laRegione
27.11.21 - 22:06
Aggiornamento: 28.11.21 - 12:13

Prima il Natale, poi... l’Epifania per l’Ambrì Piotta

Non basta un vantaggio di quattro reti (dopo soli 8 minuti): i biancoblù subiscono prima la rimonta e poi il sorpasso dello Zugo

prima-il-natale-poi-l-epifania-per-l-ambri-piotta
L’esultanza di Martschini (Ti-Press)
+9

La rabbia per la sconfitta di Bienne deve aver lasciato il segno nella testa dei giocatori dell’Ambrì Piotta. Perché fin dai primi secondi della partita contro lo Zugo scendono in pista con grande determinazione. Trovando il primo gol con una deviazione di Bianchi dopo appena diciannove secondi di gioco, e al primissimo tiro verso la porta difesa da Hollenstein. E quindici secondi più tardi (!) arriva anche il 2-0, stavolta a firma di Kneubuehler, che concretizza così il secondo tiro della serata dei biancoblù. In uno Stadio Multifunzionale imbiancato dalla prima nevicata al suo esterno, Natale sembra essere arrivato con largo anticipo per gli uomini di Luac Cereda, che al 6’13", dopo un clamoroso palo a porta vuolta colpito da Kovar, si ritrovano sul 3-0 grazie a uno spunto di Zwerger, che dopo essersi impadronito del disco alle assi, si accentra e batte un frastornato Hollenstein, che a quel punto getta la spugna, mettendo il punto finale alla sua partita, durata la miseria di 373 secondi (se questo non è record, poco ci manca...). A subentrargli è allora Genoni, la cui entrata in materia non è tanto migliore, visto che nemmeno due minuti dopo aver preso il posto a difesa della porta dei campioni svizzeri si ritrova già un disco alle sue spalle. Quello insaccato da Heim con un polsino per il momentaneo 4-0. L’Ambrì non si accontenta, e continua anzi a spingere e sfiorare il gol in diverse altre occasioni. Lo Zugo trova comunque il modo di accorciare le distanze grazie a una deviazione sotto porta di Bachofner, che anticipa Heim. Poco dopo è Conz a compiere un miracolo col bastone sul solito Kovar, permettendo ai suoi di andare alla prima pausa con tre reti di vantaggio.

Dopo Natale, però, rischia di arrivare con altrettanto largo anticipo anche l’Eipifania per i biancoblù, che dopo poco più di due minuti e mezzo di gioco nel secondo tempo si vedono il vantaggio ridotto a una sola rete. Gli ospiti trovano infatti altre due volte la via del gol, una prima con Kovar su un disco sfilato tra i gambali a Conz dopo appena quattordici secondi e un’altra con una stoccata di Leuenberger al 22’36", quando Cereda corre ai ripari chiamando il timeout. A quel punto in pista si vede tutta un’altra partita, con due squadre che si equilibrano per numero di occasioni da rete. E ce ne sono davvero parecchie in un secondo tempo altrettanto pirotecnico. L’Ambrì sciupa poi mezzo minuto a 4 contro 3, e subito dopo un altro mezzo minuto addirittura a 5 contro 3. Paradossalmente, le migliori occasioni della seconda frazione i biancoblù se le procurano però a ranghi pari, su tutte quelle di Kneubuehler poco prima di metà partita e D’Agostini al 36’50" i cui tiri, entrambi a botta sicura, vanno a infrangersi contro la muraglia Geononi. E così alla seconda pausa il risultato ancora a favore dei leventinesi, anche se stavolta di un sol punto.

Il terzo tempo si apre con l’Ambrì Piotta con un uomo in più e, soprattutto, con subito una grossa emozione. Al 41’15“ infatti una staffilata di Pestoni non viene trattenuta da Genoni; il disco continua la sua corsa, al replay, verso la linea di porta, dove all’ultimo Nico Gross lo spazza via. Il patatrac lo combina Fohrler al 45’56”, facendosi soffiare un disco alle assi alle spalle di Conz. Il numero 12 dello Zugo si porta davanti alla gabbia e da distanza ravvicinata concretizza il pareggio per la formazione di Dan Tangnes. E un minuto e spiccioli dopo è Fischer a fare la frittata, perdendo prima il disco e poi il bastone. Il puck lo recupera Herzog, che si accentra e firma la rete del sorpasso. Müller, in solitaria, al 58 spaccato ratifica poi il successo dello Zugo: 4-6.

Ambrì Piotta - Zugo (4-1 0-2 0-3) 4-6

Reti: 29" Bianchi (Kostner, Isacco Dotti) 1-0. 44" Kneubuehler (Fohrler, Bürgler) 2-0. 6’13" Zwerger (Regin, Fohrler) 3-0. 8’00" Heim (Fohrler, Kneubuehler) 4-0. 15’12" Bachofner (Klingberg, Hansson) 4-1. 20’14" Kovar (Suri) 4-2. 22’36" Leuenberger (Klingberg, Bachofner) 4-3. 45’56" Zehnder 4-4. 47’11" Herzog (Müller, Zehnder) 4-5. 58’00" Müller (Herzog/esp. Heim, Gross) 4-6.

Ambrì Piotta: Conz (dal 47’11" Ciaccio); Hietanen, Isacco Dotti; Fohrler, Zaccheo Dotti; Hächler, Fischer; Pezzullo; Trisconi, Kostner, Bianchi; Bürgler, Heim, Kneubuehler; Grassi, D’Agostini, McMillan; Pestoni, Regin, Zwerger.

Zugo: Hollenstein (dal 6’13" Genoni); Cadonau, Kreis; Gross, Djoos; Schlumpf, Hansson; Wüthrich; Martschini, Kovar, Suri; Klingberg, Leuenberger, Bachofner; Zehnder, Müller, Herzog; Allenspach, Neumann, De Nisco.

Arbitri: Hebeisen, Vikman (Fin); Obwegeser, Wolf.

Note: 6’212 spettatori. Penalità: 6 x 2’ contro l’Ambrì Piotta; 7 x 2’ contro lo Zugo. Tiri in porta: 24-40 (9-8, 10-20, 5-12). Ambrì Piotta senza Burren, Fora (infortunati), Dal Pian e Kozun (soprannumero); Zugo privo di Lander, Senteler, Simion, Stalder (infortunati), Meyer e Hofer (partnerteam). Al 5’01" palo di Kovar. Tiemout Ambrì Piotta al 22’36”. Premiati quali migliori in pista Zaccheo Dotti e Leonardo Genoni.

Potrebbe interessarti anche
HOCKEY
Risultati e classifiche
TOP 10 HOCKEY MANAGER
1
HC Aspi Capitals
10543
2
LucHC Lions
10326
3
Sparta Becherovka
10067
4
TrigoAce1
9963
5
FHM2223
9960
6
Team Belozoglu
9935
7
thibault_gav
9863
8
HC Kaski Male
9846
9
Team7
9741
10
Chop
9713
TOP NEWS Sport
Salto con gli sci
23 min
Mondiali, Simon Ammann ci sarà
Il ‘Folletto del Togghenburgo’ farà parte del contingente rossocrociato per le gare iridate di Planica, previste dal 21 febbraio al 5 marzo
Atletica
24 min
Moggi e Petrucciani da record a Macolin
I due ticinesi dell’Lcz tra i grandi protagonisti nel weekend, ma da segnalare ci sono anche i due primati di categoria stabiliti da Laura Torino Imberti
COSE DELL'ALTRO MONDO
31 min
Una squadra in Europa? No, meglio quattro
La Nfl sta pensando di sbarcare sul Continente con un’intera division. Un’idea che non andrà in porto prima di un decennio, viste le molte incognite
Sci
1 ora
Lara a difesa del suo titolo iridato
In programma mercoledì a Méribel il superG femminile, con la ticinese – campionessa in carica – ovviamente fra le favoritissime
NATIONAL LEAGUE
2 ore
Il Berna mette le mani su Josh Teves
Il ventisettenne difensore canadese rinforzerà gli Orsi fino al termine della stagione: arriva dai finlandesi dell’Jyväskylä
Formula 1
2 ore
Nuovo look per l’Alfa Sauber
Livrea rosso-nera per la vettura del team con sede a Hinwil, che conferma i piloti Bottas e Zhou nel Mondiale che scatta il 5 marzo in Bahrain
Parigi 2024
2 ore
‘Niente russi finché c’è la guerra’
Anne Hidalgo, sindaca della capitale francese, cambia idea: ora è contraria alla presenza di Mosca alle Olimpiadi di Parigi del 2024
Basket
4 ore
Calendari troppo fitti e time out sprecati
Fra i problemi del nostro basket c’è l’uso spesso improprio e controproducente da parte degli allenatori dei minuti di sospensione
Sci
6 ore
Pinturault al comando dopo il superG
Nella combinata iridata di Méribel-Courchevel, Meillard chiude solo 12° la prova veloce, staccato di 1"34 dal francese. La manche di slalom alle 14.30
Calcio
6 ore
Terremoto in Turchia, ritrovato vivo Christian Atsu
Il ghanese ex Chelsea e Newcastle, che figurava fra i numerosissimi dispersi, è stato tratto in salvo dalle macerie provocate dal sisma
© Regiopress, All rights reserved