laRegione
27.05.21 - 17:36

Svizzera, la reazione ha il gusto della goleada

I rossocrociati si riprendono dopo la scoppola con la Svezia. Strapazzata la Slovacchia: il match finisce con un perentorio 8-1

svizzera-la-reazione-ha-il-gusto-della-goleada
Ritrovata la giusta via (Keystone)
+2

Ci pensa Pospisil a rimettere la Svizzera sulla buona strada dopo la scoppola di martedì contro la Svezia. Perché l'attaccante slovacco è il protagonista della scena sul fronte della formazione di coach Craig Ramsay nei primi venti minuti del confronto dell'Olympic sport center. Al secondo cambio, dopo un minuto e spiccioli di partita, riguadagna a fatica la panchina di riposo della sua squadra, sorretto dai compagni, dopo una discata sul ginocchio sinistro. Quando decide di rientrare nella mischia, al sesto minuto abbondante di gioco va poi a caricare duramente alla balaustra Ambühl, costringendo i suoi a giocare i successivi cinque minuti con l'uomo in meno e guadagnandosi la doccia anticipata per la susseguente penalità di partita. Il primo minuto di powerplay inizia con una Svizzera abile a far girare il disco, ma non arrivano le reti. Anzi, sull'altro fronte, la Slovacchia si crea una grossa occasione su un errore dietro la porta di Berra, ma fortunatamente Sukel non riesce a mandare il disco in fondo al sacco. Sulla ripartenza, Diaz prova a sorprendere Hudacek con un tiro dalla distanza, riuscendoci con la complicità del bastone di Studenic, che si spezza nell'impatto col disco, deviandone la traiettoria. Gli slovacchi cercano di rimediare subito alla situazione, rendendosi minacciosi in particolare con Gernat, senza tuttavia pervenire al pareggio. Alla prima pausa a fare la differenza è dunque il gol di Diaz.

Allungo decisivo nel periodo centrale

E alla seconda opportunità di giostrare con l'uomo in più, eredità del primo tempo, gli elvetici si portano sul 2-0. Segna Andrighetto, che con una fucilata non dà scampo a Hudacek. In un terzo tempo in cui la Svizzera fa quasi tutto ciò che vuole arrivano anche le reti numero tre e quattro, che permettono agli uomini di Fischer di archiviare la pendenza Slovacchia. Il 3-0 lo firma il bianconero Romain Loeffel su retropassaggio dall'angolo di Scherwey. Dopo un palo colpito da Untersander, direttamente al rientro dalla panchina dei penalizzati, arriva anche il 4-0, trovato da Hofmann con un polsino a salire da distanza ravvicinata che batte il portiere avversario sul primo palo. Il grosso, a quel punto, è fatto.

Ma prima di mollare la presa, i rossocrociati vanno addirittura sul 6-0. La quinta rete la trovano subito in apertura di terzo tempo, con Maier (e ancora una volta a 5 contro 4), seguito a ruota da Kurashev, al suo primo centro in un Campionato del mondo. Punta nell'orgoglio, la Slovacchia a quel punto rovina la festa a Berra, trovando a sua volta la via del gol. E non è finita per la Svizzera, perché sulla penalità di partita di Rosandic, Hofmann e Loeffel trovano il modo di concretizzare la doppietta personale, portando a otto le reti per la squadra di Fischer.

Svizzera - Slovacchia (1-0 3-0 4-1) 8-1

Reti: 9'47" Diaz (Hofmann, Andrighetto/esp. Pospisil) 1-0. 20'25" Andrighetto (Diaz, Hofmann/esp. Holesinsky) 2-0. 25'17" Loeffel (Scherwey, Bertschy) 3-0. 36'11" Hofmann (Corvi, Loeffel) 4-0. 40'38" Meier (Alatalo, Kurashev/esp. Gaculinec) 5-0. 44'34" Kurashev (Untersander, Ambühl) 6-0. 45'12" Kristof (Cehlarik) 6-1. 52'39" Hofmann (Ambühl, Andrighetto/esp. Rosandic) 7-1. 54'03" Loeffel (Moser, Bertschy/esp. Rosandic) 8-1.

Svizzera: Berra; Diaz, Geisser; Untersander, Moser; Loeffel, Siegenthaler; Alatalo; Simion, Corvi, Hofmann; Ambühl, Hischier, Kuraschew; Meier, Vermin, Andrighetto; Herzog, Bertschy, Scherwey; Mottet.

Slovacchia: Hudacek; Rosandic, Gernat; Nemec, Daloga; Knazko, Janosik; Gachulinec, Ivan; Lantosi, Hrivik, Cehlarik; Holesinsky, Kristof, Pospisil; Studenic, Roman, Kelemen; Liska, Sukel, Skalicky.

Arbitri: Frano (Cec), Gouin (Can); Constantineau (F), Oliver (Usa).

Note: Penalità: 4 x 2’ contro la Svizzera; 5 x 2' più 2 x 5' e p.p. (6'53" Pospisil, 51'44" Rosandic) contro la Slovacchia. Tiri in porta: 28-26 (4-11, 12-7, 12-8). Svizzera senza Müller (infortunato), Heldner, Müller, Nyffeler, Praplan, Rod (soprannumero) e Frick (non ancora iscritto); Slovacchia priva di Buc, Bucko, Fasko-Rudas, Grman, Konrad e Slafkovsky (soprannumero). Pali: 34'06" Untersander; 43'01" Lantosi.

Classifica del girone A: 1. Svizzera, Slovacchia e Russia 4/9; 4. Danimarca 4/5; 5. Gran Bretagna 4/4; 6. Bielorussia 4/4; 7. Svezia 3/3; 8. Repubblica Ceca 3/2.

Girone B: Stati Uniti - Lettonia 4-2. Classifica: 1. Germania e Stati Uniti 4/9; 3. Finlandia 3/7; 4. Kazakistan 4/7 e Lettonia 4/7; 6. Canada 4/3; 7. Norvegia 4/3; 8. Italia 3/0.

Potrebbe interessarti anche
HOCKEY
Risultati e classifiche
TOP 10 HOCKEY MANAGER
1
LucHC Lions
1892
2
Faerjestad TS
1866
3
Drinkteam
1860
4
EHL Wolves
1838
5
KISS of DEATH
1801
6
HC KWAY
1787
7
AmStars
1786
8
Bidus
1786
9
H C LUPPOLO
1781
10
Rapid Mutzel 2
1780
TOP NEWS Sport
CALCIO
13 min
La settimana della verità per Gerardo Seoane
Il Bayer Leverkusen confrontato con il peggior inizio di stagione da 40 anni a questa parte. Il tecnico lucernese obbligato a vincere con Porto e Schalke
CALCIO
1 ora
Anche 32 bambini nel massacro di Malang
Delle 125 vittime, la più giovane aveva due o tre anni. Il governo indonesiano formerà una commissione d’inchiesta, molte Ong chiedono sia indipendente
Calcio
2 ore
Scontri allo stadio: quattro arresti e sedici perquisizioni
I fatti risalgono al 23 ottobre 2021 dopo la partita di calcio che opponeva l’Fc Zurigo e il Grasshopper e dove vi fu uno scambio di materiale pirotecnico
hockey
17 ore
Con cinismo e solidità l’Ambrì espugna Zugo
Le doppiette di Bürgler e Heim e il gol di Shore alla Bossard Arena, regalano ai biancoblù un weekend da cinque punti che li proietta al quarto posto
HCAP
18 ore
L’Ambrì giganteggia in trasferta: Zugo espugnata
Gli uomini di Luca Cereda hanno prevalso 5-4, doppiette per Spacek e Bürgler.
CALCIO
21 ore
Bellinzona tradito dai dettagli, lo Sciaffusa ringrazia
Granata sconfitti al Comunale (e i tifosi contestano la gestione del club). Inutile la rete di Pollero, determinante l’espulsione di Izmirlioglu
Calcio
22 ore
Prima vittoria casalinga stagionale del Lugano
I bianconeri, pur soffrendo, riescono a battere 1-0 il Servette
TENNIS
23 ore
A Sofia, Marc-Andrea Hüsler conquista il suo primo titolo Atp
Lo zurighese ha superato in due set il danese Holger Rune. In settimana sarà impegnato nell’Atp 500 di Astana da 61esimo giocatore del ranking mondiale
FORMULA 1
23 ore
La Red Bull si consola con il trionfo di Sergio Perez
Solo settimo, Max Verstappen non ha potuto festeggiare il suo secondo titolo mondiale. Il messicano davanti a Leclerc e Sainz
BASKET
1 gior
La stagione inizia nel segno della Spinelli
Massagno ha nettamente sconfitto i Lugano Tigers nel primo derby. Gli uomini di Montini hanno retto soltanto nei minuti iniziali
© Regiopress, All rights reserved