laRegione
hockey
01.10.22 - 22:31
Aggiornamento: 02.10.22 - 14:13

Il Lugano ritrova compattezza e la vittoria a Bienne

Con una rete per tempo i bianconeri espugnano la Tissot Arena e vendicano la sconfitta subita ieri con il Kloten

di Giuliano Balmelli
il-lugano-ritrova-compattezza-e-la-vittoria-a-bienne
Keystone
Secondo shutout stagionale per Mikko Koskinen

Dopo la sconfitta patita contro il Kloten, il Lugano scende in pista con una formazione che vede l’assenza di Marco Müller, infortunatosi al ginocchio proprio venerdì sera contro gli aviatori. Koskinen riprende il posto tra i pali e gli fa spazio Josephs. In attacco entrano Cortiana e Zanetti, che riveste il ruolo di tredicesimo attaccante.

Pronti, via e il Lugano incassa una prima penalità per bastone alto, poi comunque senza conseguenze. Le due squadre si equivalgono sul piano del gioco, con i sottocenerini che si affidano principalmente alle ripartenze. L’occasione più nitida capita all’undicesimo sul bastone di capitan Arcobello, che s’invola tutto solo verso la porta ma poi sbaglia. Guadagnata una superiorità dal giovane Zanetti, i bianconeri passano in vantaggio al 17’32’’ con Bennett abile a insaccare in mischia davanti a Säteri. Poco prima della sirena Rajala semina panico in difesa con una bella azione personale che però si infrange su Koskinen.

L’inizio di periodo centrale vede diverse occasioni per parte. Koskinen deve subito intervenire in un paio di occasioni su azioni biennesi (in particolare una scorribanda di Hischier in apertura) nate da errori di impostazione da parte dei bianconeri. La fase centrale è spezzettata, complici diverse penalità inflitte alle due squadre. Al 29’ il Lugano ha l’opportunità di giostrare per 1’19’’ in 4 contro 3, ma il goal non arriva nonostante le buone trame offensive. Goal che arriva poi poco dopo grazie a Elia Riva, il cui preciso tiro buca l’estremo difensore locale al 32’57. L’allungo porta vitalità per gli ospiti che sul finale di periodo si fanno preferire, mentre i Seeländer provano a metterla sul fisico.

Nel terzo tempo i padroni di casa spingono nel tentativo di riaprire la sfida, ma Koskinen si fa sempre trovare pronto. Il Lugano dal canto suo si rende pericoloso con una giocata di classe di Thürkauf a cui manca solo l’acuto dopo essersi bevuto due avversari. Il forcing finale da parte del Bienne non porta a nulla e Fazzini trova la prima gioia personale siglando il 3-0 a porta vuota.

Bienne – Lugano (0-1 0-1 0-1) 0-3

Reti: 17’32’’ Bennett (esp. Stampfli) 0-1. 32’57 Riva (Thürkauf) 0-2. 57’50’’ Fazzini (a porta vuota) 0-3.

Bienne: Säteri; Rathgeb, Lööv; Yakovenko, Grossmann; Schneeberger, Stampfli; Delémont; Kessler, Sallinen, Rajala; Hofer, Haas, Hischier; Bruner, Cunti, Künzle; Schläpfer, Froidevaux, Maillard; Bärtschi.

Lugano: Koskinen; Kaski, Mirco Müller; Wolf, Guerra; Alatalo, Riva; Villa; Fazzini, Grandlund, Bennett; Connolly, Thürkauf, Patry; Vedova, Arcobello, Herburger; Stoffel, Cortiana, Gerber; Zanetti.

Arbitri: Lemelin (Usa), Tscherrig; Burgy, Stalder.

Note: 5301 spettatori. Penalità: 6 x 2’ contro il Bienne; 8 x 2’ contro il Lugano. Tiri: 31-36 (7-13, 12-14, 10-8). Bienne privo di Van Pottelberghe (infortunato), Tanner, Olfosson Forster (ammalati) Reinhard, Jobin, Christen (Swiss League). Lugano senza Josephs (straniero in sovrannumero), Marco Müller, Andersson, Walker, Morini Carr (infortunati), Fadani, Ugazzi, Näser Werder e Fatton (in soprannumero). Dal 57’48’’ al 57’50’’ Bienne senza il portiere. Premiati a fine partita Harri Säteri e Mikko Koskinen.

Potrebbe interessarti anche
HOCKEY
Risultati e classifiche
TOP 10 HOCKEY MANAGER
1
EHC Rofels
5315
2
HC TUT-TUT
5251
3
HC Aspi Capitals
5248
4
HC Kaski Male
5199
5
LucHC Lions
5044
6
ASIA TEAM
5031
7
HC Klo10Flies
5031
8
AmStars
5027
9
SV Rokaner
5020
10
SR17
5006
TOP NEWS Sport
QATAR 2022
8 ore
Un buon Ambrì cede alla distanza contro gli Zsc Lions
I biancoblù disputano due tempi di buon livello ma sprecano un doppio vantaggio, mentre i padroni di casa si affidano alle fiammate e al powerplay
QATAR 2022
8 ore
Il genio di Messi tiene in vita l’Argentina
Al 69’ una rete da fuori area della Pulce stende il Messico (nel finale il raddoppio di Fernandez). Ma l’Albiceleste ancora non convince
QATAR 2022
11 ore
Doppietta di Mbappé, la Francia è agli ottavi
Battuta una Danimarca che ha saputo rispondere alla strapotenza transalpina, ma che dovrà giocarsi la qualificazione contro l’Australia
QATAR 2022
14 ore
La Polonia vince, l’Arabia Saudita si mangia le mani
La compagine europea in rete con Zielinski e Lewandowski, quella asiatica domina ma sbaglia un rigore con Al Dawsari. Szczesny migliore in campo
QATAR 2022
17 ore
All’Australia basta un gol di Duke
Grazie a una strenua difesa la Nazionale dell’Oceania resiste al tentativo di rimonta di una Tunisia che è quasi fuori dal Mondiale
CURLING
18 ore
Finali stregate, due medaglie d’argento per la Svizzera
Agli Europei di Östersund, Silvana Tirinzoni e compagne battute dalla Danimarca, il team di Yannick Schwaller superato dalla Scozia
Video
Qatar 2022
21 ore
Spogliatoio lasciato come... nuovo: il Giappone incanta
Dai tifosi ai giocatori nipponici il grande senso civico dimostrato nel ripulire spalti e cabine prima e dopo la vittoria contro la Germania
i mondiali dal divano
1 gior
Ipercinetico Armando: fenomenologia di un telecronista
Fra metafore, immagini, neologismi e modi di dire, Ceroni tramanda ai posteri un modo di fare giornalismo sportivo singolare e (forse) sottovalutato
il dopopartita
1 gior
Sarebbe servita una terza fase ‘e più velocità’
Dopo quattro vittorie di fila e una buona prima metà di gara, il Lugano ritorna a perdere a Friborgo. Marco Müller: ‘Entrambe le squadre brave in difesa’.
IL DOPOPARTITA
1 gior
Il ritorno della sconfitta. ‘Avessimo dato il 5% in più...’
Johnny Kneubuehler e un venerdì a secco di gol e di punti, con il portiere del Bienne Harri Säteri assoluto protagonista. ‘È frustrante perdere così”
© Regiopress, All rights reserved