenuamente e sono stati ripagato

Un Ambrì che ha concluso l’incontro con soli nove attaccanti di ruolo è riuscito a tornare alla vittoria contro il Rapperswil, grazie a un 4-2 maturato negli ultimi 40’ minuti con grande sacrificio.

Luca Cereda per l’incontro con il Rapperswil cambia nuovamente i terzetti d’attacco e in difesa rinuncia a Isacco Dotti. Dario Wütrich è impiegato come tredicesimo attaccante.

Il 2-1 per gli ospiti con cui conducono alla prima pausa va di extralusso ai leventinesi, che per venti minuti rincorrono gli avversari nel loro terzo, senza grinta, senza mobilità e senza idee. Fortuna vuole che almeno Juvonen sia sui suoi soliti livelli, mostrando in particolari due grandi interventi su Albrecht e Zangger. In powerplay al 9‘ però Noreau trova il modo di superarlo dalla blu. Il Rapperswil a quel punto aumenta ulteriormente il ritmo, dando vita a una sorta di "bago bago" nel terzo biancoblù. Assolutamente estemporaneo è infatti il pareggio di Trisconi (deviazione su tiro di Fohrler al 19’) e infatti nessuno si stupisce di vedere, quaranta secondi dopo, un indisturbato Djuse riportare avanti il Rapperswil. Intanto già al 6’ Kostner deve alzare bandiera bianca (venendo sostituito da Wütrich) e sulla sirena Zwerger decide di scambiare qualche cortesia con Vouardoux e viene giustamente spedito sotto la doccia.

Come se non bastasse anche Kneubuehler deve alzare bandiera bianca a inizio periodo centrale. Quando la situazione sembra precipitare (e Juvonen deve salvare su Lammer e Zangger, mentre Noreau non trova la porta), con Zündel che a un certo punto viene schierato in una linea d‘attacco quanto meno raffazzonata con Marchand e Wütrich, l’Ambrì trova in un qualche modo la forza di reagire (anche, va detto, grazie a un Rapperswil che sembra giocare con troppa sufficienza) e Grassi pareggia 31’, ribattendo in rete un tiro bloccato di Heed. Al 33’ (quando l’Ambrì sta giocando in powerplay) Fohrler viene punito con un due minuti per una carica alla testa ai danni di Noreau, gli arbitri decidono così dopo video review, ma in quattro contro quattro Virtanen (poco prima autore di un grande recupero su Wetter) lancia Pestoni che porta i suoi in vantaggio. A quel punto i biancoblù iniziano a sentire odore d’impresa, mentre tra le fila dei Lakers si fa largo del nervosismo, ma Meyer nega la quarta rete ai padroni di casa, nella fattispecie a Chlapik.

Nel terzo periodo l’Ambrì è ovviamente costretto a soffrire, ma lo fa con intelligenza e viene sorretto da un Juvonen monumentale. Grandissimo sacrificio lo denota la difesa leventinese nei 56" di doppia inferiorità a cinque minuti dal termine. Con ben quattro minuti di anticipo sul termine dei tempi regolamentari Hedlund chiama il timeout e toglie Meyer, ma Chlapik, Hofer e Spacek non riescono a infilare la gabbia sguarnita. Al secondo tempo però il numero 14 riesce a fare 4-2.

Ambrì Piotta - Rapperswil (1-2 2-0 1-0) 4-2
Reti:
8’34" Noreau (Schroeder/esp. Virtanen) 0-1, 18’50" Trisconi (Fohrler) 1-1, 19’29" Djuse (Aebischer, Eggenberger) 1-2, 30’25" Grassi (Heed) 2-2, 34’48" Pestoni (Virtanen/esp. Fohrler, Rowe e Maier) 3-2, 59’07" Chlapik (Spacek/a porta vuota) 4-2.
Ambrì Piotta: Juvonen; Heed, Zaccheo Dotti; Virtanen, Burren; Fohrler, Fischer; Zündel; Grassi, Kostner, McMillan; Zwerger, Trisconi, Marchand; Hofer, Spacek. Chlapik; Bürgler, Kneubuehler, Pestoni.
Rapperswil: Meyer; Aebischer, Djuse; Noreau, Maier; Vouardoux, Profico; Baragano; Lammer, Albrecht, Eggenberger; Moy, Schroeder, Wetter; Zangger, Rowe, Cajka; Wick, Dünner, Forrer.
Arbitri: Wiegand, Ströbel; Steenstra (Can), Burgy.
Note: 6567 spettatori. Penalità: 7 x 2’ + 1 x 5’ + 20’ (20’00" Zwerger) contro l’Ambrì Piotta; 4 x 2’ + 1 x 5’ + 20’ (20’00" Vouardoux) contro il Rapperswil. Tiri in porta: 30-41 (9-16, 13-14, 8-11). Ambrì Piotta privo di Heim, Pezzullo (infortunati), Isacco Dotti (in soprannumero), Shore (straniero in soprannumero). Rapperswil senza Elsener, Sataric, Jensen, Cervenka (infortunati), Alge, Ramsauer, Capaul, Bircher, Brüschweiler (in soprannumero). Ambrì dal 5’49" senza Kostner e dal 25’ senza Kneubehler. Al 56’00" timeout Rapperswil che gioca senza portiere fino al 57’42" e dal 58’04 al 59’07". Premiati a fine partita quali migliori giocatori in pista Janne Juvonen e Gian Marco Wetter.

Potrebbe interessarti anche
HOCKEY
Risultati e classifiche
TOP 10 HOCKEY MANAGER
1
HC Aspi Capitals
10543
2
LucHC Lions
10326
3
Sparta Becherovka
10067
4
TrigoAce1
9963
5
FHM2223
9960
6
Team Belozoglu
9935
7
thibault_gav
9863
8
HC Kaski Male
9846
9
Team7
9741
10
Chop
9713
TOP NEWS Sport
Hockey
6 ore
Maxim Noreau finisce sui francobolli. In Sierra Leone
Il difensore canadese ex Ambrì ha la sua faccia su un bollo da cinquanta centesimi in Africa. ‘Perché? Davvero non lo so, ma nessuno mi ha chiesto nulla’
Atletica
7 ore
In Polonia gli elvetici fanno la loro bella figura
A Torun, nel meeting valido per l’Indoor Gold Tour, Ditaji Kambundji centra il limite per gli Europei, mentre Elmer firma il miglior tempo della carriera
Calcio
8 ore
Mondiale per club, è il Real il secondo finalista
Gli spagnoli sconfiggono gli egiziani dell’Al Ahly grazie alle reti di Vinicius Junior, Valverde e – nei minuti di recupero – Rodrygo e Arribas
SCI ALPINO
9 ore
A soli 37 anni si è spenta Elena Fanchini
Malata da tempo, la sorella maggiore di Nadia si è dovuta arrendere a una recidiva del tumore ed è morta nella sua casa in provincia di Brescia
Formula 1
10 ore
Nessun bavaglio nel Circus. ‘Oguno può dire ciò che pensa’
In un’intervista al britannico The Guardian, Stefano Domenicali si schiera a favore della libertà d’espressione dei piloti, invitando la Fia a chiarire
Sci
11 ore
Lo scettro di Lara raccolto da Marta Bassino
Nel superG iridato, la ticinese detentrice del titolo chiude solo sesta. Giovedì tocca ai maschi, con Marco Odermatt in pole position
Tennis
12 ore
Abu Dhabi, Belinda ai quarti senza soffrire
La sangallese, numero nove al mondo, non incontra alcuna difficoltà nel superare l’ucraina Marta Kostjuk (numero 57 Wta), battuta 6-4 7-5
Ciclismo
13 ore
Il Velo Club Mendrisio fra tradizione e sfide del presente
Il presidente Alfredo Maranesi: ’Ormai ci sono pochissime gare, la stampa si interessa sempre meno, e di conseguenza fatichiamo a trovare sponsor’
Hockey
14 ore
Giovane, inesperta Svizzera. ‘Spero che (i club) apprezzino’
A Zurigo la Nazionale di Fischer si prepara ad affrontare la Finlandia con qualche artista in meno del solito. ‘Forechecking aggressivo e più semplicità’
Altri sport
14 ore
Sgambetto riuscito, il Biasca sale a quota 22 punti
Continua la serie positiva dei rivieraschi, che confermano di avere la difesa più solida del campionato e mettono sotto anche il temibile Ginevra
© Regiopress, All rights reserved