laRegione
Salernitana
0
Atalanta
0
1. tempo
(0-0)
Ajoie
4
Ambrì
0
3. tempo
(3-0 : 0-0 : 1-0)
Bienne
3
Davos
0
3. tempo
(0-0 : 2-0 : 1-0)
Zugo
1
Friborgo
1
2. tempo
(1-1 : 0-0)
Langnau
1
Zurigo
5
2. tempo
(0-1 : 1-4)
Lakers
4
Losanna
1
3. tempo
(2-0 : 2-0 : 0-1)
Ginevra
2
Lugano
4
3. tempo
(1-1 : 1-2 : 0-1)
Salernitana
0
Atalanta
0
1. tempo
(0-0)
Ajoie
4
Ambrì
0
3. tempo
(3-0 : 0-0 : 1-0)
Bienne
3
Davos
0
3. tempo
(0-0 : 2-0 : 1-0)
Zugo
1
Friborgo
1
2. tempo
(1-1 : 0-0)
Langnau
1
Zurigo
5
2. tempo
(0-1 : 1-4)
Lakers
4
Losanna
1
3. tempo
(2-0 : 2-0 : 0-1)
Ginevra
2
Lugano
4
3. tempo
(1-1 : 1-2 : 0-1)
lugano-a-porrentruy-una-passeggiata-salutare
Matteo Romanenghi cerca di controllare Bertaggia e Thürkauf davanti a Wolf (Keystone)
Hockey
14.09.21 - 21:590
Aggiornamento : 22:18

Lugano, a Porrentruy una passeggiata salutare

I bianconeri cancellano il venerdì nero con il Langnau rifilando ben sette reti a un Ajoie che pare dover ancora prendere le misure alla sua nuova realtà

Pronti, via, ed è subito Lugano. Nella sera in cui i bianconeri ritrovano il canadese Daniel Carr, fresco di rientro in prima linea (a fianco di Arcobello e Fazzini) dopo la botta al costato rimediata in Champions. E il ventinovenne attaccante nato alla periferia di Edmonton ci mette subito lo zampino, dando il la all’azione più bella del primo tempo, conclusa in gol sull’asse Fazzini-Alatalo al 15’18’’. A quel punto, il Lugano era però già avanti di due reti, quelle firmate da Morini al 4’ e da Thürkauf al minuto numero 11 di un primo periodo in cui l’Ajoie, alla sua seconda uscita nella massima serie, quando il disco finisce nel proprio terzo dimostra di soffrire, e parecchio.

Le cose non mutano certo nel secondo periodo. In cui il Lugano continua a sfruttare le sbavature di un avversario che, nonostante alla prima uscita s‘era arreso soltanto di misura al Bienne, sembra non aver ancora preso le misure della sua nuova realtà: lo 0-4 di Fazzini in shorthand (gran conclusione, la sua), qualche istante prima del ritorno di Arcobello dalla panchina dei cattivi, chiude con largo anticipo la contesa. Pur se nell’ultima parte del periodo centrale i ticinesi devono fare i conti con la reazione d’orgoglio dei giurassiani, i quali segnano il gol della bandiera (slap di Joggi dalla sinistra) e poi colpiscono di nuovo i pali (con l’asta di Hazen che fa il paio col palo dell’ex Romanenghi, al 18’), riuscendo a mettere anche in difficoltà una difesa bianconera volutamente in pista senza Samuel Guerra, il quale per l’occasione si ritrova in soprannumero assieme a Loïc Vedova. La verità, però, è che in pista c’è una sola squadra, quella di McSorley, che chiude la serata segnando altre tre reti (quelle Walker e di Loeffel due volte, prima del definitivo 2-7 del giurassiano Frossard, sfuggito a Elia Riva) cancellando così nel più convincente dei modi il venerdì nero con il Langnau.

Ajoie - Lugano (0-3 1-3 1-1) 2-7
Reti: 3’47’’ Morini (Boedker, Herburger) 0-1. 10’34’’ Thürkauf 0-2. 15’18’’ Alatalo (Fazzini, Carr) 0-3. 22’44’’ Fazzini (esp. Arcobello!) 0-4. 33’48’’ Walker (Traber) 0-5. 36’30’’ Joggi (Hauert) 1-5. 38’43’’ Loeffel (Boedker, Herburger) 1-6. 41’21’’ Loeffel 1-7. 53’46’’ Frossard (Frei, Rouiller) 2-7.
Ajoie: Tim Wolf; Leduc, Eigenmann; Rouiller, Hauert; Birbaum, Helfer; Pouilly; Hazen, Devos, Asselin; Huber, Frossard, Joggi; Rohrbach, Romanenghi, Schmutz; Frei, Ness, Bogdanoff; Schnegg
Lugano: Schlegel; Alatalo, Riva; Loeffel, Müller; Nodari, Bernd Wolf; Chiesa; Fazzini, Arcobello, Carr; Boedker, Herburger, Morini; Bertaggia, Thürkauf, Josephs; Traber, Tschumi, Stoffel; Walker
Arbitri: Tscherrig, Hungerbühler; Kehrli, Thomas Wolf
Note: 2’843 spettatori. Penalità: 1 x 2’ contro l’Ajoie; 5 x 2’ contro il Lugano. Tiri: 27-39 (6-13, 13-15, 8-11). Ajoie senza Macquat, Gfeller (infortunati) e Heughebaert (motivi personali); Lugano privo di Haussener (infortunato), Guerra e Vedova (in soprannumero). Pali: 17’15’’ Romanenghi, 37’51’’ Hazen (traversa), 49’30’’ Leduc. Premiati a fine partita, quali migliori in pista, Jonathan Hazen e Romain Loeffel.

HOCKEY: Risultati e classifiche

Potrebbe interessarti anche
HOCKEY
Risultati e classifiche
TOP 10 HOCKEY MANAGER
1
EHCB
1061
2
SC_Babu
1023
3
EHCBNUSSLI2021
1007
4
Iselis Punktebuebe
1000
5
Tininipoui
996
6
They Simic Rolling
996
7
Lokomotive Zug
986
8
D17-Team
983
9
Fennecs de Chefchaouen
969
10
Pastelitos de Guayaba
965
TOP NEWS Sport
Calcio
1 ora
Terza vittoria consecutiva per l’Acb
Una rete di Rossini nella prima frazione permette ai granata di superare 1-0 lo Zurigo II
Altri sport
9 ore
Flückiger conquista la generale di Coppa del Mondo
Il bernese si è assicurato il trofeo piazzandosi al quinto posto nella short race di Snowshoe
CALCIO
23 ore
Il Lugano ringrazia il gol di Lungoyi all’ultimo minuto
Nei sedicesimi di Coppa Svizzera i bianconeri superano il Neuchâtel Xamax al termine di una prestazione tutt’altro che esaltante
Hockey
23 ore
Niente poker per l’Ambrì Piotta, battuto dallo Zugo
Prima sconfitta stagionale per i biancoblù, che passano per primi (con McMillan), ma si fanno rimontare e superare dai campioni in carica
Hockey
23 ore
A Lugano è un secondo venerdì senza punti
Un Bienne sempre imbattuto in campionato espugna la Cornèr Arena, soprattutto grazie ai tre gol (e un assist) firmati da uno spietato Damien Brunner
Tennis
1 gior
Belinda Bencic non si conferma: fuori al torneo del Lussemburgo
La sangallese, numero uno del tabellone e Wta 12, dominata ed eliminata dalla 22enne russa Liudmila Samsonova (Wta 48)
CICLISMO
1 gior
Hirschi perde la maglia nonostante una buona cronometro
Al Giro del Lussemburgo il bernese chiude al sesto posto di giornata e cede la leadership al portoghese Almeida che adesso vanta 43” di vantaggio
Hockey
1 gior
Brian Zanetti impressiona al camp di Philadelphia
Ian Laperriere, responsabile degli allenamenti dei Flyers, spende parole di elogio per il diciottenne difensore cresciuto nel vivaio del Lugano
Tennis
1 gior
Uno-due della Svizzera in Coppa Davis, avanti sull’Estonia
Dominic Stricker prima e Henri Laaksonen poi danno alla squadra rossocrociata i primi punti nello spareggio del secondo gruppo mondiale
CICLISMO
1 gior
Le crono aprono i Mondiali e la Svizzera sogna
Nelle Fiandre, Stefan Küng e Stefan Bissegger tra gli uomini, Marlen Reusser tra le donne puntano a un posto sul podio. Occhio a Ganna, Van Aert ed Evenepoel
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile