laRegione
Cameroon
3
Serbia
3
fine
(1-2)
Corea del Sud
Ghana
14:00
 
laR
 
27.11.21 - 00:10

Cereda: ‘Il dio dell’hockey sta guardando da un’altra parte’

Il coach biancoblù ha ben poco da rimproverare ai suoi, nonostante la sconfitta di Bienne. ‘Lo sforzo è stato buono, eccezion fatta per i primi minuti’

cereda-il-dio-dell-hockey-sta-guardando-da-un-altra-parte
’Stasera contro lo Zugo dovremo raccogliere ciò che abbiamo seminato nelle ultime partite’ (Keystone)

Bienne – Ancora una volta l’Ambrì non raccoglie i frutti del buon lavoro. I leventinesi avrebbero meritato di uscire con almeno un punticino dalla Tissot Arena, già solo per la reazione mostrata dopo il pessimo inizio. In ritardo per due a zero dopo nemmeno 7 minuti (reti di Kessler e Rathgeb), con Cereda costretto a chiamare il timeout, Regin e compagni in seguito riescono a contenere le folate offensive dei padroni di casa e arrivare alla prima pausa con uno svantaggio ancora colmabile. Il coach ticinese decide così di riunire gli stranieri d’attacco e spostare Zwerger al fianco di Pestoni e Grassi.

Il tempo centrale è decisamente un’altra musica. I ticinesi non solo imbrigliano la formazione di Törmänen, ma creano anche molti più pericoli rispetto agli avversari. Il punto di McMillan, in powerplay al 29’, è spettacolare: pregevole il movimento del canadese, magnifico l’assist di un ispirato Bürgler. Lo svittese è anche all’origine del punto del pareggio, siglato da Heim al 39’05’’. Un risultato meritato e sacrosanto per i sopracenerini.

La prima parte della terza frazione si sviluppa invece sui binari dell’equilibrio: poche le opportunità da rete con le squadre molto attente. Però negli ultimi 8’ i padroni di casa alzano sensibilmente il ritmo: l’Ambrì si difende con grinta, ma al 57’ deve alzare bandiera bianca. In superiorità numerica è l’ex di turno Fabio Hofer a consegnare il successo pieno ai bernesi. «In questo momento il dio dell’hockey sta guardando da un’altra parte», dice Luca Cereda a fine gara. «Dobbiamo continuare a insistere perché prima o poi il vento girerà, e i nostri sforzi verranno ripagati».

Di sicuro, a Bienne l’Ambrì è stato bravo a non scomporsi dopo l’entrata in materia negativa. «Siamo stati un po’ timorosi dopo aver incassato la prima rete, poi però siamo stati bravi a reagire: il secondo periodo è stato molto bello», aggiunge il coach. A pesare sul risultato anche alcune penalità un po’ dubbie, tra cui una al 58’ a Zwerger, per proteste. «Non so cosa abbia detto agli arbitri, ma non voglio parlare della direzione di gara. Abbiamo assistito ad alcuni episodi abbastanza dubbi già nelle ultime partite, e anche in questo senso siamo un po’ in debito». Incoraggiante la prova di Kozun, ma ancora una volta a pesare come un macigno sulla testa del canadese è quella grossa occasione non sfruttata al 25’. «Penso sia una questione mentale: gli ci vorrebbe una rete per sbloccarsi. A partire dal secondo tempo ha giocato bene, ha vinto duelli, ha bloccato tiri, e se continua così la fortuna girerà dalla sua parte. Deve continuare a insistere».

Tra le note positive, il gol in powerplay di McMillan. «È stato una buona superiorità numerica: già prima della rete avevamo creato due chance. Quando ci sono questi momenti bisogna anche sapersi divertire e non sentire troppo la pressione». Poi, nell’assalto finale, a 3’’ dalla sirena, evidentemente senza essersi accorto di ciò che indicava il cronometro, Hietanen invece di tirare ha passato il disco a Zwerger nell’angolo, togliendo di fatto l’ultima possibilità ai suoi. «Cosa ho pensato io? Quello che hanno pensato tutti: tira!» conclude Cereda, il quale ha però poco da rimproverare ai suoi. «Lo sforzo è stato buono, eccezion fatta per i primi minuti: si tratta di continuare per portare i rimbalzi dalla nostra parte. A me questa partita dà fiducia e dà voglia di sfidare stasera lo Zugo in casa. Dobbiamo andarci a prendere quello che abbiamo seminato in queste ultime uscite».

Potrebbe interessarti anche
HOCKEY
Risultati e classifiche
TOP 10 HOCKEY MANAGER
1
EHC Rofels
5585
2
HC Aspi Capitals
5490
3
HC Kaski Male
5443
4
HC TUT-TUT
5387
5
AmStars
5236
6
LucHC Lions
5235
7
Artemisia
5199
8
ASIA TEAM
5199
9
Team Belozoglu
5196
10
GregBeaud
5183
TOP NEWS Sport
Qatar 2022
20 min
Folle pareggio fra Camerun e Serbia
Il 3-3 finale tiene lontani entrambi dalla Svizzera nella classifica del gruppo G
Calcio
2 ore
Heiko Vogel direttore sportivo del Basilea
Ritorno sulle rive del Reno per il 47enne ex allenatore
Qatar 2022
15 ore
Un missile di Fullkrug tiene in corsa i tedeschi
Finisce in parità la sfida più attesa tra una Spagna che dovrà stare attenta al Giappone e una Germania che si gioca tutto con il Costarica
Sci
17 ore
Wendy, il gran giorno è arrivato. Ma lo deve condividere
Sulle nevi del Vermont la svittese centra infine un trionfo nello slalom che inseguiva da una vita. A far festa con lei, però, c’è anche Larson
Qatar 2022
17 ore
Senza Neymar l’esame di maturità di Yakin
Il tecnico rossocrociato, che 15 mesi fa allenava ancora in Challenge League, contro il Brasile non disporrà di Okafor
Qatar 2022
18 ore
Davies illude il Canada, Kramaric lo elimina
La Croazia rimonta grazie soprattutto a una doppietta della punta dell’Hoffenheim
IL DOPOPARTITA
19 ore
Un weekend in bianco: ‘Restiamo positivi, meritavamo di più’
L’Ambrì rende nuovamente la vita dura allo Zurigo, che però trova il modo di spuntarla. ‘La fortuna? Non è stata dalla nostra, ma bisogna anche cercarla’
QATAR 2022
19 ore
Belgio sconfitto, a Bruxelles scoppiano disordini
La polizia è intervenuta con cannoni ad acqua per disperdere i tifosi facinorosi. Le autorità hanno chiesto alla popolazione di non recarsi in centro
QATAR 2022
20 ore
‘Battere il Brasile? Non mi stupirebbe’
Nestor Subiat fiducioso sulle qualità della Nazionale svizzera. ‘E per l’Argentina il Mondiale inizia adesso’. Il ricordo del 1994 e di Andres Escobar
Qatar 2022
21 ore
Marocco troppo forte per il Belgio
Dopo il pareggio coi croati vicecampioni del mondo, i magrebini colgono la posta piena coi Diavoli rossi
© Regiopress, All rights reserved