laRegione
03.03.22 - 22:30

Bianconeri costretti alla resa: l’affare lo fa il Losanna

Al termine di una folle partita, combattuta e spigolosa, i vodesi di John Fust conquistano tre punti che potrebbero anche pesare in ottica post season

bianconeri-costretti-alla-resa-l-affare-lo-fa-il-losanna
Keystone
Thibault Fatton prova, invano, a opporsi a Gernat: è il gol del provvisorio 2-1

Dopo aver battuto l’Ajoie martedì, alla Vaudoise Arena sono costretti a uscire di pista a mani vuote. Nonostante Chris McSorley ritrovi quel Daniel Carr dato per acciaccato martedì, schierato al fianco di Thürkauf e Josephs: stavolta il sacrificato sul fronte straniero è Mikkel Boedker, mentre l’ultimissimo arrivato in ordine di tempo, l’americano Shane Prince, è logicamente costretto a dover pazientare prima di un eventuale suo debutto.

Pronti, via: Glauser mette il primo puck della partita sulla porta di Fatton, e sulla respinta del portiere Loeffel è subito costretto a sostituirsi al proprio portiere. La prima vera occasione per i bianconeri arriva invece al 3‘47‘’, quando (e in maniera davvero plateale) i vodesi si ritrovano sul ghiaccio in sei, regalando ai ticinesi una ghiotta opportunità di giocare con l’uomo in più, che però non viene sfruttata. La sua occasione, invece, in quella che è la sua serata d’esordio in maglia vodese, Andy Miele la sfrutta: è il 6’57’’ quando il capitano degli Stati Uniti agli ultimi Giochi ai butta su un disco profondo di Gernat e beffa Fatton con un bel tocco all’incrocio. Tuttavia, quell’azione in avvio è macchiata da un fuorigioco, e i linesman se ne accorgono analizzando le immagini tivù. Arbitri che, poi, due minuti dopo devono tornare davanti al video per capire cosa succede al termine dell’azione insistita di Troy Josephs, che mette il disco sulla porta dove, poi, Daniel Carr sembra riuscire a mettere il puck in rete nonostante la copertura di Stephan con il gambale: alla fine, però, da una delle inquadrature delle telecamere si capisce che a un certo punto il disco arriva a superare anche la seconda delle due linee di porta: è lo 0-1 all’8’59’’. Al Losanna, però, bastano cinque minuti per tornare in superficie: il difensore slovacco Martin Gernat riesce a spingersi fin dalle parti di Fatton, e il suo tocco sulla porta viene involontaria toccato dal bastone di Müller, senza che il portiere bianconero possa in qualche modo reagire. Per i ticinesi, però, il peggio arriva a 40 secondi dalla prima sirena: con Tschumi già in panchina per aggancio, Abdelkader si fa punire a sua volta per un crosscheck, così i vodesi provano a consegnare il puck al Lugano per giocare una quarantina di secondi a 5 contro 3, ma i quattro bianconeri in pista tentennano e così i losannesi tirano dritti per la loro strada, trovando il raddoppio ancora con Gernat. E, oltretutto, una doppia superiorità numerica riescono comunque a ottenerla, siccome nel finale Thürkauf carica Genazzi all’angolo, beccandosi due minuti per durezza eccessiva, prima di fare a botte con Riat.

Così, in avvio di periodo centrale ai padroni di casa bastano ventisette secondi per segnare il 3-1, grazie a uno slap di Genazzi. E nei due minuti a 5 contro 4 che gli rimangono, Fatton è costretto a chiudere in qualche modo su un tentativo di Riat. Il Losanna a quel punto sembrerebbe avere la strada spianata: ai bianconeri servirebbe qualcosa per riuscire a tener viva la partita, e quel qualcosa è un crosscheck davvero inutile di Marti su Traber al 26‘39‘’: a incaricarsi di trasformare l’opportunità è Daniel Carr, che non dà scampo a Tobias Stephan, riaprendo il match al 27’13’’. Sempre fisica e combattuta, la partita ha nuovi sussulti a sei minuti dalla seconda pausa: Fatton dapprima è costretto a compiere un miracolo su Paré, e poi in qualche modo riesce a disturbare Fuchs, che manca un’occasione imperdibile. Poi al 36’09’’ altro colpo di scena: alla ripresa del gioco a centropista, Tobias Stephan si rialza e s’incammina verso la panchina vodese e da lì negli spogliatoi, cedendo il posto alla riserva Boltshauser. Il quale è subito chiamato in causa dai bianconeri, con l’opportunità migliore che è un break a tre contro uno a una ventina di secondi dalla pausa, ma Thürkauf non riesce a concludere come vorrebbe.

Poi, al 40‘31’’, per i bianconeri ci si mette anche la sfortuna: gran taglio di Sekac per Glauser, il cui centro non arriverà mai sul bastone di Riat, siccome il pattino di Müller anticipa tutti e mette il puck alle spalle di Fatton. McSorley tenta l’arma del coach challenge, puntando su un possibile fuorigioco prima dell’entrata del puck nel terzo, ma le immagini tivù non riescono neppure a definire dove si trovi con chiarezza il disco... Così il gol non può che essere accordato, e sulla susseguente penalità Glauser (ancora lui) tocca tra i gambali di Fatton il disco del 5-2, che chiude in pratica la partita, anche se c’è ancora tempo per un gol di Traber dopo una leggerezza di Boltshauser dietro alla porta, per un nuovo autogol di Mirco Müller, per il primo gol di Herren in bianconero, per la quarta (quarta!) rete accreditata sul conto di Glauser, per il sigolare siparietto pugilistico in cui Aurélien Marti sfida nientemeno che Justin Abdelkader e, infine, pure per un’ottava rete vodese, a firma Martin Gernat.

Losanna - Lugano (2-1 1-1 5-2) 8-4
Reti:
8’59’’ Carr (Josephs) 0-1. 13’46’’ Gernat 1-1. 19’20’’ Gernat (esp. Tschumi e penalità differita contro Abdelkader) 2-1. 20’27’’ Genazzi (Paré/esp. Abdelkader e Thürkauf) 3-1. 27’13’’ Carr (Thürkauf, Arcobello/esp. Marti) 3-2. 40’31’’ Glauser (autorete Müller) 4-2. 41’24’’ Glauser (Miele/esp. Herren per la panchina) 5-2. 43’12’’ Traber (Stoffel) 5-3. 49’35’’ Glauser (autorete Müller) 6-3. 50’24’’ Herren 6-4. 50’49’’ Glauser (Fuchs, Riat) 7-4. 53’07’’ Gernat (esp. Alatalo) 8-4.
Losanna: Stephan (dal 36’09’’ Stephan); Glauser, Genazzi; Marti, Gernat; Heldner, Frick; Holdener; Riat, Fuchs, Sekac; Bertschy, Miele, Bozon; Paré, Jäger, Baumgartner; Krakauskas, Almond, Maillard.
Lugano: Fatton (dal 41’24’’ Markkanen); Loeffel, Müller; Alatalo, Riva; Chiesa, Guerra; Wolf; Fazzini, Arcobello, Morini; Carr, Thürkauf, Josephs; Abdelkader, Walker, Herren; Traber, Tschumi, Bertaggia; Stoffel.
Arbitri: Hebeisen, Fluri; Fuchs, Wolf.
Note: 6’456 spettatori. Penalità: 4 x 2’ + 1 x 5‘ e pen. disc. di partita (Marti, al 51’13’’) contro il Losanna; 9 x 2’ + 1 x 5‘ e pen. disc. di partita (Abdelkader, al 51’13’’) + 1 x 10’ (Traber) contro il Lugano. Tiri: 40-25 (11-9, 15-7, 14-9). Losanna senza Duay (squalificato), Frolik (straniero in soprannumero) e Kenins (programma differenziato); Lugano privo di Herburger, Schlegel, Fadani, Vedova (tutti infortunati), Boedker, Irving e Prince (stranieri in soprannumero). Al 6’57’’ rete annullata a Miele (azione viziata da fuorigioco). Lugano del secondo tempo senza Josephs (uscito per infortunio).

Potrebbe interessarti anche
HOCKEY
Risultati e classifiche
TOP 10 HOCKEY MANAGER
1
Bidus
1512
2
KISS of DEATH
1505
3
Futti
1497
4
AmStars
1495
5
Sparta Becherovka
1492
6
LucHC Lions
1471
7
Furrioso
1447
8
Topshelfers
1445
9
HC Frauenkirch
1415
10
Whity Selection
1414
TOP NEWS Sport
Calcio
2 ore
Rabbia Mihajlovic, gioia Pollero
Sentimenti contrastanti a Bellinzona, con l’uruguagio che diventerà papà di una bimba e il ticinese che vorrebbe disporre di strutture migliori
IPPICA
8 ore
Svizzera in finale a Barcellona: sfiderà il Belgio per i Giochi
In attesa di Steve Guerdat, Schmitz, Schwizer, Rutschi e Fuchs centrano l’atto conclusivo al Premio delle nazioni, dove si giocano il posto a Parigi 2024
Hockey
10 ore
Hischier è costretto a fermarsi: avvio di stagione a rischio
Un problema alla coscia obbliga alla pausa forzata il ventitreenne capitano dei New Jersey Devils, a due settimane dall’inizio del campionato Nhl
SCACCHI
10 ore
‘Hans ha barato!’. Adesso la Federazione vuol vederci chiaro
Dopo le proteste della superstar Magnus Carlsen, la Fide apre l’inchiesta sull’accusa nei confronti del rivale americano che già aveva imbrogliato sul web
Tennis
13 ore
L’exploit di Hüsler: batte Carreño Busta e vola in semifinale
Secondo successo in carriera contro un giocatore piazzato nella top 20 per lo zurighese, che a Sofia riesce a piegare la resistenza dell’iberico in 3 set
MOTOCICLISMO
15 ore
Aegerter passerà alla Superbike
L’elvetico premiato dalla Yamaha per le sue prestazioni in Supersport
Hockey
19 ore
Torneo a Friborgo per la Nazionale in dicembre
Fissato anche un match di gala sul ghiaccio di Zurigo per il 9 febbraio 2023, contro la Finlandia
Calcio
20 ore
Coppa Svizzera, due ottavi di finale nel 2023
Il match di Super League fra Lucerna e Basilea, rimandato al 9 novembre, impedisce di completare il turno di Coppa entro fine anno
CANOA
1 gior
Pagaiando in kayak lungo i 1’230 km del Reno
L’emozionante avventura della scorsa estate di due amici ticinesi appassionati di canoa
Calcio
1 gior
Francia, un’inchiesta giornalistica accusa il presidente del Psg
A due mesi dai Mondiali, Libération pubblica la storia di un imprenditore franco-algerino fermato in Qatar ’perché sapeva troppo su Al-Khelaifi’
© Regiopress, All rights reserved