laRegione
07.05.21 - 22:22
Aggiornamento: 23:42

Lo Zugo completa l'opera: Hofmann regala il secondo titolo

Una doppietta del numero 15 trascina gli uomini di Tangnes al terzo e decisivo successo nella finale con un Servette che ci crede fino a 11 minuti dalla fine

lo-zugo-completa-l-opera-hofmann-regala-il-secondo-titolo
Scene da titolo (Keystone)

Tanto equilibrio, tanta incertezza. In un terzo atto tra Zugo e Ginevra che potrebbe segnare le sorti della finale di National League, sul ghiaccio della Bossard Arena. Dove i padroni di casa, forti di due successi nelle prime due sfide di una serie al meglio di cinque, si portano in vantaggio per primi, con il solito Grégory Hofmann che, assistito dal ticinese Dario Simion, batte Manzato al 23'45'', approfittando della libertà involontariamente concessagli da Simon Le Coultre, che gli concede di tirare addirittura tre volte, e la terza è quella buona.

Il Servette di Patrick Emond, però, non è rimasto a guardare. E in un secondo tempo in cui sono gli ospiti a provarci maggiormente, trova il meritato pareggio al 38'33'', con un tiro dell'immancabile Tömmernes sporcato da Daniel Winnik, quando lo Zugo è sul ghiaccio con un uomo in meno proprio per una carica ai danni dello stesso svedese a opera di Jan Kovar, che si becca pure 10' disciplinari.

Lo Zugo, però, sa di avere classe a sufficienza per chiudere i conti alla prima occasione. Infatti, basta un disco mal gestito in attacco dai ginevrini a undici minuti dal termine, e lo scatenato Hofmann si ritrova improvvisamente tutto solo davanti a Manzato, che il biennese cresciuto nel canton Neuchâtel, passato pure da Lugano e Ambrì, riesce a beffare dopo aver già bruciato il povero Karrer. Poi, non passano che venti secondi e arriva subito il 3-1, con Winnik che si fa buttar fuori per un bastone alto, e a Klingberg (servito da Diaz) bastano cinque secondi per tramutare l'occasione in gol. È il colpo del definitivo kappaò per i romandi, che allo scadere di una nuova sanzione inflitta a Fehr incassano poi pure una quarta rete, firmata da Albrecht al 56'57''. Prima del definitivo 5-1 a porta vuota, con il gol tecnico accordato a Simion al 59'20''. 

Tutti i campioni dal 1998 in poi. 1998: Zugo; 1999: Lugano; 2000: Zsc Lions; 2001: Zsc Lions; 2002: Davos; 2003: Lugano; 2004:
Berna; 2005: Davos; 2006: Lugano; 2007: Davos; 2008: Zsc Lions; 2009: Davos; 2010: Berna; 2011: Davos; 2012: Zsc Lions; 2013: 
Berna; 2014: Zsc Lions; 2015: Davos; 2016: Berna; 2017: Berna; 2018: Zsc Lions; 2019: Berna; 2020: non attribuito; 2021: Zugo.

I club più titolati: Davos (31), Berna (16), Arosa e Zsc Lions (9).

Potrebbe interessarti anche
HOCKEY
Risultati e classifiche
TOP 10 HOCKEY MANAGER
1
EHC Rofels
5769
2
HC Aspi Capitals
5696
3
HC Kaski Male
5643
4
HC TUT-TUT
5576
5
Team Belozoglu
5471
6
HCbierrafeu
5470
7
LucHC Lions
5469
8
GregBeaud
5448
9
HC Klo10Flies
5436
10
Chop
5413
TOP NEWS Sport
Qatar 2022
7 ore
Il Giappone che non t’aspetti: primo posto di gruppo
Dopo i tedeschi, i nipponici mandano al tappeto anche la Spagna, che però va comunque agli ottavi: i primi sfideranno i croati, i secondi i marocchini
Qatar 2022
8 ore
La vittoria non basta: dopo i belgi, anche i tedeschi a casa
La vittoria per 4-2 sul Costarica non permette alla Germania di evitare la seconda eliminazione di fila dopo la fase a gironi a un Mondiale
Hockey
8 ore
Colpo Bienne, da Buffalo arriva Riley Sheahan
Liberato dall’impegno con i Sabres, il trentunenne centro canadese ha firmato con i Seeländer un contratto valido sino a fine stagione
Calcio
11 ore
Juventus, l’Uefa indaga su violazioni del fair play finanziario
L’inchiesta della Federcalcio europea mira a verificare la corrispondenza al vero della situazione finanziaria che permise la transazione in agosto
Qatar 2022
12 ore
Per la Svizzera è giunta l’ora della verità
Contro la Serbia ci si gioca un posto agli ottavi. Le due squadre sono al completo. Sow: ‘Dobbiamo provocare più occasioni da rete’
Qatar 2022
12 ore
Il Marocco batte anche un Canada senza ambizioni ed è primo
Ziyech ed En-Nesyri regalano agli africani la loro seconda qualificazione alla fase a eliminazione diretta a un Mondiale, dopo quella del 1986
Qatar 2022
12 ore
Con un po’ di fortuna la Croazia manda a casa il Belgio
La sfida tra secondi e terzi dell’ultimo Mondiale termina 0-0 e spedisce i balcanici agli ottavi e i Diavoli rossi a casa
Sci
13 ore
Gli esami in Svizzera confermano: trauma cranico per Caviezel
Di rientro da Lake Louise, il trentaquattrenne si è sottoposto a nuovi esami che hanno convalidato la tesi canadese. Tuttavia sono previsti nuovi test
SPORTS AWARDS
14 ore
Noè, Lara e gli altri dei di Olimpia tra i finalisti di Zurigo
Anche i due ticinesi nominati per la serata di Gala dell’11 dicembre, dove verranno eletti i successori di Marco Odermatt e Belinda Bencic
Ciclismo
15 ore
I Giochi cancellano i Campi Elisi: nel 2024 arrivo a Nizza
Presentata un’anteprima dell’edizione di una Grande Boucle che sarà nell’ombra delle Olimpiadi. E che per la prima volta scatterà dall’Italia, da Firenze
© Regiopress, All rights reserved