laRegione
draft-nhl-lian-bichsel-sara-chiamato-al-primo-turno
06.07.22 - 12:47
Aggiornamento: 20:43
Ats, a cura di Stefano Marelli

Draft Nhl, Lian Bichsel sarà chiamato al primo turno?

Da qualche anno nessuno svizzero viene più scelto fra i migliori

L’ultimo elvetico a esser chiamato al primo giro fu Nico Hischier nel 2017, che fu scelto addirittura col numero 1. Quest’anno potrebbe però succedere a Lian Bichsel, 18enne difensore cresciuto nelle giovanili di Olten e Bienne e ora in forza agli svedesi del Leksands. Fra il 2008 e il 2017, erano stati 7 gli elvetici a essere scelti al primo turno del draft Nhl, mentre in seguito soltanto Janis Moser – lo scorso anno – riuscì a venir chiamato fra i primi 100 (60). E nel 2020 andò ancor peggio: nessun rossocrociato fu selezionato nell’intero draft: non succedeva dal 2009. Ma ormai tutto pare maturo affinché, come detto, sia la volta di Lian Bichesel. "Sarebbe davvero qualcosa di speciale", ha detto il giocatore, ricordando però che il draft non è certo un traguardo, ma solo un punto di partenza e che in seguito ci sarà da lavorare moltissimo.

La Svezia

Bichsel era già stato invitato a Buffalo fra maggio e giugno a una discussione in presenza dei rappresentanti di tutti i 32 club della Nhl, il massimo campionato nordamericano. "Si era trattato solo di domande di routine e test atletici", ha detto il ragazzo nato a Olten nel maggio 2004. Mercoledì mattina, il solettese è volato a Montreal, dove fra giovedì e venerdì si svolgerà la procedura di selezione dei nuovi giocatori della lega. Farà ritorno in Europa venerdì sera. Lian Bichsel ha debuttato in National League il 15 dicembre 2020, quando aveva solo 16 anni. In quella stagione, scese sul ghiaccio 4 volte, per soli 3 minuti e 10 secondi: l’impiego col contagocce lo spinse a prendere prestissimo un’altra strada. Finì dunque al Leksands, in Svezia, benché avesse considerato anche di trasferirsi in Nord America.

Le caratteristiche

"Volevo mettermi in mostra in un posto nuovo, con un nuovo allenatore, e la Svezia come Paese era molto interessante", ha spiegato il massiccio difensore, 196 cm per oltre 100 kg. "Inoltre, lassù il sistema scolastico è di livello molto alto". Una scelta azzeccata, quella di raggiungere il Paese scandinavo, dove Lian ha subito iniziato a giocare in prima squadra e nel massimo campionato. 29 le presenze per lui, con 1 gol e 2 assist. In media è restato sul ghiaccio quasi 12 minuti. "A livello di gioco, ho imparato molto", dice Bichsel, che è molto maturato anche come persona, ora che vive da solo e si occupa personalmente di cucinare e rassettare la casa. L’allenatore del Leksands – Björn Hellkvist – è rimasto subito molto impressionato dal giovane svizzero, specie per la grande fiducia in sé stesso. "Non è per nulla usuale vedere giocatori con un simile talento", ha detto sulle colonne dell’Expressen. I giornali locali hanno paragonato Bichsel addirittura a Victor Hedman dei Tampa Bay Lightning, cioè uno dei migliori difensori al mondo. "Non confidassi in me stesso", ha detto il ragazzo, "non sarei mai venuto in Svezia". I suoi obiettivi – dice – sono molto ambiziosi, ma non vuole rivelarli. Lian è un ragazzo tranquillo, non ha idoli nell’hockey, ma ammira chiunque sia riuscito a sfondare in Nhl, specie per il modo in cui hanno saputo programmare e sviluppare la propria carriera.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
draft nhl lian bichsel
Potrebbe interessarti anche
HOCKEY
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
la storia
2 min
La campionessa di nuoto senza piscina
Lana Pudar, 16 anni, prima bosniaca oro agli Europei. È nata e cresciuta a Mostar, città divisa tra croati e musulmani, che non si accordano sui lavori
NUOTO
3 ore
L’entusiasmo di Noè. ‘E Parigi è sempre più vicina’
Quello romano è un bilancio straordinario per una Svizzera entrata nella top ten europea. ‘Prima di partire nessuno se lo sarebbe immaginato’
ATLETICA
10 ore
Anche Kälin è da podio: quarta medaglia agli Europei
La grigionese sale sul podio nell’epathlon e regala una nuova soddisfazione alla Svizzera, che sembra partita per battere il proprio record di medaglie
MOUNTAIN BIKE
10 ore
Positivo allo Zeranolo: niente Europeo per Flückiger
Il bernese sospeso a titolo provvisorio dopo essere stato trovato positivo alla sostanza anabolizzante in occasione di un test ai Nazionali di Leysin
GINNASTCA
11 ore
Noè Seifert è quinto, e la Svizzera va in finale
Il ventenne argoviese brilla agli Europei, dove stacca anche il biglietto per la finale alla sbarra. Sabato, invece, sarà in lizza nella gara a squadre
ATLETICA
12 ore
La staffetta torna in pista, ma Mujinga non c’è
Come ai Mondiali il tecnico Adrien Rothenbühler decide di correre le eliminatorie senza la sua numero uno. Sarà il gran giorno di Melissa Gutschmidt
MOUNTAIN BIKE
14 ore
Europei di Monaco, Filippo Colombo ambizioso
Venerdì si assegnano le medaglie nel cross-country e il ticinese, reduce da ottime prove in Nordamerica, si sente pronto
Calcio
15 ore
L’addio all’Acb di Sesa: ‘Bentancur scorretto con me’
La società: non accettiamo le sue dimissioni
CICLISMO
18 ore
Scatta la Vuelta, Roglic cerca il poker
Venerdì a Utrecht (Olanda) prende il via l’edizione numero 77 del Giro di Spagna
Calcio
19 ore
Giovanni Simeone firma col Napoli
Dopo le indiscrezioni, ecco l’ufficialità: il Cholito lascia il Verona
© Regiopress, All rights reserved