laRegione
Olanda
Argentina
20:00
 
Langnau
Bienne
19:45
 
Zurigo
Kloten
19:45
 
Lakers
Losanna
19:45
 
Berna
Zugo
19:45
 
Ajoie
0
Lugano
1
1. tempo
(0-1)
Ginevra
1
Ambrì
1
1. tempo
(1-1)
07.02.21 - 17:52
Aggiornamento: 21:13

Il Lugano batte anche il Bienne e ingrana la sesta

Continua la serie vittoriosa dei bianconeri di Pelletier, che stavolta mettono sotto i seeländer con due gol di Boedker e uno a testa per Nodari e Sannitz

il-lugano-batte-anche-il-bienne-e-ingrana-la-sesta
Kessler scarica il tiro e nell'occasione il palo viene in aiuto di Schlegel (Ti-Press/Golay)

E fanno sei vittorie una in fila all'altra, per il Lugano di Serge Pelletier. Al termine di una domenica pomeriggio che mette di fronte due delle squadre in più in forma del momento, visto che il Lugano arriva da una serie di cinque partite di fila, mentre il Bienne nelle ultime cinque uscite era uscito sconfitto una volta sola.

In pista senza il suo topscorer, l'ex di turno Luca Cunti (ammalato stando a quanto trapela, ma non si tratta di Covid), il Bienne comincia subito a mettere dischi sulla porta di Schlegel, mentre il Lugano se ne sta tranquillo a guardare. Tanto che la prima conclusione ticinese arriva al 7'45'', in occasione della prima di due penalità quasi di seguito inflitte ai bernesi (quella di Lindbohm, per ostruzione), ma da quel punto in poi sono Arcobello e compagni a fare la partita. Anche se quando squilla la prima sirena, nonostante il Lugano abbia tirato praticamente il doppio (11-6), le due squadre vanno al primo riposo sullo 0-0.   

Il secondo tempo per certi versi ricorda il primo. Col Bienne che comincia subito a far girare il disco, mentre il Lugano – pur se in avvio si crea subito una grossa occasione, con il danese Boedker – deve anche sudare. Soprattutto a ridosso di metà partita, quando gli ospiti si mangiano un gol praticamente già fatto, al 27', sull'azione tutta di 'prima' tra Künzle, Tanner e Brunner, quando il numero 96 (altra vecchia conoscenza) riesce nell'impresa di centrare il palo a porta completamente spalancata. Poi, però, come già nel primo tempo, i bianconeri escono allo scoperto e cominciano a macinare gioco. Con una grossa differenza, cioè che stavolta segnano. In shordhand nientemeno, con Sannitz sulla panchina dei puniti per un aggancio. Tutto nasce da un disco di Loeffel lungo la balaustra: Bertaggia capisce e si lancia in contropiede con Boedker, e sul servizio del ticinese stavolta lo scandinavo non lascia scampo a Van Pottelberghe, con un delicato tocco tra i gambali. Lanciatissimo, il Lugano va poi vicinissimo al raddoppio, ma l'astuto tocco di Bürgler su appoggio di Wellinger trova solo la base esterna della gabbia. 

Nel terzo tempo il Lugano va in pista deciso a difendere quel vantaggio con i denti. Ma subito al 6' la squadra di Pelletier ha la grossa occasione di raddoppiarlo, quando Brunner si fa buttar fuori per quattro minuti filati dopo aver colpito involontariamente al volto il povero Haussener (che fortunatamente sarà nuovamente in pista dopo qualche cambio): tuttavia, nonostante la ghiotta occasione, il powerplay non dà frutti. Frutti che, invece, semina e raccoglie Matteo Nodari al 55'36'': il polsino a fil di palo del difensore ticinese non lascia scampo a Van Pottelberghe. Per un Bienne che a due minuti dalla fine incassa pure un terzo gol, a firma Sannitz, a porta vuota, prima dell'inutile 3-1 di Brunner e del definitivo di Boedker ancora a porta vuota.

Lugano - Bienne (0-0 1-0 3-1) 4-1

Reti: 30'38'' Boedker (Bertaggia/esp. Sannitz!) 1-0. 55'36'' Nodari (Arcobello) 2-0. 57'58'' Sannitz (esp. Loeffel, a porta vuota) 3-0. 58'16'' Brunner (esp. Loeffel) 3-1. 59'52'' Boedker (a porta vuota) 4-1 

Lugano: Schlegel; Loeffel, Chiesa; Heed, Wellinger; Nodari, Wolf; Antonietti; Boedker, Arcobello, Bertaggia; Fazzini, Lajunen, Suri; Bürgler, Herburger, Haussener; Lammer, Sannitz, Zangger; Walker.

Bienne: Van Pottelberghe; Moser, Kreis; Rathgeb, Forster; Fey, Lindbohm; Sartori; Hischier, Komarek, Fuchs; Hofer, Pouliot, Rajala; Brunner, Tanner, Künzle; Hügli, Gustafsson, Kessler.

Arbitri: Tscherrig, Nikolic (A); Gnemmi, Kehrli.

Note: partita a porte chiuse. Penalità: 4 x 2' contro entrambe le squadre. Tiri: 26-16 (11-6, 9-5, 6-6). Lugano senza Morini, Riva (entrambi infortunati) e Traber (in soprannumero); Bienne privo di Cunti (ammalato), Lindgren, Ulmer, Lüthi (infortunati) e Kohler (in soprannumero). Pali: 26'46'' Brunner, 31'30'' Kessler, 46'11'' Künzle (traversa). Al 59'04'' timeout chiesto dal Bienne, che gioca senza portiere dal 58'45''. Premiati a fine partita, quali migliori giocatori in pista, Mikkel Boedker e Janis Moser.

Potrebbe interessarti anche
HOCKEY
Risultati e classifiche
TOP 10 HOCKEY MANAGER
1
EHC Rofels
6276
2
HC Aspi Capitals
6155
3
HC Kaski Male
6145
4
GregBeaud
6058
5
LucHC Lions
6037
6
Team Belozoglu
6022
7
Chop
5931
8
TrigoAce1
5924
9
HC TUT-TUT
5884
10
SV Rokaner
5882
TOP NEWS Sport
QATAR 2022
48 min
I rigori premiano la Croazia, il Brasile fa le valigie
In vantaggio al 105’ con Neymar, i sudamericani si fanno rimontare a pochi minuti dal traguardo e dal dischetto pagano gli errori di Rodrygo e Marquinhos
Tennis
1 ora
Wawrinka sconfitto da Medvedev
L’avventura dello svizzero nel torneo d’esibizione in Arabia Saudita si conclude in semifinale, con il doppio 6-4 in favore del russo
Basket
3 ore
Lugano-Olympic, all’Elvetico arriva un po’ d’Europa
Mentre la Sam stasera va in campo per ricevere lo Swiss Central, i Tigers si preparano a sfidare l’eterno nemico, il club meglio gestito di tutto il Paese
QATAR 2022
4 ore
L’Africa chiede al Marocco di scrivere la storia
La selezione magrebina potrebbe essere la prima del Continente nero a raggiungere le semifinali di un Mondiale
SCI NORDICO
5 ore
Nadine Fähndrich trionfa nello sprint classico a Beitostölen
In Norvegia la 27enne lucernese ha colto il terzo successo in Coppa del mondo, precedendo la norvegese Weng e la finlandese Matintalo
roller hockey
6 ore
Il Biasca asfalta il Wimmis e accede ai quarti di Coppa
La partita finisce su un perentorio 9-3, grazie al poker di Gregorio Boll e alla tripletta di ‘Timo’ Devittori
Atletica
7 ore
A Biasca poker per Sam Massagno e Sab Bellinzona
Alle finali regionali dell’Ubs Kids Cup Team ci saranno anche Virtus Locarno e Sfg Biasca
Tennis
12 ore
Bollettieri, il fabbricatore di campioni
Vita, metodi, successi e segreti del più celebre allenatore della storia del tennis, scomparso pochi giorni fa a 91 anni
gallery
sci freestyle
14 ore
L’addio di Nicole Gasparini alle gobbe: ‘Non ne avevo più’
La 25enne ticinese si ritira: ‘Un po’ di paura del cambiamento c’è, ma ora mi accorgo di aver vissuto moltissime esperienze’
I mondiali dal divano
14 ore
Siamo tutti marocchini (almeno una volta nella vita)
La vittoria del Marocco contro la Spagna può anche essere vissuta come una sorta di rivalsa dei migranti contro i padroni di casa
© Regiopress, All rights reserved